Aiuto!

Il luogo del pensiero, dell'approfondimento, della discussione; società, politica, religione e tanto altro su cui riflettere, un occhio critico sul mondo che ci circonda.
Avatar utente
Marialisa
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 4574
Iscritto il: mar mag 12, 2009 3:32 pm
Contatta:

Messaggio da Marialisa »

Cara Madda, penso proprio che sia il periodo nero dei TT anche per tuo figlio.

Da come lo descrivi, si comporta esattamente come Matilde.

Anche lei, poi, in questo periodo, snobba la colazione.
Mentre prima si faceva un bel biberon di latte (senza zucchero né biscotti né altro), adesso non lo vuole più... non c'è niente da fare.
E siccome ho visto che assecondandola ho sempre trovato la giusta soluzione, stiamo continuando a fare così.
Io le chiedo quello che vorrebbe mangiare, le propongo tante alternative (e ce ne sono!), passando dal dolce (che settimana scorsa accettava di buon grado, leggasi ciambella noimammosa), al toast con prosciutto, o formaggio, o... come stamattina, alla pizza rossa del forno.

Non so quanto la colazione possa influire sulla ferritina. Penso che se prende già l'integratore tu non debba stressarti per obbligarlo a mangiare.
Evidentemente non ne ha la necessità in quel momento della giornata.

Domanda: nell'arco della giornata ha più appetito? Mangia di gusto, anche se poco?
Chiede di mangiare per fame?

Comunque cerca di stare tranquilla, anche se so benissimo che non è semplice avendo pure il pancione...

Ti abbraccio!!!



Avatar utente
madda77
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 947
Iscritto il: gio apr 16, 2009 10:56 pm

Messaggio da madda77 »

Sheireh ha scritto: Per quanto riguarda la colazione, se lo svegli prima cambia qualcosina? Al nido fanno un qualche tipo di colazione o stanno digiuni fino a pranzo?
Secondo me il discorso ferritina e colazione non fatta non c'entrano granché tra loro. Se dev'essere così terribile fargliela fare e al nido comunque mangiano a metà mattina, lascia perdere.
Inoltre il latte NON è necessario, se trovassi un'alternativa va bene comunque.

Qui da noi va alla grande succo e fetta al latte.
Hai provato con una colazione salata? Toast e spremuta, per esempio?

Per quanto riguarda invece tutto il periodo... hai provato a cercare di essere tu la prima alla mattina a cambiare modo di fare?
Come ti poni con lui? Sei già nervosa perché ti aspetti che sarà difficile? Gli fai pressione,a nche senza volere, facendogli notare ciò che deve fare, che siete in ritardo, che insomma possibile che...?
Per poter avere un cambiamento, magari minimo, ma magari grande, DEVI iniziare da te. Resettandoti ogni mattina, senza aspettarti nulla. Partendo da zero. Con calma, a costo di alzarti un'ora prima.
Ilaria, non posso che quotarti perché razionalmente sono consapevole che il problema della colazione è mio e non suo.
Purtroppo, è un mio limite perché c'ho sta fissa del latte (a casa mia colazione=latte, tanto più se si è piccini), e non riesco a rassegnarmi all'idea che lui possa fare colazioni alternative, pur sapendo che sul piano nutritivo esistono colazioni assolutamente equivalenti e salutari.
so anche che il latte poco o nulla c'entra con il ferro (anzi!).
Sì, probabilmente anche se mi sveglòio con largo anticipo e mi preparo mentre lui dorme ancora, per poi svegliarlo e proporgli la colazione in maniera molto gioiosa e giocosa, lui riesce a percepire la mia "ansia" a che finisca tutta la sua tazza di latte.
Al nido mangiano la frutta alle 9,30 e quella la mangia sempre tutta e volentieri.
Probabilmente devo rassegnarmi all'idea che mio figlio non sia un amante del latte (non lo è mai stato) e riuscire a vincere quello che è un MIO pregiudizio, secondo il quale una colazione senza latte non è degna di essere considerata tale.
Forse già superare questo nostro braccio-di-ferro quotidiano e mattutino potrà allentare molte delle tensioni successive.
Si spera.
per il discorso "marito", invece, anche se ne abbiamo parlato altre volte e lui, razionalmente, condivide i miei discorsi, c'è da lavorarci ancora e tanto.
Grazie comunque a tutte per i consigli ed il sostegno, oggi ne avevo proprio bisogno :bacio:

Avatar utente
madda77
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 947
Iscritto il: gio apr 16, 2009 10:56 pm

Messaggio da madda77 »

Elly ha scritto:io ho sempre odiato la colazione al mattino
e sono stata felicissima quando finalmente mi è stato consentito di non farla più.
mi spiace, ma non so aiutarti perchè mi immedesimo troppo in quel bimbo e in quella tazza di latte...brutti ricordi
Elly, hai proprio ragione, quanto devo essere odiosa quando cerco di fargliela bere ricorrendo ad ogni mezzuccio?
Mi siete state tutte di grande aiuto e vi ringrazio.
Domattina sarà lui a scegliere quello che vuole.
E se non vuole nulla mangerà la frutta all'asilo.

Avatar utente
madda77
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 947
Iscritto il: gio apr 16, 2009 10:56 pm

Messaggio da madda77 »

Sheireh ha scritto:A meno che non vada come anticipatario, direi di no.
Eh no Ilaria, l'anno prossimo Cristian sarà alla materna.
quest'anno è al nido ma nell'ultima classe (quella dei "grandi").
Essendo di febbraio dovevo scegliere se farlo stare con compagni di poco più grandi o di poco più piccoli.
Non è stata unac scelta facile (per fortuna con Giulia nno avrò di questi problemi) ma ho pensato che nel primo caso avrebbe avuto maggiori stimoli.
Certo, c'è anche il rovescio della medaglia: lui al nido è tra i più piccoli (c'è solo un'altra bimba più piccola di lui di un mese) e a quest'età la differenza anche di solo qualche mese si vede eccome!
Però ho cercato di guardare loa cosa anche nel futuro non proprio immediato, pensando ad esempio alle elementari, e ritenendo che sia meglio iniziarla a 5 anni e 1/2 piuttosto che a 6 e 1/2.
poi, vabbè, sono legittime e comprensibili per altrettante valide ragioni anche scelte differenti.

Avatar utente
Sheireh
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 17185
Iscritto il: mar feb 26, 2008 4:35 pm

Messaggio da Sheireh »

madda77 ha scritto:Eh no Ilaria, l'anno prossimo Cristian sarà alla materna.
quest'anno è al nido ma nell'ultima classe (quella dei "grandi").
Essendo di febbraio dovevo scegliere se farlo stare con compagni di poco più grandi o di poco più piccoli.
Non è stata unac scelta facile (per fortuna con Giulia nno avrò di questi problemi) ma ho pensato che nel primo caso avrebbe avuto maggiori stimoli.
Certo, c'è anche il rovescio della medaglia: lui al nido è tra i più piccoli (c'è solo un'altra bimba più piccola di lui di un mese) e a quest'età la differenza anche di solo qualche mese si vede eccome!
Però ho cercato di guardare loa cosa anche nel futuro non proprio immediato, pensando ad esempio alle elementari, e ritenendo che sia meglio iniziarla a 5 anni e 1/2 piuttosto che a 6 e 1/2.
poi, vabbè, sono legittime e comprensibili per altrettante valide ragioni anche scelte differenti.
Ah ecco, noi invece al nido abbiamo 4 sezioni, Arianna quest'anno è nella terza e l'anno prossimo sarà nella quarta e sarà una dei bimbi più grandi.

Ma io invece preferisco farle fare più in là possibile materna ed elementari :cisssss:

Per quanto riguarda il latte, su, fai uno sforzo mentale (io è da 30 anni che non bevo latte, tantomeno a colazione).

carlina
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 321
Iscritto il: mar mar 02, 2010 4:46 pm

Messaggio da carlina »

Leggendo il tuo post..mi sono subito immedesimata!
i ns. figli hanno la stessa età e anche la mia ''piccola'' è incontenibile!
Ma il problema più grosso per me è il papà.Non riesce a non ''consolarla'' quando io mi impongo.Noi ne abbiamo parlato a lungo e lui ammette che sbaglia ma che è più forte di lui in quanto è poco a casa e si sente spesso in ''colpa''.Ora io ho cercato di spiegargli che questo suo atteggiamento in primis fa male alla nostra piccola (oltre che a me ,in quanto mi sento screditata nel mio ruolo di madre).
Devo dire che ultimamente cerca di controllarsi..ma che fatica!!!!

Per quanto riguarda la scuola materna io ho deciso di non mandarla come anticipataria, mi sembra troppo piccola per mandarla alla scuola materna a 2 anni e mezzo.

Smilla

Messaggio da Smilla »

stamattina Edo ha bevuto il suo latte (ma molto meno del solito) in compenso si è mangiato i pomodorini ciliegini (e altro non ha voluto).

Ma gliela devi dare per forza te la colazione? tuo marito non può?


Ti capisco sul resto poichè il cambio del pannolino è diventato uno strazio e cerco sempre di lasciargli un qualche oggetto, gioco, libro per distrarlo un attimo ma è dura

Avatar utente
madda77
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 947
Iscritto il: gio apr 16, 2009 10:56 pm

Messaggio da madda77 »

stamattina siamo andati di fruttolo (2), un grissino e mezzo biscotto saiwa.
diciamo che non rientrava decisamente nel mio concetto di "colazione ottimale" ma mi sono fatta forza e ho lasciato scegliere a lui ogni singolo alimento.
Già quando mi ha indicato il fruttolo (che io tengo in frigo solo per le emergenze: infatti ne compro contata una confezione da 4 e la conservo proprio per le emergenze-emergenze, ovvero quando non vuole nient'altro, visto che quelli gli piacciono tanto tanto) al posto dei mie favoriti yomo, di cui ho il frigo stracolmo, ho tentato inizialmente di dissuaderlo, ma vista la sua decisione, ho lasciato perdere.
per domattina ho fatto scorta di fette al latte, marmellata, cereali e pancarrè (vediamo se riesco almeno a dirottarlo su qualcosa che sia il giusto compromesso tra quello che vuole lui e quello che vorrei io :cisssss: ).
Eh sì, lo ammetto, non riesco a mollare fino in fondo, e già aver (spero momentaneamente) dovuto abbandonare il latte per me è stato davvero un bel sacrificio.
In compenso è stato un'inizio giornata mooooolto più serena, ed ho notato che ha fatto meno capricci del solito.
Vi terrò aggiornate :bacio:

Rispondi