Non so che fare...

...linee, punti, sfere, in essere e in divenire
Rispondi

Hai mai avuto gravidanze andate bene in seguito ad aborti?

Sì, 1 aborto seguito da uno o più bambini (età aborto <38 anni)
2
33%
Sì, 1 aborto seguito da uno o più bambini (età aborto >38 anni)
0
Nessun voto
Sì, 2 aborti seguiti da uno o più bambini (età aborti <38 anni)
0
Nessun voto
Sì, 2 aborti seguiti da uno o più bambini (età aborti >38 anni
0
Nessun voto
No, non ho mai avuto aborti
4
67%
Non ho mai avuto gravidanze!
0
Nessun voto
 
Voti totali: 6

Mel71
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 2
Iscritto il: gio mar 24, 2011 12:37 pm

Non so che fare...

Messaggio da Mel71 »

...a dire il vero non so neanche se il forum sia quello giusto, ma ho bisogno di un consiglio.
La mia storia ho: 40 anni e 4 gravidanze alle spalle.
Le prime due avute a 29 e 31 anni esitate in due meravigliosi bambini, mia gioia e consolazione.
Le seconde due, avute a 39 anni e a 39 anni e dieci mesi esitate in due aborti ritenuti, entrambi alla nona settimana. In entrambe si era formato l'embrione e in entrambe le gravidanze a sei settimana si era visto chiaramente il battito.
Avendo già due bambini, il ginecologo mi dice di non aver paura, se voglio il terzo bambino ce la farò. Ho avuto solo sfortuna.
Ma mi chiedo: è solo sfortuna?
Non è che mi sono rimasti solo ovociti difettosi, che vengono fecondati facilmente ma non sono adatti alla vita?


MAMMANANCY

Messaggio da MAMMANANCY »

Ciao, onestamente non ho esperienze in merito, non credo sia possibile ti siano rimasti solo "ovociti difettosi" come li definisci tu, credo piuttosto che bisognerebbe indagare, se ci sono, sulle cause dei due aborti, potrebbe essere subentrata qualche carenza fisica che rende inadatto l'ambiente allo sviluppo dell'embrione, credo che sia un po' superficiale da parte di un medico dire ad una paziente "geneticamente" non più giovanissima e con 2 gravidanze alle spalle andate a buon fine semplicemente "sei stata sfortunata". Quindi personalmente se desideri veramente il 3° figlio valuterei la possibilità di cambiare medico e nel frattempo continuerei a "non prendere precauzioni", in bocca al lupo
susialle

Messaggio da susialle »

PULCINO07 ha scritto:Ciao, onestamente non ho esperienze in merito, non credo sia possibile ti siano rimasti solo "ovociti difettosi" come li definisci tu, credo piuttosto che bisognerebbe indagare, se ci sono, sulle cause dei due aborti, potrebbe essere subentrata qualche carenza fisica che rende inadatto l'ambiente allo sviluppo dell'embrione, credo che sia un po' superficiale da parte di un medico dire ad una paziente "geneticamente" non più giovanissima e con 2 gravidanze alle spalle andate a buon fine semplicemente "sei stata sfortunata". Quindi personalmente se desideri veramente il 3° figlio valuterei la possibilità di cambiare medico e nel frattempo continuerei a "non prendere precauzioni", in bocca al lupo
sono d'accordo
Mel71
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 2
Iscritto il: gio mar 24, 2011 12:37 pm

... carenze?

Messaggio da Mel71 »

Innanzitutto grazie per la risposta.
Anche io la penso come te, ma dopo il primo aborto ho chiesto pareri a 3 ginecologi diversi e solo i ginecologi sentiti online (altri due) mi suggerivano di indagare.
Quelli che invece mi hanno vista e visitata (ho fatto ecografie ed esami) hanno sempre escluso problemi al di là dell'età, che un po', inutile negarlo, è un problema.
In particolare hanno escluse infezioni non curate (con esami di laboratorio) e problemi di tiroide.
Alcune malattie come il lupus dicono che è difficile che emerga solo in gravidanza... dovrei avere altre manifestazioni... e comunque il mio deficit della coagulazione, che mi porta a essere soggetta a emorragie, mi dovrebbe proteggere in questo senso...
Una cosa che potrebbe aiutarmi è il cariotipo dei due embrioni, ma disgraziatamente la prima volta non l'avevo chiesto... e la seconda volta non sono riusciti a identificarlo tra il materiale del raschiamento...
Avevo pensato a una carenza di progesterone, ma addirittura una ginecologa mi ha detto che le ultime raccomandazioni sono di non somministrarlo perché non è provata l'utilità...
MariannaMJ

Messaggio da MariannaMJ »

io ti consiglio di non sentire solo ginecologi ma anche, magari, un endocrinologo. se lavorano insieme è anche meglio.

le cause (potenziali) della poliabortività sono molteplici, i protocolli di ricerca in un caso come il tuo (poliabortività dopo gravidanze finalizzate) sono chiari per gli specialisti che ci lavorano e vanno a scandagliare parecchie aree - da malattie autoimmuni a fattori di trombofilia, tanto per dirne due.

poi magari la causa non c'è, ma se ci fosse è meglio saperla prima che tardi.
Rispondi