Il mio parto e l'ossitocina

Avatar utente
ziaco
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3228
Iscritto il: mer set 16, 2009 10:53 am

Messaggio da ziaco »

4 ore e mezo di ossitocina e Kristeller anche per me ( e lasciamo perdere i dettagli)

L ossitocina ti fa avere dolori continui, senza intervalli e credo proprio che non sia l ossitocina ma i dolori allucinanti a renderci nervosette.
Comunque credo che siamo giustificate no?


asolina

Messaggio da asolina »

a me su due parti l'hanno messa, ma non ricordo ne il nervosismo ne il dolore costante. mi son pure appisolata fra una contrazione e l'altra.
Avatar utente
ziaco
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3228
Iscritto il: mer set 16, 2009 10:53 am

Messaggio da ziaco »

asolina ha scritto:a me su due parti l'hanno messa, ma non ricordo ne il nervosismo ne il dolore costante. mi son pure appisolata fra una contrazione e l'altra.
Sicura che fosse ossitocina? :ehehe:
asolina

Messaggio da asolina »

ecco perchè le bimbe sò nate ridendo ;)
Avatar utente
ziaco
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3228
Iscritto il: mer set 16, 2009 10:53 am

Messaggio da ziaco »

asolina ha scritto:ecco perchè le bimbe sò nate ridendo ;)
:laughter: :laughter:
Avatar utente
Palli
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3195
Iscritto il: lun ago 24, 2009 12:42 pm

Messaggio da Palli »

Ossitocina sparata in vena anche a me.
Io ricordo solo che fino a quel momento avevo gestito benissimo il dolore nonostante un travaglio decisamente lungo.

Dopo l'ossitocina il caos più totale. Solo dolore continuo senza possibilità di riprendere fiato e quel maledetto aggeggio attaccato alla pancia che suonava ogni volta per ricordarmi che se io non respiravo, Samuele soffriva.

Però la ginecologa l'ha reputata necessaria perchè arrivavo da una notte e una mattina di dolori senza che le contrazioni diventassero abbastanza regolari. e mi ripeteva che se non mi avesse dato una mano, sarei arrivata stremata al momento del parto e non avrei collaborato.
Boh, non so se ha fatto bene o meno.
So però che sicuramente quei dolori sono innaturali.
Avatar utente
ziaco
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3228
Iscritto il: mer set 16, 2009 10:53 am

Messaggio da ziaco »

Palli ha scritto:Ossitocina sparata in vena anche a me.
Io ricordo solo che fino a quel momento avevo gestito benissimo il dolore nonostante un travaglio decisamente lungo.

Dopo l'ossitocina il caos più totale. Solo dolore continuo senza possibilità di riprendere fiato e quel maledetto aggeggio attaccato alla pancia che suonava ogni volta per ricordarmi che se io non respiravo, Samuele soffriva.

Però la ginecologa l'ha reputata necessaria perchè arrivavo da una notte e una mattina di dolori senza che le contrazioni diventassero abbastanza regolari. e mi ripeteva che se non mi avesse dato una mano, sarei arrivata stremata al momento del parto e non avrei collaborato.
Boh, non so se ha fatto bene o meno.
So però che sicuramente quei dolori sono innaturali.
Quoto, innaturali è la parola giusta.
E poi io non mi sono dilatata lo stesso.
Dopo 18 ore e quasi 5 di ossitocina ero ancora a 5 cm.
Stavo proprio cedendo quando ho visto la gine sulla mia pancia e l ostetrica non 2 mani dentro.
Perciò non so fino a che punto sia utile sta cosa dell ossitocina
Avatar utente
bubina
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1117
Iscritto il: gio mar 24, 2011 9:51 pm
Contatta:

Messaggio da bubina »

Ciao Viola,
il tuo racconto mi ha colpito, perchè anch'io ho avuto un parto simile, con rottura delle acque, flebo di ossitocina che non è servita a nulla, tant'è che alla fine mi hanno praticato l'episiotomia e tirato fuori tommaso a forza con l'uso della ventosa e della manovra di kristeller (che tra l'altro credevo fosse ormai non più praticata :occhiodibue: )
Come te ancora a distanza di tempo devo rielaborare il mio parto...io sognavo un parto naturale, non è che mi fossi preparata, però avevo scelto un ospedale con questa filosofia (addirittura le ostetriche mi avevano avvisata che piuttosto che "facilitare" il parto con aiuti invasivi ti lasciavano lì per ore e ore finchè il travaglio non avesse avuto il suo decorso naturale.
Quindi mi fidavo e quando mi hanno proposto la rottura delle acque, l'ossitocina e tutto il resto penso che avessero valutato bene la cosa e fosse realmente necessario, per il bene del piccolo (che in effetti era in sofferenza fetale). Tra l'altro prima di questi interventi mi hanno lasciato fare, assumendo tutte le posizioni che volevo, ma alla fine è successo che le contrazioni sono sparite e io non avevo più forze.
Sono del parere che gli interventi medici se necessari sono i benvenuti, però mi rimane sempre il dubbio e una grande amarezza di fondo...poteva andare in maniera differente?
Rispondi