Alla luce dei fatti in Giappone

Il luogo del pensiero, dell'approfondimento, della discussione; società, politica, religione e tanto altro su cui riflettere, un occhio critico sul mondo che ci circonda.
Avatar utente
Ambra
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 3715
Iscritto il: ven dic 15, 2006 6:03 pm

Alla luce dei fatti in Giappone

Messaggio da Ambra »

I Giapponesi ce danno ´na pista per quanto riguarda la serietà della
gestione delle emergenze e nonostante tutto di fronte al sisma
sono stati spacciati e le fughe radioattive ci sono state.
Sono una donna ancora giovane,sono una madre e sono seriamente
preoccupata.
In Italia,per come siamo disorganizzati ,per quella che è la classe
dirigente e per quello che è il territorio,altamente sismico il nucleare
secondo me non s´ha da fare.
Eppure hanno deciso che ci saranno le centrali,a breve.
Non possiamo stare solo a guardare.
Abbiamo un dovere nei confronti dei nostri figli.
Organizziamoci e diciamo NO al Nucleare.
Chissene importa se siete di DX o SX (quale?)..crechiamo di fare qualcosa.
Sono una pazza impippata di utopia?
Credete che possiamo organizzare una rete anti nucleare?



Avatar utente
Enza 52
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2141
Iscritto il: ven feb 06, 2009 7:32 pm

Messaggio da Enza 52 »

DOVE DEVO FIRMARE LA MIA OPPOSIZIONE?
Nel senso che la penso proprio come te, ma c'è comunque una cosa da non sottovalutare, ed è il fatto che le centrali le abbiamo a pochi kilometri da casa, (francia) e lì non credo si possa fare molto.
il problema dovrebbe essere sollevato a livello continentale, e purtroppo in quel senso credo si possa poco.

Avatar utente
MatifraSo
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 10471
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:59 pm

Messaggio da MatifraSo »

Ho discusso proprio stamattina con Luca che non capisce un cazzo.

Lui dice che 100 persone contaminate da radiazioni non sono molte, a fronte dei milioni di giapponesi che grazie alle centrali hanno vissuto più che bene per anni.

E che pure qui da noi dovrebbero farle, dato che richiesta di energia ce n'è sempre di più e secondo lui le fonti rinnovabili sono una ciofeca inconcludente.

lassamo perdere, vah...

Io più che del nucleare in sè, mi chiedo dove metteremo tutte le scorie, quelle mi fanno ancor più paura. Un'eventuale esplosione può anche non avvenire mai, le scorie ci sono, sono certe, e lo stoccaggio è un grosso problema. Ho visto qualche anno fa un servizio di report (mannaggia alla Gabanelli e ai suoi adepti!!) che mi ha veramente terrorizzata.

Avatar utente
Ambra
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 3715
Iscritto il: ven dic 15, 2006 6:03 pm

Messaggio da Ambra »

Se non ci muoviamo noi(NOI) mamme,chi?

Avatar utente
Enza 52
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2141
Iscritto il: ven feb 06, 2009 7:32 pm

Messaggio da Enza 52 »

MatifraSo ha scritto:Ho discusso proprio stamattina con Luca che non capisce un cazzo.

Lui dice che 100 persone contaminate da radiazioni non sono molte, a fronte dei milioni di giapponesi che grazie alle centrali hanno vissuto più che bene per anni.

E che pure qui da noi dovrebbero farle, dato che richiesta di energia ce n'è sempre di più e secondo lui le fonti rinnovabili sono una ciofeca inconcludente.

lassamo perdere, vah...

Io più che del nucleare in sè, mi chiedo dove metteremo tutte le scorie, quelle mi fanno ancor più paura. Un'eventuale esplosione può anche non avvenire mai, le scorie ci sono, sono certe, e lo stoccaggio è un grosso problema. Ho visto qualche anno fa un servizio di report (mannaggia alla Gabanelli e ai suoi adepti!!) che mi ha veramente terrorizzata.
va be dai Francesca, visto che tuo marito non soffre della sindrome [Not In My Back Yard,/B] può sempre offrire il vostro giadino per costruire la prima centrale.

Avatar utente
MatifraSo
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 10471
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:59 pm

Messaggio da MatifraSo »

Il giardino nun cell'ho!!

Avatar utente
Enza 52
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2141
Iscritto il: ven feb 06, 2009 7:32 pm

Messaggio da Enza 52 »

MatifraSo ha scritto:Il giardino nun cell'ho!!
comunque ai pro-nucleare forse non è chiaro che se pur si volesse considerare poco il danno prodotto a 100 persone, non è assolutamente da sottovalutare il danno biologico che la zona contaminata, dovrà sostenere per decine e decine di anni.
basta vedere a chernobyl, quale disastro immane, che supera di gran lunga gli effetti immediati, le radiazioni abbiano prodotto.
senza voler parlare dei costi smisurati delle centrali.
purtroppo va detto che dietro ci sono tanti interessi economici, e la domanda che mi pongo spesso è, quale spinta abbia questo governo per tornare ogni tre e quattro a parlarne.
forse ha già trovato chi gli compra energia.

Avatar utente
Ambra
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 3715
Iscritto il: ven dic 15, 2006 6:03 pm

Messaggio da Ambra »

io fossi in Veronesi mi vergognerei

Rispondi