Autosvezzamento e celiachia

Per parlare dei più piccoli, da 0 a 5 anni
Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

Gwen ha scritto:Ma infatti non credo che le tabelle siano proprio identiche.
Dico solo che pero' ogni pediatra stabilisce delle regole GENERALI e immagino lo faccia in base a dei motivi non tanto per.
E quindi se ci si fida del proprio pediatra pur ragionando col proprio cervello delle domande sul perché uno se le fa no?
Bisognerebbe capire quali sono quei motivi visto che cambiano da pediatra a pediatra e non esistono studi che ne dimostrino l'utilità
Alla fine perché allora la stragrande maggioranza dei pediatri non abbraccia l'autosvezzamento?
abitudine consolidata?
Lo stesso motivo per cui la maggioranza dei pediatri consigliano allattamento a orario e aggiunte precoci o svezzamento a 4 mesi?
Non sarebbe più semplice per tutti se davvero non fosse rischioso?
no, non sarebbe più semplice dal punto di vista medico, i pediatri sono dottori e trattano lo svezzamento come se fosse una ricetta medica
E poi che vuol dire quando il bimbo e' pronto?
il bambino è pronto se:
sta seduto da solo (bene e senza appoggi)
non estroflette la lingua
si mostra interessato

Tutte e tre le cose devono verificarsi (non ne basta una nè due)
In natura sarebbe il momento in cui il cucciolo inizierebbe a mangiare altro che latte
L'esperta in tv parlava di celiachia insorta.
Quindi forse non e' una malattia che se hai hai e se non hai non hai.
che neanche è dimostrato che esista
Può essere congenita ma anche insorgere per varie cause tra cui l'inserimento precoce o tardivo del glutine.
non sarà forse meglio introdurlo in piccole quantità (come accade con gli assaggi da autosvezzamento) che 10 giorni dopo in grossa quantità (come accade con il tradizionale?)
Quindi l'autosvezzamento come si regola con questo?
si regola sul fatto che se il bimbo è pronto l'intestino è pronto e quindi il problema non si pone.
Inoltre nell'autosvezzamento le quantità sono ovviamente all'inizio minime.
Assaggi appunto.
Prima di fare un pasto vero possono passare mesi.
Nello svezzamento tradizionale quando inserisci il glutine lo inserisci subito per giorni di fila e in quantità, nell'autosvezzamento è improbabile che capiti in questo modo.
Ok che magari si tratta di una scuola di pensiero come ce ne sono altre ma se avesse un certo fondamento?
A che pro rischiare una cosa simile?
Semplicemente per i motivi che ti ho spiegato si rischia addirittura meno che nello svezzamento tradizionale.
Primo perchè non c'è MAI inserimento precoce (visto che la basa è che il bimbo sia pronto)
Secondo perchè si parte da piccole quantità e si da tempo al corpo di abituarsi meglio


Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

Domanda mia:

A che pro fare allarmismo parlando di un argomento di cui è evidente che non sai nulla?

Parlare di "far correre rischi"?

Informati bene sull'argomento (magari leggi anche per bene le risposte) e se ne parla
Gwen

Messaggio da Gwen »

Onestamente non mi piace per niente che ogni santa volta che io esprimo dei dubbi su un argomento mi si accusi di fare allarmismo.
Io ho dei dubbi e ne parlo sperando di sviscerare l'argomento n'è più ne meno e non accuso i sostenitori dell'autosvezzamento di fare allarmismo sullo svezzamento standard non e' una gara,quindi gradirei altrettanto.

E poi giusto per chiarire non e' affatto vero che lo svezzamento standard preveda l'introduzione del glutine tutto insieme.
Il mio svezzamento,non autosvezzamento e regolato dal pediatra ha previsto per la Minnie l'inserimento GRADUALE con un pediatra che ha sempre incoraggiato l'allattamento a richiesta e non ad orari fissi persino con bimba inappetente e latte artificiale.
Sfatiamo le dicerei sul pediatra prosvezzamento standard tipo.
Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

Gwen ha scritto:Onestamente non mi piace per niente che ogni santa volta che io esprimo dei dubbi su un argomento mi si accusi di fare allarmismo.
Io ho dei dubbi e ne parlo sperando di sviscerare l'argomento n'è più ne meno e non accuso i sostenitori dell'autosvezzamento di fare allarmismo sullo svezzamento standard non e' una gara,quindi gradirei altrettanto.
nessuna di noi ha mai fatto allarmismo sullo svezzamento standard.
Sullo svezzamento anticipato forse ma per dei motivi
E poi giusto per chiarire non e' affatto vero che lo svezzamento standard preveda l'introduzione del glutine tutto insieme.
Il mio svezzamento,non autosvezzamento e regolato dal pediatra ha previsto per la Minnie l'inserimento GRADUALE con un pediatra che ha sempre incoraggiato l'allattamento a richiesta e non ad orari fissi persino con bimba inappetente e latte artificiale.
Sfatiamo le dicerei sul pediatra prosvezzamento standard tipo.
beh comunque quando lo dai di solito dai direttamente il semolino, sicuramente non un assaggino no?

Comunque ci sono sempre più pediatri a favore dell'autosvezzamento e gli studi portano su questa strada.

Senza contare che nella storia ovviamente è stato quello più praticato (lo svezzamento "classico" è giovanissimo
franziskova
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2855
Iscritto il: dom nov 29, 2009 3:35 pm

Messaggio da franziskova »

Gwen, è difficile dare credito ad una pediatra che mi parla di svezzamento, le chiedo info sull'autosvezzamento e mi dice che è stata ad un convegno di Piermarini e che però non condivide certe idee. Io interessatissima le chiedo perchè.
Lei mi ha risposto con niente (del tipo: certe teorie lasciano il tempo che trovano).
E poi: "allora signora, mi fa un brodo con queste verdure tot grammi, poi aggiunge la carne, mi raccomando LIOFILIZZATA!

cioè, va bene che è la dottoressa, che è pediatra ecc, ma come faccio ad affidarmi a lei? preferisco cercare le info da me per altri canali. uno fondamentale è questo forum per altro
con questo non dico che ogni pediatra sia incompetente.
Gwen

Messaggio da Gwen »

Ma nemmeno io sto facendo dell'allarmismo sull'autosvezzamento!
Ho solo chiesto come si pone l'autosvezzamento di fronte alle teorie che danno come UNA delle POSSIBILI cause della celiachia insorta e non congenita un'introduzione tardiva o precoce del glutine.

E cosa mi si è risposto?
Nulla se non mettere in dubbio caso mai la veridicità di questa teoria che vede il collegamento celiachia/inserimento errato del glutine.
Il che non deve essere per forza vero eh, ma non siamo medici e fare spallucce senza prendere in considerazione le teorie altrui a me non riesce.
Io ci rifletto e mi faccio venire dei dubbi.

Il mio pediatra con svezzamento standard mi ha fatto dare semolino in piccole dosi e solo ad un certo punto, oltre al fatto che i biscotti inizialmente erano solo senza glutine.

Io non dico che l'autosvezzamento sia del tutto sbagliato ma che non mi convincerà mai del tutto finchè non avrò risposte attendibili a domande come questa che mi pongo sulla celiachia e credo che sia a favore di tutte le mamme che passano qui chiarire domande simili.
Avatar utente
Yiddishmama
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2272
Iscritto il: mar mar 30, 2010 2:07 pm

Messaggio da Yiddishmama »

Il tono piccato verso Lenina poi boh.
Avatar utente
Speranza
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3143
Iscritto il: mer dic 12, 2007 12:09 pm

Messaggio da Speranza »

Scusa gwen, ma la dottoressa di cui parli ha detto che la celiachia potrebbe insorgere a causa di un inserimento troppo precoce o troppo tardiva del glutine giusto? E allora che c'entra fare auto o svezzamento normale?

Nel senso, come dici tu ci sono pediatri (molti) poco a favore dell'autosvezzamento che danno pappe con glutine da un certo punto in poi (che significa questo? 8 mesi? 9 mesi?) e in piccole quantità (grammi, te li ricordi?).

ALtri, e questi te li dico io perchè sono della scuola dove ho studiato, le danno fin dall'inizio ovvero al compimento del 6 mese.

Altri pediatri ancora (fra cui l'OMS) dicono chiaramente di cominciare lo svezzamento solo e soltanto se il bambino è pronto, come ti ha detto Leni se è interessato, se ha perso il riflesso di estroflessione e se sta seduto da solo.

Ora capisci anche da sola andando a ragionamento che sia che tu cominci un tipo di svezzamento che tu cominci l'altro il bambino in questione (che è pronto) mangerà in un modo o nell'altro il glutine (metti che una mamma abbia la fortuna di incontrare il tuo pediatra e ne dia poco e solo dopo un po') solo in piccole quantità e non prima dei 6 mesi se non dopo (chi comincia autosvezzamento lo comincia raramente davvero a 6 mesi) e la mamma continuerà a dare al piccolo come alimento fondamentale il latte (suo o artificiale che sia) fino all'anno di età come alimento predominante...

QUindi non capisco quale sia il tuo problema con l'autosvezzamento riguardo all'introduzione del glutine, tantopiù che non mi hai detto che questa tipa ha dimostrato che è sbagliato introdurlo prima di...che ne so, tipo 8 mesi!
Rispondi