Epidurale sì, epidurale no?

...linee, punti, sfere, in essere e in divenire
Avatar utente
madda77
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 947
Iscritto il: gio apr 16, 2009 10:56 pm

Epidurale sì, epidurale no?

Messaggio da madda77 »

Da un punto di vista medico sto cercando di raccogliere le dovute informazioni sull'analgesia epidurale, visto che la sto prendendo seriamente in considerazione, e la settimana prossima, al controllo mensile, vorrei chiedere al ginecologo quale procedura seguire per usufruirne (o almeno verificarne la possibilità).
Per la verità, sono ancora indecisa, dal momento che, oltre ai vantaggi, non posso non pensare anche agli eventuali rischi ed alle difficoltà che il parto potrebbe prendere.
Ahahahah, ho ancora vivido il ricordo di mio marito che mi raggiunge nella saletta antistante la sala parto subito dopo aver visto il nostro bambino: lui con le lacrime agli occhi mi bacia e mi dice: "E' bellissimo", ed io, che mi sentivo come se fossi stata travolta da un tram, che di rimando replico: "Sì certo, ma lui è il primo e l'ultimo. Se mai ne farò un altro, sarà solo sotto anestesia". :ola: Non nego che più la gravidanza avanza, più il mio pensiero - e le mie paure- relative al parto si fanno insistenti.
C' è una parte di me che vorrebbe provare l'epidurale per vivere il tutto in maniera più serena e decisamente meno traumatica.
Un'altra parte che si dice che forse stavolta, essendo il secondo, e rifiutando categoricamente l'ossitocina, sarà comunque diversa.
Insomma, le informazioni strettamente mediche le ho già a disposizione, ma vorrei raccogliere anche la testimonianze di tutte voi, e sapere le ragioni per le quali vi siete determinate a farvi somministrare l'analgesia epidurale (ed in questo caso, se e quali complicanze o effetti collaterali si sono presentati, anche dopo il parto) , ovvero avete preferito un parto del tutto naturale.
Certamente, le ragioni dell'una o dell'altra scelta sono soggettive, così come soggettiva è ogni singola esperienza di parto, ma potrebbero aiutarmi a chiarirmi alcune perplessità, o a considerare aspetti che possono essermi sfuggiti.


MAMMANANCY

Messaggio da MAMMANANCY »

Ciao Madda.
Io non ho preso in considerazione l'epidurale per Sara nè lo farò per Davide, e dato che ero, e sono, assolutamente certa di non volerla non mi sono sottoposta agliesami/controlli necessari. Rimango della stessa idea nonostante il primo parto sia stato davvero travagliato e lungo, ossitocina, 3 volte la manovra e ventosa, e ho ben chiaro il ricodo del dolore e della mia frase "poratatela dove vi pare" detta al medico che mi informava che la portavano nell'altra sala per i controlli di routine,insomma, sempre a detta del primario intervenuto "un parto tutt'altro che naturale".
Mi sono determinata in questa scelta perchè, come hai fatto tu questa volta, la scorsa volta mi sono documentata e ho stabilito che, per quanto mi riguardava, i pro dell'epidurale non avevano maggiore valore dei contro, non avevo e non ho paura del dolore, nonostante le suddette vicissitudini mi sono sentita stanca ma benissimo e in piedi subito dopo, il ricordo del parto è splendido seppur dolorossissimo, e mi auguro di poterla rivivere completamente per un'ultima volta sperando in un travaglio meno "travagliato" considerato che il tutto è stato così lungo perchè non si erano accorti che il sacco si era rotto sopra anzichè sotto.
Un bacio
Avatar utente
Palli
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3195
Iscritto il: lun ago 24, 2009 12:42 pm

Messaggio da Palli »

Ho partorito Samuele con parto naturale, senza epidurale, con ossitocina sparata in vena per 3 ore dopo un lunghissimo travaglio di 20 ore.

Perciò non proprio un parto facilissimo.

Eppure per me è più forte il timore dell'epidurale e dei rischi connessi che quello di replicare un parto come quello che ho già avuto.

Fino a che non m'hanno fatto l'ossotocina mi sentivo perfettamente in grado di gestire il dolore.
La mia speranza è di avere questa volta un parto naturale, SENZA epidurale e SENZA ossitocina.
kida

Messaggio da kida »

io posso portarti la mia esperienza primo parto con epidurale, avevo paura del parto e l'ho chiesta ed ottenuta, arrivata a 5 cm erano le 16:00 16:30 circa mi hanno fatto la prima dose e dopo poco la seconda ero terrorizzata dai dolori, alle 18:00 circa mi hanno messa sul lettino per iniziare le spinte, non le sentivo ed Andrea al posto di scendere saliva, dopo 3/4 d'ora di spinte aiutata da un'ostetrica che mi spingeva la pancia è nato con la ventosa, sano sanissimo, ma devo dire che con l'epidurale non puoi decidere la posizione è comunque un parto medicalizzato, sceglie l'ostetrica

secondo parto, avevo fatto comunque la rischiesta per l'epidurale per evenienza ma ero decisa a non farla, rompo la acque alle 4 di notte senza dolori mi ricoverano alle 10.00 di mattina alle 13.30 inizia qualche dolorino i dolori iniziano verso le 16:00 vado in sala parto per farmi visitare e sono di 3 cm dopo 3/4 d'ora chiedo a gran voce l'epidurale ma prima mi dicono che devono fare la visita e durante la visita ero già di 8 cm e dunque niente epidurale e inizo a spingere, è stato molto più emozionante e coinvolgente, sentivo finalmente lei che spingeva a si faceva largo per uscire e io assecondavo questi suoi movimenti, respiravo, urlavo cambiavo posizione insomma ero partecipe al parto non come la prima volta è stato molto più coinvolgente ed emozionante nei mesi successivi avrei partorito ancora senza problemi
Luna

Messaggio da Luna »

ho partorito il mio grande dopo 12 ore di travaglio, nonostante il gel, dilatazione lentissima, acque rotte dall'ostetrica dopo circa 10 ore di patimento.......

per il piccolo ho cambiato ospedale e ho fatto l'epidurale.....la consiglierei a tutte!!! se l'anestesista è bravo senti le contrazioni ma senza dolore, senti le spinte, senti il bimbo che viene fuori.....il tutto senza dolore!!!

con il senno di poi sarebbe meglio farla al primo parto, però è una cosa che impari solo dopo!!!
Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

Madda io di base non sono favorevole all'epidurale (se il parto è naturale non medicalizzato se no sì)

Però alla fine se l'ospedale la offre fai le pratiche.

Deciderai eventualmente sul momento a seconda di come si mettono le cose.

Meglio un vaginale con epidurale che un cesareo per mancata dilatazione dovuta alla troppa agitazione che porta a contrastare le contrazioni.
Avatar utente
lenni
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2477
Iscritto il: ven gen 28, 2011 4:29 pm

Messaggio da lenni »

io parlo solo pensando al futuro perchè sono alla prima gravidanza. non mi sono documentata in merito all'epidurale, e non lo farò, non ho la minima intenzione di farmi mettere aghi sondini e quant'altro se non in caso i medici ritenessero la cosa indispensabile per la salute in primis del bambino e poi mia.
parlo solo per paura/fobia degli aghi in generale, come già detto non ho guardato nè pro nè contro, ma solo pensando o parlando di dover fare un prelievo, e non è il sangue ad intimorirmi, mi vengono i conati di vomito e 9 volte su 10 svengo durante la conversazione, figurati punture "più profonde".
categoricamente no! starei più male così che non a sopportare tutto il dolore di un parto naturale.
Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

lenni ha scritto:io parlo solo pensando al futuro perchè sono alla prima gravidanza. non mi sono documentata in merito all'epidurale, e non lo farò, non ho la minima intenzione di farmi mettere aghi sondini e quant'altro se non in caso i medici ritenessero la cosa indispensabile per la salute in primis del bambino e poi mia.
parlo solo per paura/fobia degli aghi in generale, come già detto non ho guardato nè pro nè contro, ma solo pensando o parlando di dover fare un prelievo, e non è il sangue ad intimorirmi, mi vengono i conati di vomito e 9 volte su 10 svengo durante la conversazione, figurati punture "più profonde".
categoricamente no! starei più male così che non a sopportare tutto il dolore di un parto naturale.
Guarda io ripeto sono di base contraria all'epidurale di prassi.

Però ho avuto un secondo parto indotto.

è andato splendidamente non è servita ossitocina mi sono dilatata velocissima e tutto.

Però nei giorni precedenti sapere che in caso di ossitocina non avrei potuto avere l'epidurale un po' mi inquietava (qui non la fanno proprio).

Se l'ospedale la fa fare le pratiche per poterla avere in caso di necessità non fa male ed è in fondo solo poco di più che tutte le visite che comunque si fanno.

Poi si spera ovviamente in un parto naturalissimo, non medicalizzato e quindi di non aver bisogno di nulla.
Rispondi