ingerenza di nonna ansiosa

Il luogo del pensiero, dell'approfondimento, della discussione; società, politica, religione e tanto altro su cui riflettere, un occhio critico sul mondo che ci circonda.
Clodia
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 7
Iscritto il: mar mar 08, 2011 2:59 pm

ingerenza di nonna ansiosa

Messaggio da Clodia »

ragazze ho un problema non da poco con mia madre.
E' una donna molto molto invadente e allo stesso tempo è una nonna affettuosa e capace.
La suocera: non pervenuta (lavora ancora a tempo pieno).
Mia madre è una persona molto nervosa, caratteraccio, non le si può dire niente ma davvero niente, nemmeno con delicatezza perchè si offende e fa scenate (tipo andarsene in strada o urlare), lei ha ragione su tutto, lei ha la sua idea su ogni argomento e quella è "il verbo".
Per colpa del suo carattere non ha più nessuno a parte figli e marito accanto.
Zero amiche. Ha fatto tabula rasa perchè purtroppo non dialoga con la gente, monologa e nessuno la sopporta. Non ha hobbies. Non ha animaletti da accudire (e manco le piacciono). Non va daccordo con mio padre. Insomma è maledettamente sola e le sue giornate le riempie vivendo per figli e nipoti.
Io ne sono succube, perchè le voglio bene e non voglio mandarla a quel paese. Ma non ce la faccio più a gestirla, non ce la faccio a ignorare le critiche continue o i continui consigli su come fare con il bimbo.
Non ce la faccio più perchè, mi da tanto aiuto materiale ma poco supporto emotivo. Avrei bisogno accanto di una persona non ansiosa, ma solare, rassicurante, di una persona che consiglia ma lascia fare.
E non ce la faccio più che viene a casa mia, mi rassetta tutto certo, ma poi è tutta una critica che la casa non è orgaizzata bene, "dovresti fare così", "dovresti fare colà", "è finito il detersivo e non te ne sei accorta!", "passi troppo tempo al telefono, devi organizzarti meglio","il bagnetto non glielo puoi fare da sola!! (e non sto a dire chi la sente se poi scopre che il bagnetto glielo ho fatto da sola)". Insomma mi rende insicura e già lo sono di mio. Lei dice che lo fa per me ma questa è casa mia e io non sopporto più questa invadenza.
Forse tante mi invidieranno l'aiuto materiale, ma lo scotto da pagare è troppo alto. Per intenderci, sono finita sotto ansiolitici, tra lo stress dei primi mesi, e questo rapporto d'amore ma malato con mia madre.
Ho provato a dirglielo, che voglio cavarmela da sola, lei dice che capisce ma so che ne soffre. E' che è più forte di lei, non riesce a trattenersi dal voler gestire casa mia per farsi passare la giornata.
Vi chiedo un consiglio, forse qualcuna ha un'esperienza tipo la mia..grazie.


Avatar utente
Ambra
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 3715
Iscritto il: ven dic 15, 2006 6:03 pm

Messaggio da Ambra »

O ti tappi le orecchie o inizi a negarti...
Stefania72

Messaggio da Stefania72 »

diciamo ...limitare i danni?
Del tipo:mamma vieni pure 2 volte a settimana, tieni il bimbo mentre esco a fare la spesa(così non ci sei e non ti sorbisci tutti i suoi attacchi)e il resto della settimana voglio camminare con le mie gambe?
Avatar utente
MANU_
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 4340
Iscritto il: ven feb 23, 2007 3:49 pm

Messaggio da MANU_ »

O ascolti ma poi continui a fare come ritieni corretto per te e la tua famiglia.
O parli chiaramente con lei, magari limitando questa ingerenza in modo netto.
Avatar utente
Enza 52
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2141
Iscritto il: ven feb 06, 2009 7:32 pm

Messaggio da Enza 52 »

Da quello che racconti, si potrebbe dire che tua madre abbia qualcosa che non va, per cui non puoi far leva sulla sua sensibilità, per cui ti rimane quello che più o meno ti hanno detto le altre, cambia il tuo modo di porti difronte alla cosa.
Capisco che da giovani ed affettuosamente legate alla mamma, è un passaggio difficile, ma per auto-protezione, valuta il fatto che qualunque parola, vien fuori dalla bocca di una persona che non sta bene, non può ferirti, questo ti permetterà di elargire comunque amore verso una persona che al di là del fatto che è tua mamma, ha certamente diritto a ricevere ancora più amore, proprio perché affetta da un modo confuso di vivere.
Sulle azioni, fai valere con calma e fermezza la tua volontà.
Avatar utente
Lella
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 4494
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:23 pm

Messaggio da Lella »

Se non stai bene, non sei serena, non puoi permettere a tua mamma questa ecessiva ingerenza, anceh perchè ora non sei più solo figlia ma anche madre e proteggendo la tua serenità proteggi anche quella dei tuoi figli.
Spiegalo a tua mamma con chiarezza e sincerità.
Avatar utente
Linda Eva
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2985
Iscritto il: dom gen 09, 2011 5:46 pm

Messaggio da Linda Eva »

Stefania72 ha scritto:diciamo ...limitare i danni?
Del tipo:mamma vieni pure 2 volte a settimana, tieni il bimbo mentre esco a fare la spesa(così non ci sei e non ti sorbisci tutti i suoi attacchi)e il resto della settimana voglio camminare con le mie gambe?
Quoto, Clodia.
Posso chiederti quanti anni hai? Questo forse permetterebbe di provare a dare qualche consiglio più pertinente.
Sai, ho appena letto anche la tua presentazione, e si vede quanto desiderio di imparare a gestire te stessa, tuo figlio e, in generale, la tua vita hai!!!!

Anche io ho una madre molto "ingerente", ma l'ho messa in condizioni di non pesarmi più di tanto. Intanto mi deve venire a trovare, e per farlo salire in macchina (non voglio abitarle vicino neanche se questo potrebbe permettermi di contare sul suo aiuto in caso di necessità: la libertà comporta sempre un prezzo!) e prima ci si mette d'accordo, quindi non spesso. Io, però, probabilmente un po' di anni più di te e questo me lo rende, forse, molto più facile.

Allora che fà? Passa per il telefono e ingerisce psicologicamente, ci manca poco che non mi accusi di non tenere alla salute di mio figlio perché è di costituzione magra e non è un mangione.....E' sicura che il mio pediatra sia una "capra" e mi fa arrivare pareri e messaggi subliminali (pensa non me ne sia accorta, ma pilotati....spudoratamente) da sue amiche che sa io stimo!!!!
Però, io ho mio marito che mi appoggia e con cui posso condividere questi sentimenti.

Il consiglio che mi viene sinceramente da darti è queato: se puoi fallo anche tu e non preoccuparti se questi primi tempi, che è perfettamente normale dedicare primariamente ad un bambino così piccolo, senti di non riuscire a star dietro come vorresti alla casa, ai momenti affettuosi con tuo marito, e a tutto il resto....se limiti le interferenze, vedrai, pian piano riuscirai a dare il giusto spazio ad ogni cosa. NON PRETENDERLO ORA, il TUTTO E SUBITO!

L'importante è che se ora hai capito di aver bisogno di positività e che tua madre che certo ami moltissimo, adesso non è per te fonte di serenità, trova il modo di dare una regola alle sue visite e non sentirti opportunista per questo, prendila come una misura protettiva per tuo figlio e la tua famiglia (voi 3) e per il tuo rapporto con il piccolo.

Approfitta del fatto che sei in un momento della tua vita assolutamente nuovo e particolare per dare un drastico taglio all'abitudine di contare sempre molto su di lei. Ora è più accettabile anche da parte sua e il fatto che potrai sembrarle strana potrà essere celato o, quanto meno giustificato, dalle fasi ormonali scatenate da una neo maternità!!!!

Approfittane ora, prima che si stabilizzino ritmi e abitudini che si fondano sulla presenza di tua madre, e le loro relative ingerenze, nella tua nuova vita di mamma. :bacio:
Clodia
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 7
Iscritto il: mar mar 08, 2011 2:59 pm

Messaggio da Clodia »

Linda Eva, ho 39 anni. Forse sono più vecchia di te! :mumble:
Rispondi