Sfogo: non riconosco più mio marito, che devo fare?

Il luogo del pensiero, dell'approfondimento, della discussione; società, politica, religione e tanto altro su cui riflettere, un occhio critico sul mondo che ci circonda.
Lotte597
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1261
Iscritto il: sab set 26, 2009 4:22 pm

Sfogo: non riconosco più mio marito, che devo fare?

Messaggio da Lotte597 »

Ciao a tutte,
scusate se userò questa pagina per sfogarmi ma non so con chi altro farlo. Amo mio marito, siamo sempre stati una coppia felice e complice, ci siamo sostenuti in circostanze anche veramente dure ed anche in momenti in cui se me lo avessero detto in teoria avrei giurato che per me in quel caso un matrimonio finiva...e invece no...noi - con fatica - ma ce l'abbiamo fatta. E poi, tornata l'armonia, è arrivata la nostra bambina. In teoria tutto bene e tutto bello, lui è un padre tenero e la adora, in questo primo anno ci sono stati momenti in cui si è comportato in maniera strana (tipo all'inizio non voleva assolutamente la bimba nel lettone e mi ha costretto ad alzarmi infinite volte a notte per allattarla nonostante una quantita infinita di punti) ma sono stati sempre limitati e poi magari si è scusato...mi sono immaginata che anche per lui non fosse facile, la grossa novità, la vita cambiata, magari un pò di gelosia per le attenzioni che prima erano tutte per lui e ora invece sono virate sulla bimba. Comunque i momenti di 'crisi' sono passati, certo abbiamo litigato più in questo anno che da quando ci conosciamo, ma credo sia normale....

....solo che ora la cosa sta peggiorando. La bimba ha quasi un anno e più cresce più i motivi di conflitto aumentano. Al non voler che dorma nel lettone (cui si accompagna comunque il 'te l'avevo detto' per non aver voluto 'insegnarle' ad addormentarsi da sola facendola piangere) si è aggiunto il non voler che giochi con il cibo (perchè si insudicia, perchè sporca in terra e il seggiolone - nemmeno pulisse lui- , perchè 'deve capire che con il mangiare non si gioca'), il non voler che la prenda in braccio se smania che si vuol alzare, il non voler che le dia da assaggiare le nostre pietanze (io non faccio un vero e proprio autosvezzamento, non sono nemmeno così ben informata al riguardo, ma ora che ha introdotto tutti gli alimenti mi fa piacere che segua la sua curiosità e assaggi le cose, lei ne è felice e gradisce di più, ad esempio, una strisciolina di carne data in mano piuttosto alla pappetta con la carne), il non voler che assaggi durante la nostra cena (perchè altrimenti ingrassa!! ora, tenete presente che noi ceniamo verso le 21.30 perchè lui torna da lavoro a quell'ora...la bimba cena alle 19.30/20 ma quando ci vede a tavola è curiosa e per lei è quasi un gioco rosicchiare un pezzettino di pane, o una strisciolina di carne o mangiare qualche pisellino...mica fa un pasto completo...forse è sbagliato vista l'ora ma non credo sia quello che la farà diventare obesa da grande!!!)

Io credo che certe sue fissazioni vengano da lontano. Dice sempre che non vuol che faccia come lui che fino quasi alle elementari ha dormito nel lettone e che era obeso da piccolo, ma ho sempre pensato che si potesse mediare. Mica faccio tutto come vorrei...però lui dice che è così, che non rispetto le sue idee, che faccio finta di non sentirlo...mentre io mi sento come se stessi camminando in un campo minato e ad ogni passo posso far scopiare una bomba: le regole per la bambina, il pulire tutto prima che torni se ha mangiato con le manine, lo stare strizzata nella mia metà di letto con lei se delle volte la metti nel lettone in via eccezionale, ma anche altre cose: i piatti in rigoroso ordine di colore e altezza, il mangiare del gatto che non deve essere avvicinato al mobile della cucina, ecc. So che ci sono cose su cui ha ragione (ad esempio io sono sprecisa) ma su altre esagera perchè sempra diventato un maniaco del controllo mentre l'ho amato da subito proprio perchè esprimeva gioia di vivere e mi faceva sentire libera.

Da un paio di giorni c'è qualcosa di brutto: mi tiene il muso anche se non so cosa gli ho fatto. Qualsiasi pretesto è buono per brontolare e arrabbiarsi e dire che non lo ascolto e lo mortifico (ieri avevamo il vaccino della piccola, io ho preso due ore a lavoro per accompagnarli e lui si è incazzato perchè 'non è mica sola, fai sempre tragedie come se tu l'abbandonassi'..non ho fatto tragedie, mi sono organizzata con il turno per poter uscire e andare al distretto perchè VOGLIO esserci, non perchè non credo che lui sia all'altezza; oggi gli ho lasciato il pesce già cotto al vapore in frigo insieme alle verdure per il pranzo, chiamo per dirgli di controllare le lische e si arrabbia perchè 'come lo avevi già cotto te? perchè? l'ho rimesso nell'omogeneizzatore'...ma che non si vede se un pezzo di nasello è crudo o cotto???????). Si arrabbia se mi addormento alla tv - sono stanca -, si arrabbia se mi alzo se la bimba chiama - chiama mamma, cosa faccio? fingo di non sentire? -, dice sempre che non devo massacrarmi per fare tutto ma poi ieri sera si è infuriato perchè per stare dietro a lei che era più nervosa (credo a causa del vaccino) la cena non era pronta (ma era all'80%) e non avevo ripulito la zona seggiolone.
Stanotte, poi, l'apice. Oggi lui è libero e io invece ero di turno prestissimo. Mi ha detto che si sarebbe alzato lui. La prima volta che si è svegliata si è alzato, ma non l'ha portata in giro per casa, è rimasto in camera e io non mi sono potuta riaddormentare. Poi l'ha messa giù che ancora non era addormentata, si è risvegliata, le ha dato un pupazzino che l'ha messa buona due minuti ma poi ha ricominciato a piagnucolare, a quel punto - lui era tornato a letto - mi sono alzata io...ed è venuto a inseguirmi fino in salotto a brontolare 'ridammi la bambina, avevamo detto che ci pensavo io', mi è toccato supplicarlo di tornare a letto..ma l'ha presa male e quando poi c'è stato da rialzarsi, verso le 6, si è alzato lui ma ha tirato una botta così forte al lettino (è vero, resta nel mezzo alla stanza e dà noia, ma la camera è piccola....mica è una colpa....è un dato di fatto) che è rimbalzato contro il lettone e mi ha colpito un polso, con grosso dolore e fastidio....e in tutto questo lei piangeva più forte e io non potevo alzarmi sennò avrei scatenato la terza guerra mondiale....

che devo fare???? gli chiedo cosa ha e dice che è perchè non rispetto le sue idee su come crescerla. Ma non è vero, non sono così autoritaria...solo che ci passo insieme molto più tempo di lui ed è normale che mi comporti come mi viene spontaneo e come ritengo giusto......e poi è MIA figlia, sulle cose che ritengo utili o comunque buone per la sua crescita e la sua serenità non posso cedere più di quello che ho già fatto...

scusate lo sfogo ma non sapevo con chi altro parlare...lui in realtà è un buono, un bravo padre e marito, ma ha una rabbia repressa che talvolta esce e lo trasforma...di solito si risolve in qualche urlaccio contro di me ma poi si accorge di avermi usata come capro espiatorio e si scusa...penso capiti a tutti...ma ora la situazione mi sembra peggiorata e soprattutto lo scontro è su un terreno - la bambina - sul quale non voglio che ci siano tensioni o latro. E' così serena e felice, voglio preservarla...


anna lisa75
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 23
Iscritto il: ven mar 11, 2011 12:19 pm

Messaggio da anna lisa75 »

a volte i padri non si sentono all'altezza e quindi tirnao fuori regole ferree e consigli e se le prendono con le mamme che invece pensano di essere loro le uniche depositarie delle cose giuste da fare con i figli. Spesso è così, l'istinto della mamma ha quais sempre ragione ma non dobbiamo sentirci Dio. Io ho risocntrato che mio marito a volte è stato piàù bravo di me e per capirlo mi sono dovuta forzare e lasciarlo fare. SE però le regole che lui vuole dare per te non sono giuste, dovete palrare voi due su come intendete educare la bambina perchè questa incoerenza tra voi le nuocerà se non subito tra un pò quando uno dice per a el'altor mela...magari davanti a lei. Attenti perchè l'unione fa la forza, qualunque metodo scegliate di usare dovete essere concordi prima voi due. Non estraniare tuo marito, digli che capisci che avete due punti di vista diversi e digli che per alcune cose proverai a fare come dice lui, sarà lui stesso che ti dirà che hai ragione non poenso che volgia il male della vostra bambina. Riacquista fiducia in lui, per me si sente allontanato d ate che sei LA MAMMA.. e forse sei solo LA MAMMA, non sei anche IL BABBO, cerca di dargli una possibilità. I babbi sono fantastici con i figli!
Lotte597
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1261
Iscritto il: sab set 26, 2009 4:22 pm

Messaggio da Lotte597 »

anna lisa75 ha scritto:a volte i padri non si sentono all'altezza e quindi tirnao fuori regole ferree e consigli e se le prendono con le mamme che invece pensano di essere loro le uniche depositarie delle cose giuste da fare con i figli. Spesso è così, l'istinto della mamma ha quais sempre ragione ma non dobbiamo sentirci Dio. Io ho risocntrato che mio marito a volte è stato piàù bravo di me e per capirlo mi sono dovuta forzare e lasciarlo fare. SE però le regole che lui vuole dare per te non sono giuste, dovete palrare voi due su come intendete educare la bambina perchè questa incoerenza tra voi le nuocerà se non subito tra un pò quando uno dice per a el'altor mela...magari davanti a lei. Attenti perchè l'unione fa la forza, qualunque metodo scegliate di usare dovete essere concordi prima voi due. Non estraniare tuo marito, digli che capisci che avete due punti di vista diversi e digli che per alcune cose proverai a fare come dice lui, sarà lui stesso che ti dirà che hai ragione non poenso che volgia il male della vostra bambina. Riacquista fiducia in lui, per me si sente allontanato d ate che sei LA MAMMA.. e forse sei solo LA MAMMA, non sei anche IL BABBO, cerca di dargli una possibilità. I babbi sono fantastici con i figli!
Guarda, ti assicuro che lui non la bimba è fantastico! ne sono consapevole. E non voglio fare confusione nei ruoli, io sono certa che su tante cose fa meglio di me e comuqnue sono certa del fatto che dobbiamo dare indicazioni univoche alla bimba, cercando un compromesso tra i nostri punti di vista. ...e secondo me il compromesso lo abbiamo trovato in quella sorta di 'campo minato' fatto di regole sue nelle quali comunque io mi muovo rispettando il confine....solo che ci sono dei momenti in cui sembra sovraccarico di tensioni e allora questi compromessi non gli vanno più bene e sembra cercare lo scontro. Anche questa cosa del pesce di oggi: ma che colpa ne ho io se non ti sei accorto che il pesce era già cotto???????

sono questi momenti in cui non so cosa fare...
Avatar utente
nanà
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 7359
Iscritto il: dom dic 07, 2008 4:35 pm

Messaggio da nanà »

Capita spesso che non ci si trovi entrambi sul modo dicrescere i figli.
A noi è successo i primi giorni,completamente inesperti..stiamo facendo bene arispondere ogni volta che piange?
Lo stiamo viziando?altri dubbi:ma sto facendo bene a dargli il seno sempre e comunque come risposta ai suoi bisogni?
beh tidico che a volte abbiamo dubitato,abbiamo litigato...discusso...
Noi eravamo oppressi da una marea di pregiudizi e frasi fatte(ah se lo prti nel lettone non te lo togli piu).
Beh allafine...ci siamo informati sull allattamento,sul cosleeping...su tutto tutto...io perprima grazie a questo forum ho conosciuto unarealtà diversa,eho trasmesso tutto a mio marito,che ora è il primo a darmi ragione e a difenderci dalle critiche.
Io non ti conosco bene,ma credo che anche tuo marito si lascitrasportare un pò dai pregiudizi...e magri sarebbebello e divertente lasciars un pò andare...le coccole nel lettone tutti insieme,saltare sul letto,impiastricciarsi col cibo a tavola e sporcare mamma e papà(a volte mio figlio ci imbocca ed è divertente)
certo pulire aterra non è il massimo...il mio fa tanto disordine....ma allafine...che male c'è?
kikkacdc

Messaggio da kikkacdc »

:abbraccio: Bè è sicuramente una situazione molto delicata, però da quello che dici l'esagerato è lui, è davvero troppo pignolo e deve riuscire a capire che con i bambini piccoli tante regole non si possono avere e che tante cose che fai tu non sono vizi ma accogliere un bisogno di vostra figlia in un momento di disagio.
Secondo me dovete parlarne viso a viso,con calma e devi cercare di fargli capire che quello che è capitato a lui non per forza deve succedere a vostra figlia, anche la paura dell'obesità è esagerata, spiegagli che il rischio obesità è dato dal mangiare troppe pastine, bibite, e comunque cibi grassi in generale, se la piccola assaggia il vostro cibo sano non le fa di certo male. In più come dici bene tu,le sue esigenze le sai e le capisci meglio di lui visto che ci passi più tempo.
Non so se ti ho consigliata bene però la situazione è delicata e tuo marito lo conosci solo tu e sai come prenderlo.
Spero di rileggerti più serena :bacio:
Avatar utente
ziska
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1234
Iscritto il: ven apr 09, 2010 2:20 pm

Messaggio da ziska »

Pam, ricordati che sempre che la figlia è di tutti e due, non è soltanto tua figlia.
Ricordati che anche lui ha a cuore il benessere di vostra figlia, lascialo fare da solo ogni tanto perchè non credo che possa metterla in pericolo.
Se lui ti dice di non alzarti, lascialo fare e vedrai che troverà anche lui il suo "metodo". E' vero che tu passi più tempo insieme alla piccola rispetto a lui, ma proprio per questo motivo devi dargli la possibilità, quando è a casa, di conoscere a fondo anche lui vostra figlia.
Te lo dico per esperienza, perchè anche io ho fatto l'errore talvolta di "sopraffare" il mio compagno con le mie decisioni, ma ha portato solo a tanti litigi inutili e basta. Invece bisogna giungere a compromessi, cercando di fargli digerire piano piano le cose che secondo te sono comunque più importanti.
Ricordo che anche il mio compagno non voleva che Lorenzo prendesse il cibo con le mani o che provasse a mangiare da solo anche con il cucchiaino perchè si insudiciava tutto... con molta calma e pazienza ho cercato di spiegargli che nostro figlio doveva "sperimentare" per imparare a mangiare senza insudiciarsi e a forza di insistere sono riuscita a convincerlo e ora Lorenzo mangia benissimo da solo e lui ne va mooolto fiero!
Ti posso chiedere come mai "omogeneizzate" ancora gli alimenti per la tua bimba? Mi sembra di aver letto che ha 11 mesi...
Lotte597
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1261
Iscritto il: sab set 26, 2009 4:22 pm

Messaggio da Lotte597 »

ziska ha scritto: Ti posso chiedere come mai "omogeneizzate" ancora gli alimenti per la tua bimba? Mi sembra di aver letto che ha 11 mesi...
non li omogeneizziamo, ma usiamo l'omogeneizzatore per cuocerli a vapore perchè è molto comodo e dato che c'è tanto vale usarlo anche ora che ha finito la sua funzione originaria...
Avatar utente
ziska
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1234
Iscritto il: ven apr 09, 2010 2:20 pm

Messaggio da ziska »

Pam597 ha scritto:non li omogeneizziamo, ma usiamo l'omogeneizzatore per cuocerli a vapore perchè è molto comodo e dato che c'è tanto vale usarlo anche ora che ha finito la sua funzione originaria...
Ah, ok. Scusa.
Rispondi