Rientro al lavoro a 4 mesi: svezzamento?

thupeda
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 66
Iscritto il: dom mar 20, 2011 6:27 pm

Rientro al lavoro a 4 mesi: svezzamento?

Messaggio da thupeda »

Ciao a tutte! Questo è il mio primo messaggio sul forum, anche se vi leggo da mesi, dato che ho sempre trovato informazioni utili ed esaurienti, soprattutto sull’allattamento. Adesso però avrei bisogno di un vostro consiglio di mamme con esperienza sull’inizio dello svezzamento (o meglio divezzamento?). Ho una bimba che il mese prossimo compierà 4 mesi. Purtroppo il mese prossimo scadrà anche la maternità obbligatoria, quindi dovrò rientrare al lavoro. Pur utilizzando le 2 ore per l’allattamento, starò fuori casa 8 ore o anche di più (per raggiungere il posto di lavoro ci metto 1 ora, se i treni sono in orario). La bimba in questo periodo rimarrà con i nonni. Il mio dubbio è se iniziare o meno lo svezzamento, visto che la bimba è ancora piccola. Premetto che attualmente la sto allattando esclusivamente al seno. La pediatra mi ha consigliato un latte artificiale e di iniziare un paio di settimane prima di rientrare al lavoro con 1/2 mela o 1/2 pera grattugiata. Non so se ascoltare la pediatra e dare la frutta alla mia bimba già da 3 mesi e mezzo o aspettare i sei mesi e darle nel frattempo solo il latte artificiale e, quando sono a casa, continuare con l’allattamento al seno?
Qualcuna di voi è dovuta rientrare così presto al lavoro per 8 ore? Come avete fatto? E’ possibile tirarsi tanto latte da non dove ricorrere all’artificiale?


Avatar utente
Sheireh
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 17185
Iscritto il: mar feb 26, 2008 4:35 pm

Messaggio da Sheireh »

E' troppo presto per iniziare lo svezzamento.

La cosa migliore da fare è darle latte in tua assenza, che sia tuo (se riesci a tirarlo) o che sia latte artificiale, sempre a richiesta anche in questo caso.

Al tuo ritorno a casa, tua figlia potrà tranquillamente continuare a poppare dal tuo seno, che si adatterà alle nuove richieste.
I primi giorni potresti avere dei fastidi al seno dopo alcune ore di lontananza, puoi spremere un pochino di latte manualmente se ti dà dolore.

Tirarsi il latte è possibile, ma ritengo che ormai sia troppo tardi per poter fare scorte sufficienti, in quanto devi avere il tempo di aumentare la tua produzione usando il tiralatte molte volte al giorno, sperando oltretutto che il tuo seno lo riconosca come "bimbo succhiante", cosa assolutamente non detta.
Inoltre dovresti continuare a tirarti il latte anche al lavoro, per poter mantenere la produzione e ricalibrare le scorte a casa.

Se non ha mai preso biberon NON fare prove, né tu né con te presente, perché non capirebbe perché cerchi di rifilarle qualcosa di diverso dal seno quando pretende quello (e lei SA che se ci sei il seno c'è, diverso è quando non ci sei).
E' comunque inutile fare prove in senso generale, perché se non accetta il biberon ora non è detto che non lo accetti fra un mese, e se non lo accettasse mai il latte le può venire somministrato con un bicchierino o tramite cucchiaino (sempre meglio che iniziare con uno svezzamento molto anticipato, soprattutto con cose che non nutrono, come la frutta).

Ti è proprio impossibile valutare un po' di facoltativa, immagino :marika:
Avatar utente
Linda Eva
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2985
Iscritto il: dom gen 09, 2011 5:46 pm

Messaggio da Linda Eva »

thupeda ha scritto: Non so se ascoltare la pediatra e dare la frutta alla mia bimba già da 3 mesi e mezzo o aspettare i sei mesi e darle nel frattempo solo il latte artificiale e, quando sono a casa, continuare con l’allattamento al seno?
Aspettando le esperte, posso dirti che IN OGNI CASO L'ALLATTAMENTO, anche se artificiale è l'unica cosa naturale e scientificamente adatta ad una bambina così piccola. Se hai avuto di questi dubbi e ci segui da mesi, forse l'avevi già capito.

Fai bene a dubitare della necessità di introdurre frutta, era una pratica necessaria parecchi decenni fa quando il latte vaccino "trasformato" in artificiale si impoveriva di vitamine ed era necessario al più presto iniziare ad introdurne in quel modo. Poi è rimasta la prassi (consuetudine, non scienza) per iniziare lo svezzamento soprattutto se (purtroppo) precoce.

So che molte madri si tirano sufficiente latte da fare a meno di quello artif, ma non fartene un cruccio. Anche quello artificiale, oggi, è il miglior alimento per un bambino dopo quello della mamma!!!!
:bacio:
Avatar utente
Linda Eva
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2985
Iscritto il: dom gen 09, 2011 5:46 pm

Messaggio da Linda Eva »

Esperte efficientissssime e velocissime!!! :ok: :ok: :ok:
Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

Quoto sheireh.
E per il biberon ti consiglio poi di usare questo (CALMA DELLA MEDELA)
http://www.farmaciacavaglia.it/medela

Per i bimbi allattati al seno è più semplice da usare perchè mantiene la stessa modalità di suzione.
Avatar utente
la yle
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3291
Iscritto il: gio ago 23, 2007 3:03 pm

Messaggio da la yle »

se al lavoro riesci a toglierti il latte, ci sono anche in vendita kit con borsa termica e ghiaccini per la conservazione e tiralatte (io usavo quello avent e mi sono trovata benissimo)
thupeda
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 66
Iscritto il: dom mar 20, 2011 6:27 pm

Messaggio da thupeda »

Che tempestività!!! Grazie!
Sto provando a tirarmi il latte con un tiralatte manuale; volevo fare un po’ di scorte per i primi giorni di lavoro per continuare a tirarmelo al lavoro. Però tirarmi più di 50-60 ml è dura. E diventa anche frustrante… Non so se noleggiare un tiralatte elettrico in farmacia e provare anche con quello o lasciar stare.
Il mio non è stato un allattamento facile e non voglio demoralizzarmi di nuovo se non riesco a tirare quantità sufficienti. Se continuo ad allattare esclusivamente al seno e anche grazie a voi, alle storie e ai consigli che ho trovato sul forum. Per farla breve: la mia bimba, pur essendo nata di 3,700 kg, ha sempre preso poco peso, mantenendosi intorno al 25 percentile. Inizialmente la pediatra, dato che la bimba non aveva recuperato il calo fisiologico dopo 2 settimane dalla dimissione e dato che io probabilmente sembravo (ero) molto preoccupata e stressata, mi aveva consigliato un’aggiunta serale di artificiale, consiglio che però ho ignorato. La bimba ha continuato a crescere poco, intorno a 120 g a settimana (solo al 2° mese è cresciuta un po’ di più). Ma dato che di giorno è vivacissima, la notte dorme tranquilla, insomma sta molto bene, io ho continuato ad allattarla esclusivamente al seno, confidando nelle sue capacità di autoregolarsi (come più volte ribadito anche sul forum). Però ogni tanto il dubbio di non avere molto latte mi assale.
Con la frutta mi avete rincuorato. Dirò alla pediatra che non me la sono sentita. Per quanto riguarda il latte artificiale, ci sono grosse differenze tra un latte e un altro? La mia pediatra mi ha detto di prendere il Digest della Humana (anche se la mia bimba non ha mai sofferto di coliche), in ospedale ci avevano consigliato il Plasmon 1.
Avatar utente
Sheireh
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 17185
Iscritto il: mar feb 26, 2008 4:35 pm

Messaggio da Sheireh »

No, puoi prendere un qualsiasi latte 1, poi dipenderà anche dai suoi gusti...
Rispondi