Taglio cesareo-Approfondimento.

beatrix

Messaggio da beatrix »

Ti posso dire che a me il gine ha detto che se il cesareo è avvenuto dopo un travaglio, si può comunque tentare un parto naturale.

diverso se il cesareo è stato fatto direttamente "da zero".

Accertati però (con la tua ginecologa o con chi ti ha fatto il taglio) di quanto tempo consigliano di aspettare prima di una seconda gravidanza.


elly
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2456
Iscritto il: lun set 02, 2013 3:24 pm

Messaggio da elly »

eccomi anch'io ho fatto il cesareo! e dopo solo 6 ore di travaglio indotto con ossitocina!
mi spiego: la sera alle 22 ero dilatata di 1 cm e mi mandano a casa dicendo torna domani mattina alle 6
Vado in ospedale e mi inducono subito :occhiodibue:
dopo 6 ore ero dilatata di 3 cm ma la piccola non si impegnava e il gina ha detto che era inutile aspettare tanto non sarebbe nata naturalmente!
Ed infatti con il cesareo hanno visto che il cordone la tratteneva in alto.

A volte penso che avrei preferito partorire naturalmente (ovviamente con l'epidurale!!!!), poi mi dico che ho fatto bene ad accettare subito il cesareo ed evitare a mia figlia possibili danni!

un bacio a tutte le cesarine!!!!!
Avatar utente
val3nt1na
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 7170
Iscritto il: mer ago 05, 2009 7:05 pm

Messaggio da val3nt1na »

eccomi.
Lorenzo: cesareo d'urgenza dopo 48 ore di travaglio ( dall'ora di rottura delle acque, considerato travaglio non attivo ma i dolori erano attivissimi!!!!), di cui le ultime 10 di ossitocina in vena, ma con dilatazione ferma a 2 cm.
la ripresa è stata lentissima, i dolori molto forti, perchè venivo da 2 giorni di puro inferno.

Leonardo: cesareo elettivo alla 39° settimana. quando mi hanno chiamato per andare in sala dormivo (!!) ..è stato "bellissimo", ero pronta e mi sono goduta tutto, per quanto si possa godere quello che comunque è un taglio in pancia (purtroppo l'eliminazione delle aderenze ha richiesto un intervento più lungo e avendo fatto la spinale ho dovuto assistere e ascoltare e questo non è stato davvero bello)
...comunque dopo 1 ora muovevo già le gambe e la sera stessa mi sono alzata. tutta un'altra cosa rispetto alla prima esperienza.
sono tornata a casa salendo le scale dell'ingresso, a differenza della prima volta in cui sono entrata piangendo dal male.
anche la ripresa è stata inaspettatamente veloce.

però ora a distanza di un anno ho ancora i "tironi" dei muscoli e problemi all'intestino, oltre ad avere la pancia che cade sopra la cicatrice...e mi sa che per quella non c'è nulla da fare!


la delusione, la rabbia e il senso di colpa per il primo mi ha accompagnato per molti anni.
fortunatamente, col secondo ho vissuto tutto in modo diverso e non sono affatto pentita di aver scelto il cesareo elettivo.
Dilly
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 6079
Iscritto il: sab feb 21, 2009 4:21 pm

Messaggio da Dilly »

Bello questo post!
Ale ma ci credo che io, dopo due anni ho ancora dei problemi alle corde vocali a causa dell'intubazione per l'anestesia generale?
lauras1975
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 546
Iscritto il: mar dic 08, 2009 4:59 pm

Messaggio da lauras1975 »

Ciao, anche io cesareo dopo 26 ore di travaglio perchè nonostante l'ossitocina non mi sono mai dilatata oltre i 3 cm. Poi hanno scoperto che Andrea era trattenuto dal cordone e non sarebbe mai sceso. Dolori sopportabili e già il secondo giorno ero in piedi. Un po' di difficoltà ad allattare sdraiata perchè non riuscivo a stare girata sul fianco. Mi hanno fatto l'epidurale così mi sono goduta il parto ed ho visto subito Andrea. Un po' fastidiose le graffette, ma il taglio è praticamente invisibile adesso.
Avatar utente
Alessia M.
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 7233
Iscritto il: gio gen 17, 2008 4:27 pm

Messaggio da Alessia M. »

Dilly ha scritto:Bello questo post!
Ale ma ci credo che io, dopo due anni ho ancora dei problemi alle corde vocali a causa dell'intubazione per l'anestesia generale?
Una mia amica ha avuto forti dolori alla mascella ed alla gola, io invece li avevo alla schiena, la mia gine diceva che era stato il lettino operatorio, ma nessuna delle mie amiche che hanno partorito con la spinale mi hanno mai parlato di questi dolori.

Secondo me sono sì dovuti al lettino, ma al fatto di esserci sbattuta sopra a peso morto e pure intubata!

Come ti capisco!
Avatar utente
emamè
Utente
Utente
Messaggi: 4499
Iscritto il: ven set 17, 2010 11:17 pm

Messaggio da emamè »

eccomi qui, ho voluto tanto questo post e poi latito!
imperdonabile ma è solo perchè volevo un attimo in cui concentrarmi per leggere bene e scrivere quello che sento, ora Emma dorme in braccio al papi e forse ce la faccio.

Leggo che per la maggior parte di noi il disagio psicologico del taglio è stato quasi peggiore del disagio fisico.
Poi si supera, è vero, però è un trauma, soprattutto quando il cesareo non è programmato.
io credo che ci sia troppo poca informazione, la si vede come una cosa lontanissima da noi e si è impreparate;

a me nessuno aveva mai prospettato quest'evenienza, eppure a detta del chirurgo che mi ha operata ben il 23% dei parti avvengono con taglio cesareo.

E allora perchè, mi chiedo, nessuno ti prepara?
Perchè al corso preparto non c'era una giornata dedicata a questo?
Perchè insomma nessuno ti dice che anche se hai avuto una splendida gravidanza e il tuo bambino è cefalico ciò non è garanzia di parto naturale?

per carità mea culpa che non mi sono informata, ma via, chi si informerebbe delle conseguenze di un incidente d'auto prima di essersi schiantato? ecco io lo vivevo così, il cesareo.

Penso che molta sofferenza si potrebbe evitare solo facendo un po più di informazione;
anche per il papà che si aspetta di assistere al parto e invece si trova fuori da una sala operatoria confuso e spaventato.

Non so io sono ancora incazzata perchè non me l'aspettavo!
Avatar utente
emamè
Utente
Utente
Messaggi: 4499
Iscritto il: ven set 17, 2010 11:17 pm

Messaggio da emamè »

Fisicamente confronto ad un parto normale è comunque faticoso ripigliarsi dal cesareo, in ospedale guardavo con invidia chi aveva partorito il mio stesso giorno con un naturale, erano molto più in forma: io ero tutto un buco, braccia livide, venflon (che odio) nel polso e nell'avambraccio, dieta liquida, the e minestrina x 2giorni, calze antitrombosi, flebo di antidolorifico, ogni colpo di tosse una tortura, l'incubo di fare pipi o rimettere il catetere, insomma me lo sarei risparmiata.

Son passate 2 settimane ma io non è che sono un fiore eh...

porto la pancera perchè senza non mi muovo bene, cammino lentissima, ho questo peso tutto davanti come se mi avessero buttato dentro tutto alla rinfusa e come se gli organi che prima avevano una loro sede ben precisa adesso fossero li tutti sul fondo ammassati.
Voi che dite pancera si o pancera no?


devo fare ancora le iniezioni nella pancia, quelle antitrombosi fino a domani.

devo portare le calze antitrobosi, quelle bianche spesse che fanno male, mi han detto per un mese :occhiodibue:

dicono di non sollevare pesi, pesi di quanto? la bimba nel mei tai la posso portare?

devo camminare? o è meglio di no? fare qualche attività fisica?

mi son rimasti solo 2kg dalla gravidanza, ma sono brutti, tutti di pancia molle e gibbosa una parte che ricade come rimborsata sulla cicatrice, si può fare qualcosa?

la cicatrice è bella, non si vede quasi ma i peli fatti a lametta che ricrescono fanno un prurito allucinante ( oh sarà una cazzata ma è fastidioso eh)

inoltre c'è un punto in corrispondenza dell'ovaia sinistra circa che mi fa davvero male, non sempre ma se mi stiro o tossisco o faccio movimenti strani sento come se qualcosa tirasse e si lacerasse dentro internamente, una specie di bruciore, anche a destra ma maneo intenso, cosa può essere?

vabbè ho fatto un pippone lamentoso...
Rispondi