Rooming-in e allattamento: il mio fallimento

Sere83

Rooming-in e allattamento: il mio fallimento

Messaggio da Sere83 »

Alessandro nasce il 10.12.2010, mi sembra tutto perfetto, i punti non li sento, le emorroidi manco, si attacca al seno e mi dicono che lo fa egregiamente. Avevo in braccio il mio bambino, eravamo finalmente io e lui.

Me lo sono tenuta fino alle 2.00 di notte, poi ha iniziato a piangere, io non riuscivo ad alzarmi da letto, l'anestesia aveva smesso di fare effetto e io non riuscivo a prendere in braccio il mio bambino. Riesco in qualche modo a trascinarmi fino al nido e lasciarglielo per la notte, chiamo l'infermiera di turno con il campanello, suona e mi chiudono la chiamata, questo per 40 minuti, provo a bussare di nuovo alla porta del nido dicendo che è 40 minuti che provo a chiamare in ostetricia. Morale, il mio campanello fa contatto con il bagno di un'altra stanza e ogni volta che andavano non trovavano nessuno.
Mi danno una pastiglia e del ghiaccio per provare a farmi passare il male, ma me lo terrò fino a che non mi cambiano la cura fuori dall'ospedale.

Il giorno dopo inizio ad avere male al seno, mi sentivo tranquilla, mi dicevo che era tutto normale, che mi sarebbe passato, ma ero stanca il nono mese è stato un inferno, dormivo fino alle 3 del mattino e non riuscivo a prendere sonno fino a tardi e non tolleravo più nulla. Ale rimaneva tutto il giorno in camera, mio marito più imbranato di me ad aiutarmi, penso di averlo cambiato la prima volta io il giorno prima delle dimissioni.
Mi sedevo con la ciambella e se provavo sulla sedia doveva esserci qualcuno perchè io non mi riuscivo ad alzare da sola, i capezzoli mi continuavano a fare male, usavo il cuscino in bocca per non urlare dal dolore, oppure mi mettevo un fazzoletto per non disturbare le altre mamme, mi facevo aiutare dalle tate del nido, io vedevo che mio figlio si attaccava bene ma a me i capezzoli mi continuavano a fare male, mi diedero così un olio (a detta loro miracoloso, a me non ha fatto nulla) su dei dischetti di cotone che mi dovevo tenere sui capezzoli, nulla. Una sera ho chiesto se me lo tenevano, non dormivo la notte, avevo male ed ero stanca!!! Mi sono sentita rispondere solo figuriamoci, il bambino deve stare con te ( eppure al corso pre parto mi avevano detto che me lo avrebbero tenuto se lo chiedevo). Mi dava fastidio, mi dava fastidio averlo in camera, era un peso quando la mattina alle 6 me lo dovevo andare a prendere al nido, pregavo dormisse tutto il giorno per non doverlo attaccare, per non soffrire dal male e non sentirlo piangere perchè avevo paura non sapevo cosa fare.
L'ultima sera, dopo aver ricevuto le visite dei parenti me lo riportano incazzato nero, urlante, mi dicono solo "ha fame, cambialo e attaccalo", ho detto che avevo male e se lui si attaccava così nervoso il capezzolo me lo avrebbe staccato, lui si agganciava con le gengive. Ho avuto la brutta idea di chiedere a quell'armadio di donna del nido se gli potevano dare l'aggiunta, perchè avevo male e poi lo avrei attaccato subito dopo, così era più tranquillo e mi avrebbe provocato meno dolore. Mi hanno detto assolutamente no, mi hanno di nuovo dato "l'olio magico" un dischetto per due capezzoli, mi hanno preso il bambino e me lo hanno attaccato loro, piangevo, avrei tirato un pugno in faccia a sta stronza!!!

Finalmente arriva il giorno delle dimissioni, mi visitano, mi tolgono un punto che non mi fa sedere bene ( un male cane), vado a prepararmi e andiamo al nido a ritirare le dimissioni del bambino, non mi vogliono dare l'aggiunta, dicono che ho un bel seno, che il latte c'è e che lui sta benissimo, peso alle dimissioni 3.450gr, alla nascita era 3.650gr), mi dicono di tornare il mercoledì che mi avrebbe visitato il bambino di nuovo la neonatologa di turno.
Quel lunedì mio figlio dorme dalle 10.00 alle 17.00, lo sveglio, non aveva fatto neanche un goccio di pipì, eppure si era attaccato, prendo le pagine bianche e chiamo il primo pediatra nella lista ( colui che poi continuerà ad avere in cura Alessandro), ero in ansia, mi avevano detto che avrebbe dovuto sporcare 6 cambi! Mi dice quanto latte dargli e chiamo la neonatologiaper farmi indicare la marca. Inizio ad odiarli. Piango sono preoccupata, avevo paura di aver fatto del male al mio bambino.

Mi carico per il mercoledì, erano le 10.40, avevo appuntamento alle 10.30 ma c'era traffico, mi visita alle 11.00 e si lamenta perchè sono arrivata in ritardo ( gli ho spiegato il motivoe che comunque non avendo nessun bambino dentro era in ritardo pure lei), mi visita Ale e vede che mio figlio pesa 3.640gr, mi ha sgridata perchè mi aveva ripreso il peso in troppo poco tempo, avevo quasi le lacrime agli occhi e l'infermiera prende le mie difese, mi ha accusata di aver fatto di testa mia, di essermi permessa di aver dato 60gr di latte invece che 30 al bambino!! Mio figlio con 30gr di latte urlava come un'aquila, il pediatra mi ha detto tu dagli 60 al massimo sarà lui a lasciarlo. Mi da il bambino in braccio e mi manda al nido perchè io mi devo far controllare il seno e che tanto non avrei avuto nulla, intanto stavo mettendo la gentalyn sulle tette. Me le controllano e mi dicono ma queste sono ragadi perchè non lo hai detto? Lo ho detto ma nessuna mi ha creduta!!!! Mi vogliono attaccare mio figlio, ma io piango e lo allontano, la tata si siede vicino a me ( ci fosse stata lei mio figlio lo avrei ancora allattato), mi asciuga le lacrime e mi dice provaci e vediamo, vedrai che se si attacca bene come dico io tu male non lo senti, ed è stato così, dall'altro seno invece uso il tiralatte e nel mentre mettono il bambino nella culletta insieme ad una bimba, lui rigurgita il mio sangue, aveva il colletto della tutina sporco. Mi fa impressione questa cosa.

Torniamo di nuovo a casa, provo a riattaccarlo ma mi fanno troppo male, mio marito mi continua a dire che devo allattare, questo ovviamente non me lo dice gentilmente, mi dice che sono una bambina a piangere, che devo crescere. Mia madre invece mi sta vicina e prova a parlare a mio marito e a quell'idiota di mio suocero che lo pompava che una madre deve allattare.
Morale? Ho spesso di allattare definitivamente giovedì 16.12.2010.
Vorrei un secondo figlio più avanti, non voglio lasciarlo solo, ma mi domando se sarei in grado di allattarlo e se sarebbe giusto dare a questo futuro bambino il mio latte, mentre a suo fratello non sono riuscita. Mi domando se sarei in grado di fare il rooming-in, tanto lo ho desiderato, quanto lo odiato alla fine...

Forse ho scritto troppo, ma avevo bisogno di sfogarmi e raccontare il mio fallimento


franziskova
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2855
Iscritto il: dom nov 29, 2009 3:35 pm

Messaggio da franziskova »

un grosso abbraccio. sei stata sfortunata a trovare gente che evidentemente ha sbagliato mestiere.
al secondo figlio farai quello che ti sentirai di fare e gli altri si fottano.
Avatar utente
emamè
Utente
Utente
Messaggi: 4499
Iscritto il: ven set 17, 2010 11:17 pm

Messaggio da emamè »

ehy io vedo le tue foto, Ale è un bel bimbone in salute e felice, di che colpevolizzarsi? è andata come è andata al prossimo figlio vedrai come regolarti, ora goditi quel miracolo di bimbo e malaffaculo alle stronze che non ti hanno capito!
un bacio!
Avatar utente
Lupina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 5906
Iscritto il: mer mar 19, 2008 10:45 pm
Contatta:

Messaggio da Lupina »

Mi dispiace, capisco come ti devi essere sentita.
Per fortuna i figli crescono benissimo con l'amore, meglio che con qualsiasi tettona di questo mondo. E quello a tuo figlio non mancherà di certo.
Col secondo andrà diversamente, ma non fartene un cruccio.
NOn ne vale la pena.
Sere83

Messaggio da Sere83 »

Ora può farvi ridere, ma l'altro giorno ci stavo pensando mentre guardavo Ale che giocava nella palestrina, mi fa paura l'idea di dover riavere le ragadi e non riuscire ad essere aiutata se non riesco a prendere mio figlio in braccio in ospedale.
Avatar utente
dani9\6\08
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1890
Iscritto il: sab feb 28, 2009 11:05 pm

Messaggio da dani9\6\08 »

un abbraccio in primis.
non farti un cruccio perchè per tuo figlio sei la sua bravissima mamma ugualmente.
hai trovato persone sbagliate ma la prossima volta sarà diversa!
thupeda
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 66
Iscritto il: dom mar 20, 2011 6:27 pm

Messaggio da thupeda »

Guardando le foto nella tua firma posso affermalo con certezza: il tuo NON è stato un fallimento, è stata una scelta per il bene del tuo cucciolo. E che bel cucciolo, complimenti! Meglio il latte artificiale e una mamma serena e amorevole, che allattarlo a seno chiedendoti quando si stacca perché fa troppo male. Quando avrai un altro bambino farai sicuramente il suo bene, latte materno o artificiale che sia. Perché gli darai tutto l’amore del mondo, così come fai adesso con suo fratello.
beatrix

Messaggio da beatrix »

thupeda ha scritto:Meglio il latte artificiale e una mamma serena e amorevole, che allattarlo a seno chiedendoti quando si stacca perché fa troppo male.
Quoto e poi... se posso permettermi, ma che stai a pensare alla prossima volta, adesso!

Intanto goditi questo splendore di cucciolone, che cresca a tetta o biberon l'importante è che lui stia bene, che TU stia bene e che vi godiate la vita insieme!

E impara prima che puoi a lasciar perdere suoceri, nonni e chiunque ti dà consigli non richiesti.
Rispondi