Il suono di mille silenzi

Gli svaghi delle Noimamme
Rispondi
Avatar utente
la eli
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 5046
Iscritto il: lun set 28, 2009 12:03 pm
Contatta:

Il suono di mille silenzi

Messaggio da la eli »

[CENTER]Immagine

[LEFT]Trama (tratta da IBS)
Sua madre - una donna fredda e dura, che lei ha visto solo in rare occasioni ha partorito e abbandonato undici figli. Lei è la decima. Da subito, non ha diritto a nulla, né a una casa, né a una famiglia. Nemmeno il nome le appartiene. Perché Emma le viene assegnato dalle suore il giorno del suo ingresso nell'istituto che accoglie un migliaio di bambine come lei. Un luogo di deprivazione e di autentico terrore dove, su tutto, domina un innaturale silenzio. La vita delle piccole ospiti, del tutto priva di amore, di un qualsiasi gesto di affetto, è fatta della crudele monotonia che scandisce ogni giorno. Mai un gioco, una bambola, una fiaba. Solo regole inflessibili e punizioni corporali, cui si aggiungono più sottili tormenti e vessazioni psicologiche. Nell'istituto - i famigerati "collegi" menzionati come spauracchio a generazioni di bambini - le bimbe non hanno alcun contatto con l'esterno.
L'ho iniziato ieri sera e ne ho già letto più della metà.

L'autrice ha un modo di scrivere che non mi piace molto a pelle. E' sintetica, sembra frettolosa.
Mi sono fatta l'idea però che sia uno stile voluto.
L'unico modo che ha trovato per parlare di cosa le è successo da bambina.
Il libro ha dei contenuti forti, è un pugno nello stomaco.

Lo consiglio.
[/LEFT]
[/CENTER]



Avatar utente
Rie
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 7933
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:51 pm

Messaggio da Rie »

L'hai finito?

In questo momento mi sembra un po' troppo duro, non me la sento.
Ma dev'essere toccante...

Avatar utente
la eli
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 5046
Iscritto il: lun set 28, 2009 12:03 pm
Contatta:

Messaggio da la eli »

Sì sì, l'ho finito la sera dopo.
E' molto duro e mi ha lasciato una grande tristezza dentro. Anche perché finisce troncando di netto la narrazione.
Sicuramente non è da leggere in periodi in cui si è emotivamente fragili o molto sensibili.
Ma ne vale la pena.
A me ha fatto conoscere una realtà che credevo finita nel secolo scorso :(

Azur
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 5030
Iscritto il: ven dic 15, 2006 8:03 pm

Messaggio da Azur »

eli.sa ha scritto:L'autrice ha un modo di scrivere che non mi piace molto a pelle. E' sintetica, sembra frettolosa.
io quoto questo, non mi è piaciuto proprio (al di là del valroe della testimonianza).

Sempre sul tema testimonianze recenti, di cui mi hanno parlato molto bene ma che non ho ancora avuto il coraggio di leggere perché è anche estremamente duro, c'è Il bambino della casa numero 10, la storia di un ragazzino in un istituto russo...
qualcuna qui l'ha già letto?

Anto 59
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 483
Iscritto il: mar mar 01, 2011 6:59 pm

Messaggio da Anto 59 »

Ho letto tutti e due i libri,ci torno più tardi ora devo uscire.

Avatar utente
la eli
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 5046
Iscritto il: lun set 28, 2009 12:03 pm
Contatta:

Messaggio da la eli »

Azur ha scritto:io quoto questo, non mi è piaciuto proprio (al di là del valroe della testimonianza).

Sempre sul tema testimonianze recenti, di cui mi hanno parlato molto bene ma che non ho ancora avuto il coraggio di leggere perché è anche estremamente duro, c'è Il bambino della casa numero 10, la storia di un ragazzino in un istituto russo...
qualcuna qui l'ha già letto?

Ho già messo nella lista dei desideri il tuo suggerimento!

Sempre sull'argomento - ma la tematica riguarda il manicomio per bambini, ho cercato per anni un libro che poi ho trovato e divorato qualche mese fa, è questo:

Bambini dentro

Non è scritto in stile narrativo, è un testo "scientifico" ma molto semplice e scorrevole anche per non addetti ai lavori

Anto 59
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 483
Iscritto il: mar mar 01, 2011 6:59 pm

Messaggio da Anto 59 »

Avendo un sacco di tempi morti da riempire(aspetto mio figlio fuori da scuola ,piscina e terapie varie) mi sono organizzata per leggere ma ahimè sono una lettrice ''bulimica'' cioè leggo molto ma in fretta e magari ricordo la trama ma non come era scritto il libro o cosa ho provato leggendolo,è il caso del''suono di mille silenzi''che ho letto penso 2 anni fa ,ricordo la trama ma null'altro.Discorso diverso per il ''bambino della casa numero 10'' che ho terminato dapoco,libro ,duro per le descrizioni,chiaramente sconsigliato a chi sta per adottare poichè fa delle descrizioni crudissime degli orfanatrofi russi abbastanza recenti,è un 'odissea questo bambino ne passa talmente tante che ci si stupisce che alla fine sia riuscito a mantenere una certa personalità,comunque per chi non teme questi racconti può essere una buona lettura,a me è piaciuto al di la della crudezza della storia.

Avatar utente
la eli
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 5046
Iscritto il: lun set 28, 2009 12:03 pm
Contatta:

Messaggio da la eli »

Nonostante non mi piaccia il suo stile, sono in attesa che mi arrivi l'altro suo libro, quello che racconta la seconda parte della sua vita. Perché sono curiosa di sapere dato che il racconto era stato troncato di netto.
Il seguito è questo:
Mille volte niente

Rispondi