quell'immensa bufala che "imparano dall'esempio"

Il luogo del pensiero, dell'approfondimento, della discussione; società, politica, religione e tanto altro su cui riflettere, un occhio critico sul mondo che ci circonda.
Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

laste ha scritto:Da queste 2 frasi deduco che la pensiamo uguale :tettonaesaurita:
Quindi l'esempio conta.
Non da solo ovviamente ma conta tanto.

Solo con la reprimenda e senza l'esempio si ottiene un bimbo addestrato che dimenticherà l'addrestramento alla prima occasione buona


Avatar utente
Sheireh
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 17185
Iscritto il: mar feb 26, 2008 4:35 pm

Messaggio da Sheireh »

laste ha scritto:Dario e' il contrario, gliene facciamo passare talmente tante con la scusa che "non possiamo sgridarlo sempre porello"
Assorbe il 90% delle nostre energie e dei nostri sforzi, ma soprattutto della nostra pazienza e condiscendenza, pure ora che c'e Irene :occhiodibue:
Ecco, ma proprio questo 90% di cose che gli fate passare. Lo fate e lo avete sempre fatto senza MAI cercare di bloccarle oppure ormai gliele lasciate fare perché non trovate il modo di fermarlo? Perché se lui sente che comunque può farle nonostante i primi divieti, NON può arrivare a capire perché tutte le restanti cose che voi gli vietate non può comunque farle insistendo, come ha fatto con tutto il resto.
laste ha scritto:Ma io ho una domanda su chi sostiene che i figli si sfoghino a causa di un'educazione troppo rigida:perche' nell'esempio dai cognati si sono comportati in tal modo con noi presenti?
Per esempio, Ruggero ha aperto l'armadio dello zio senza pensarci
Non lo ha fatto con cattiveria e infatti non ho mica fatto chissa' che, li ho solo spiegato, con faccia "seria", che non si devono aprire gli armadi in casa d'altri
Non ci vedo ne' da parte sua uno sfogo all'eccessiva repressione (lo ha fatto per cercare qualcosa, senza pensarci) ne' da parte mia eccessiva durezza (gli ho spiegato perche' "non sta bene farlo")
Quello che intendevo dire io e' che io non ho mai aperto e mai lo farei l'armadio in casa altrui, quindi l'esempio non e' servito ad un fico secco
Ma lui SAPEVA che non si poteva aprire un armadio in casa d'altri (che poi altri è un parolone, essendo comunque parenti e quindi di famiglia)?
Cos'ha fatto di male dal SUO punto di vista?

Dici appunto "senza pensarci", per lui era normale fare così, non ci ha visto nulla di male, perché probabilmente non si è mai scontrato con questo problema. Lui ha trovato una soluzione che gli è sembrata logica. Non avrei ritenuto doveroso "sgridarlo", per esempio, ma solo spiegargli perché non si fa.
Avatar utente
laste
Admin
Admin
Messaggi: 8932
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:58 pm
Contatta:

Messaggio da laste »

lenina ha scritto:Quindi l'esempio conta.
Non da solo ovviamente ma conta tanto.

Solo con la reprimenda e senza l'esempio si ottiene un bimbo addestrato che dimenticherà l'addrestramento alla prima occasione buona

ma certo
solo che non e' automatico che se c'e' il buon esempio imparano :ok:
Ecco, ma proprio questo 90% di cose che gli fate passare. Lo fate e lo avete sempre fatto senza MAI cercare di bloccarle oppure ormai gliele lasciate fare perché non trovate il modo di fermarlo? Perché se lui sente che comunque può farle nonostante i primi divieti, NON può arrivare a capire perché tutte le restanti cose che voi gli vietate non può comunque farle insistendo, come ha fatto con tutto il resto.

No no ovviamente ci siamo focalizzati solo su determinate cose, non andiamo random a seconda della stanchezza, so che questo sarebbe deleterio
Sheireh ha scritto: Dici appunto "senza pensarci", per lui era normale fare così, non ci ha visto nulla di male, perché probabilmente non si è mai scontrato con questo problema.

Ad esempio lo aveva gia' fatto a casa di scilla (non so se lei se ne sia accorta, ma io si e gli avevo spiegato perche' e percome non si fa)
Avatar utente
LauraDani
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2545
Iscritto il: mar set 21, 2010 11:54 am

Messaggio da LauraDani »

Io credo che conti l'esempio, sul lungo (lunghisssssssimo) periodo
Io credo che non posso chiedere a mio figlio di dire grazie, prego, per piacere, di non dire parolacce, di non urlare, di non picchiare, se io mi comporto in maniera contraria
Io non credo che valga il contrario
Se la Dani tira i capelli di sua cugina (è successo lunedì pomeriggio) non significa che lo faccia perchè l'ha visto fare da me, da suo padre, dai suoi nonni, dalla tata
Se anche l'avesse visto fare dalla medesima cuginetta di cui sopra, direi che sarà successo 1 volta, a fronte delle milioni di volte in cui NON l'ha visto fare
Però ha fatto quello
Non si è sentita minimamente in colpa
Credo che il "sentirsi in colpa" (chiamiamolo così) potrà venirle solo dal fatto che io le ho detto che non si fa, che non è una cosa bella da fare
Nonostante ciò, lo rifarà
Contrariamente a Lenina (e già l'ho detto) io non associo il rimporvero/la sgridata a un senso di rabbia, di risentimento, di offesa da parte dell'adulto
Spiegare le cose è un conto
Dire: "non si fa, è sbagliato" è una cosa diversa
Dire: "hai visto cosa è successo? La prossima volta ricordati di chiedere così non si rovescia più" può andare bene, ma non c'è bisogno di ripetere la spiegazione ogni volta, credo che mio figlio abbia compreso, solo che è più comodo, più facile prendere la cosa che vuoi subito quando la vuoi
L'autocontrollo si impara, secondo me, piano piano, ma si impara
I bambini non ci nascono, e per fortuna
Sapersi controllare, sapersi contenere, è faticoso, noioso e poco divertente
Per cui io mi aspetto che i bambini non si sappiano contenere
E mi aspetto che la loro mamma dica loro, ogni volta, che così non si fa, che non va bene, che è sbagliato
Negare che i bambini non facciano certe cose solo perchè non le hanno capite secondo me è sottovalutare le loro capacità
Le hanno capite, e preferiscono abbuffarsi di dolci piuttosto che no: mi sembra normale ;)
Mi sembra normale perchè anche io preferirei abbuffarmi di dolci
Ma mi "tengo", per buona educazione nei miei e altrui confronti, non per altro
Avatar utente
Sheireh
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 17185
Iscritto il: mar feb 26, 2008 4:35 pm

Messaggio da Sheireh »

LauraDani ha scritto:Negare che i bambini non facciano certe cose solo perchè non le hanno capite secondo me è sottovalutare le loro capacità
Le hanno capite, e preferiscono abbuffarsi di dolci piuttosto che no: mi sembra normale ;)
Mi sembra normale perchè anche io preferirei abbuffarmi di dolci
Ma mi "tengo", per buona educazione nei miei e altrui confronti, non per altro
Finché non ne avranno compreso il motivo e finché non saranno d'accordo (a meno che appunto non lo facciano per far piacere all'adulto o per sua paura). E' tutto lì e va molto oltre al fatto di capire che non si fa. C'è il perché e l'accettazione del perché (motivo per cui non tutte le cose che si cerca di insegnare vengono accettate nemmeno nel futuro).
Avatar utente
laste
Admin
Admin
Messaggi: 8932
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:58 pm
Contatta:

Messaggio da laste »

Un inchino a LauraDani
Con l'unico appunto che tua figlia e' piccola e sfido chiunque a pensare che picchia perche' ha l'esempio dei genitori ahahah
Come minimo di me dovrebbero pensare che mordo :sticazzi:
Di certo io parlavo di bambini grandicelli, dai 4-5 anni in su
Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

Sheireh ha scritto:Finché non ne avranno compreso il motivo e finché non saranno d'accordo (a meno che appunto non lo facciano per far piacere all'adulto o per sua paura). E' tutto lì e va molto oltre al fatto di capire che non si fa. C'è il perché e l'accettazione del perché (motivo per cui non tutte le cose che si cerca di insegnare vengono accettate nemmeno nel futuro).

aggiungo che le cose per cui venivo sgridata ma di cui non ho compreso il motivo le faccio ancora adesso.
beatrix

Messaggio da beatrix »

Mi piace tantissimo questa disussione.

Tante volte (parlo per noi eh) ci comportiamo in maniera automatica son Anna e Tancredi, senza pensare alle mille sfaccettature pedagogiche, e mi piacciono molto i vostri approfondimenti.

Vorrei fare un piiiiiccolo OT: qui Anna ha cominciato a "rimproverare" Tancredi.
("Cancledi, quetta cosa non si fa!")

E questo, sicuramente lo hanno imparato da noi........... sigh
Rispondi