Taglio cesareo-Approfondimento.

manu748

Messaggio da manu748 »

ok, io ho avuto elena con un cesareo programmato xchè era podalica e non si è MAI girata
l'esperienza in se per me è stata molto negativa
con la spinale sei consapevole e senti tutto, gli strattoni che ti danno per tirarti fuori utero, scollare gli addominali... senti le parole dei medici che ti trattano come "una delle tante pazienti" "il loro lavoro di routine"
non sei una mamma sei un corpo su cui "operare"
la ripresa però è stata ok, mi sono messa subito in piedi, la cicatrice è sotto i peli del pube e non si vede, ho ripreso la forma fisica

adesso mi dovrò fare un altro cesareo ma comunque sofia è podalica come elena nella stessa esatta posizione e qualcosa mi dice che non si girerà

in questa seconda gravidanza all'inizio o avuto dei dolori percè avevo dei tessuti interni "incollati" delle aderenza causa primo cesareo che però, fino a che l'utero non ha iniziato a ingrandirsi, non si vedevano e non me ne ero accorta
dopo i primi 4 mesi le aderenze si sono "staccate" e adesso non le sento più al tatto e sembra tutto a posto

certo l'esperienza di un nuovo cesareo mi spaventa ma noi mamme siamo in grado di affrontare tutto, per il bene dei nostri figli, alla fine quello che deve essere sarà

:bacio: a tutte



beatrix

Messaggio da beatrix »

Io ho partorito Anna e Tancredi con un cesareo programmato.

In caso di gemelli, si sorveglia la crescita dei feti, e se arrivano a termine si va di naturale, ma se c'è qualche problemino si procede di cesareo. perlomeno, questa era la linea del mio gine e io l'ho sposata in pieno.

Poi al 7mo mese ho cominciato ad avere contrazioni, mi hanno messa a riposo, utero strachiuso ma sempre contrazioni. Alla 35ma settimana ricovero, dieci giorni con fiale di Miolene (anticontrazioni) e monitoraggio mattina e sera. Insomma, mi ero abituata all'idea del cesareo. Non l'ho vissuta affatto come una sconfitta.

A 36 + 6 mi dicono che Anna non sta crescendo più, e che c'è sofferenza fetale, che il giorno dopo tagliano.

Il taglio non è stato enorme, la ripresa non male, il parto cosciente: li ho visti subito, stavano bene, piccolissimi ma belli, rossi come salsiccette.... ne ho un bel ricordo. L'equipe medica gentilissima.

Il recupero non è stato, tutto sommato, malissimo, tranne i primi 3-4 giorni finché non sono riuscita ad andare di corpo. La pancera mi ha aiutata molto (senza non riuscivo nemmeno a muovermi).

Avevo però preso un aiuto giorno e notte per i primi 15 giorni a casa, e devo dire che prbabilmente senza quello nons arebbe stato così facile.

Adesso non è che muoia dalla voglia di farne un altro, ma ormai il mio motto è (scusa Sole....) "in qualche modo da lì devono uscire, e piacevole non è"

Avatar utente
veronica.74
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1381
Iscritto il: gio ago 13, 2009 6:11 pm

Messaggio da veronica.74 »

eccomi all appello
taglio cesareo d urgenza dopo 8 ore di travaglio indotto con ossitocina e poca epidurale ... osterica che andava sempre via dalla sala , dove non saprei .., anestesista super cafone incazz perchè l hanno svegliato per colpa mia :sticazzi: , io unarabbia dentro che non v dico , e poi finalmente cambio turno , ostetrica nuova giovane e preparata si accorge che qualcosa non va. Chiama per fortuna , la mia gine che dice " signora si è dilatata sì ma solo da un lato , cesareo ! "
bè io per" perdonarmi" ci ho messo un bel po' ... mi sentivo sbagliata per non essere riuscita a partorire naturalmente , ma poi piano piano mi sono ripetuta che la cosa davvero importante è che Giulio sia nato sano e senza problemi e che i problemi sono altri ..
Il post operatorio è andato bene e dopo una settimana , quando mi hanno tolto i punti ero come prima . un bacio a tutte

:bacio: :bacio: :bacio: :bacio:

Vero79
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2864
Iscritto il: gio gen 01, 1970 1:00 am

Messaggio da Vero79 »

Avevo scritto un papiro e mi si è cancellato...appena sarò sola riscriverò tutto,con Alicia è impossibile! :flaming:

manu748

Messaggio da manu748 »

veronica.74 ha scritto: ma poi piano piano mi sono ripetuta che la cosa davvero importante è che Giulio sia nato sano e senza problemi e che i problemi sono altri ..
brava!
:bacio: a te!

Flavia

Messaggio da Flavia »

Il mio è stato un cesareo programmato.

Per problemi di salute mi hanno sconsigliato il parto naturale.
L'equipe gentilissima e molto preparata... a me hanno messo punti senza graffette... dolori contenuti e niente di che... del postoperatorio l'unica cosa che ricordo come un incubo era la vena che continuava ad ostruirsi e così c'era un via vai di infermiere per sturarla...

ma quello è un mio problema specifico ho vene piccole mobili e molto infossate.

Avatar utente
Alessia M.
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 7233
Iscritto il: gio gen 17, 2008 4:27 pm

Messaggio da Alessia M. »

Il mio è stato un cesareo programmato a causa di una lieve piastrinopenia, non l'ho mai digerito tanto meno adesso che ho scoperto che è stato assolutamente inutile.

Ho partorito in una clinica privata convenzionata e lì di prassi fanno l'anestesia totale, a me hanno in più fatto anche una trasfusione piastrinica ed io ho visto Adele solo 2 ore dopo.

I dolori che ho avuto sono stati soprattutto dovuti al lettino operatorio ed all'intubazione dell'anestesia totale, avevo dolori lancinanti alle spalle e non potevo muovermi, allattare era una tortura soprattutto per la posizione e nessuno mi aiutava, se chiamavo la nursery dicendo che adele piangeva mi dicevano "venga a prendere il biberon di glucosata!"... insomma anche da un punto di vista psicologico è stato un ricovero terribile.

In più di tanto in tanto passava un'ostetrica o la mia gine e mi faceva le spremiture dell'utero e lì volevo piangere!

Il prossimo parto so già che sarà diverso, non credo mi lasceranno fare un travaglio di prova (qui non sono ancora così evoluti), ma mi faranno la spinale e soprattutto mi sosterranno per l'allattamento.

Avatar utente
Vale80
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 608
Iscritto il: mar lug 29, 2008 6:10 pm

Messaggio da Vale80 »

Ciao care mammine eccomi qua con la mia esperienza: cesareo programmato perchè Edo si è messo in posizione podalica verso la fine e, nonostante i tentativi, come mi ha detto l'anestesista, neanche Houdini avrebbe potuto aiutarci!
L'intervento sia dal punto di vista clinico sia da quello psicologico è andato benissimo (sicuramente buona parte del merito va a quella santa della mia ginecologa che mi ha seguito in maniera splendida).
Anestesia spinale, ho sentito tutto tranne il dolore e in qualche modo mi sono sentita partecipe. Mi hanno dato subito il piccolino per un paio di minuti e poi l'hanno lavato e vestito con il papà.
L'allattamento è partito benissimo un paio d'ore dopo, in stanza.
Il dolore del post operatorio è stato notevole e non sarei riuscita ad alzarmi già nel pomeriggio senza antidolorifici.
Per quest'estate darei la cicatrice quasi per sparita (è davvero un segno accettabile e comunque essendo molto bassa non mi ha mai creato disagio).

Non ho vissuto male questa esperienza anche se la delusione iniziale è stata molta perchè volevo davvero vivere l'esperienza del parto naturale. Avevo già iniziato il corso pre parto, mi sentivo pronta e non ero (ancora!) spaventata all'idea del parto; e soprattutto mio marito era galvanizzato all'idea di assistere e in pratica credo si sia sentito come uno che si allena per 8 mesi alla maratona di New York e il giorno prima prende una storta e scopre di non poter partecipare!!!!
Alessia M. ha scritto:Il prossimo parto so già che sarà diverso, non credo mi lasceranno fare un travaglio di prova
Questo è quello che mi interessa di più.
Ho sempre più voglia di avere un altro bimbo e mi piacerebbe davvero tentare il travaglio di prova e la mia ginecologa non avrebbe nulla in contrario.

Voi che ne pensate?

Rispondi