Help nanna

Parliamo dei nostri bambini dai 6 a 12 anni
Avatar utente
tessa
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2902
Iscritto il: gio giu 03, 2010 3:53 am

Help nanna

Messaggio da tessa »

Chiedo consiglio a voi, magari qualcuna ci è già passata.
Tommaso farà sei anni a ottobre e dorme con me nel lettone. Io e lui soli, mio marito dorme in cameretta.
Secondo la psicologa dovrei mestrarmi ferma e farlo piangere, cacciandolo di camera mia ogni volta che si ripresenta.
Ho provato riportandolo con calma ma ferma, e lui torna di qua.
Ho provato ad aspettare con lui che si addormenti , ma si risveglia appena provo a lasciarlo .
Voglio dormire con mio marito!
Già fa i turni anche la notte e lo vedo poco.Vorrei vedere un film insieme, ma alle 8.30 Tommaso si prepara il latte , si lava e mi prende per andare a letto con lui.
Consigli o metodi per ovviare al problema ?grazie



Avatar utente
la yle
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3291
Iscritto il: gio ago 23, 2007 3:03 pm

Messaggio da la yle »

ma, secondo me il bimbo ha capito che l'unico momento della giornata che potete passare veramente soli con lui è la notte. e non ne farà a meno volentieri. penso che sia da capire e assecondare. mi spiace di non saper dire di più

Avatar utente
tessa
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2902
Iscritto il: gio giu 03, 2010 3:53 am

Messaggio da tessa »

È la stessa cosa che mi ha detto la psicologa due anni fa.
Da allora gli dedico molto tempo solo per lui, facendo dalle attività di casa ai suoi giochi, piccole gite, a giugno andiamo noi due soli a Parigi.
Però continua a dirmi che da solo non ci vuolevstare e che ha paura che io vada via ( in ambulanza con Lucrezia). Vero è chevtante volte é successo in passato , ma ora é passatodiverso tempo, almeno due anni, e l'unico ricovero l'ho fatto di nascosto mentre lui era al mare con la nonna.
Possibile non gli sia ancora passata?
È tranquillo giorno e notte, ma mi vuole vicino sempre e non mi sembra tanto sano alla sua età.

sara79
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6
Iscritto il: mar gen 19, 2010 8:46 pm

Messaggio da sara79 »

cara Tessa, hai tutta la mia comprenzione e solidarietà per questa situazione che sicuramente è molto frustrante e pesante.
Sicuramente da una parte il bimbo ha bisogno di elaborare queste esperienze di breve distacco da te che essendo avvenute in maniera improvvisa e suppongo convitata lo hanno traumatizzato e, a questo proposito, ti suggerisco i fiori di bach ( star of betlehem agisce proprio sull'elaborazione del trauma, mimulus sulla paura e chicory sulla morbosità verso la madre); però, dall'altra parte, condivido il suggerimento della collega psicologa di essere ferma nel farlo dormire almeno nel lettino suo anche se in camera con voi. Spesso dopo l'iniziale reazione emotiva di forte rabbia i bambini si abituano.
Certo, all'inizio è difficile, ma puoi farcela!!
In bocca al lupo, Sara:bacio

sara79
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6
Iscritto il: mar gen 19, 2010 8:46 pm

Messaggio da sara79 »

cara Tessa, hai tutta la mia comprenzione e solidarietà per questa situazione che sicuramente è molto frustrante e pesante.
Sicuramente da una parte il bimbo ha bisogno di elaborare queste esperienze di breve distacco da te che essendo avvenute in maniera improvvisa e suppongo concitata lo hanno traumatizzato e, a questo proposito, ti suggerisco i fiori di bach ( star of betlehem agisce proprio sull'elaborazione del trauma, mimulus sulla paura e chicory sulla morbosità verso la madre); però, dall'altra parte, condivido il suggerimento della collega psicologa di essere ferma nel farlo dormire almeno nel lettino suo anche se in camera con voi. Spesso dopo l'iniziale reazione emotiva di forte rabbia i bambini si abituano.
Certo, all'inizio è difficile, ma puoi farcela!!
In bocca al lupo, Sara

Avatar utente
MatifraSo
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 10471
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:59 pm

Messaggio da MatifraSo »

Io condivido l'idea della psicologa sull'essere fermi e farlo dormire in camera sua.

Però ieri sera Sofia mi ha fatto una crisi, diceva che aveva paura a dormire da sola, che c'erano i lupi e mi si è stretto il cuore.

Tommaso ha già 6 anni, hai provato a parlare con lui del dormire?

Chiedigli cosa c'è che non gli va e ribatti punto per punto.

Se lui ti dice che ha paura che tu te ne vada con Lucrezia,
tu digli che tanto torni presto.
Se ti dice che si sente solo,
tu digli che appena vede che fuori è un po' chiaro può venire nel lettone.
E via via per ogni cosa che lui ti dice.

Lasciarlo piangere mi sembra crudele, soprattutto vedendo la situazione con la sorellina.
Ma lui ha capito che anche se ogni tanto sta più male del solito, dopo torna sempre a casa?

Avatar utente
tessa
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2902
Iscritto il: gio giu 03, 2010 3:53 am

Messaggio da tessa »

Comincia adesso a elaborare il fatto che sia diversa dagli altri bambini. Fino a qualche mese fa era convito che se non camminava e non parlava era perché era piccina. Da quando ha sentito che andrà alla materna anche lei a iniziato a fare domande e gli ho spiegato che è malata, dove ha male etc...
Sa tutto, lo abbiamo portato a conoscere i dottori e gli ospedali dove va la sorella, è venuto anche in ambulanza con me quando é capitato di dover Andare via alla svelta e ero sola in cAsa.
Non riesco ha farlo piangere disperato , però sono preoccupata. A scuola si comporta abbastanza bene, socializza ed è tranquillo. A casa mi si attacca addosso e non si schioda più , mi vuole proprio toccare e stare addosso , e più ci sta più ci starebbe.

Avatar utente
tessa
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2902
Iscritto il: gio giu 03, 2010 3:53 am

Messaggio da tessa »

Ho sbagliato due h! Prima che la Lupi e yddish mi cazzino correggetemi...
Per pietà!!!!!!!! :red:

Rispondi