forse non ho capito che sta male

Per parlare dei più piccoli, da 0 a 5 anni
Avatar utente
nanà
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 7359
Iscritto il: dom dic 07, 2008 4:35 pm

Messaggio da nanà »

val3nt1na ha scritto:ma io esco,esco tutte le mattine,mi sono imposta di trovarmi sempre un impegno di mattina proprio come dici tu.

purtroppo ci sono dei giorni in cui mi è impossibile anche per gli impegni di lorenzo o perchè vorrei anche riuscire a mettere nei cassetti la roba asciutta o svuotare la lavapiatti. davvero, io in casa non muovo paglia con 11 kg addosso.
vabbè quello pure io,c'ho i panni asciutti che trasbordano,e vorrebbero essere piegati o stirati,i vetri delle finestre che urlano pietà per la polvere,chiunque entri incasa deve farsi spazio tra palle e macchine che io ripongo di continuo,ma lui porta in giro percasa.
io non so quale è la soluzioneadatta,ci sto provando con tutte le mie forze.
magari nel tuo caso sarebbe da valutare il nido...non so...
però sappi che ti capisco,gia scrivere delle birbanteria di mio figlio,mi sembra che non sia poi cosi grave,ma quando siamo io e lui...mi viene da piangere talmente è incontenibile.
un abbraccioneeeeeeeee one one


Dilly
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 6079
Iscritto il: sab feb 21, 2009 4:21 pm

Messaggio da Dilly »

Sai cosa Vale? A me sembra solo un bambino ansioso. Ci sobno bambini emotivamente più fragili di altri (e la cosa NON dipende dalla mamma, non sempre almeno).
Ci sono alcuni bimbi che, come dire, sono totalmente concentrati sulla figura di riferimento adulta, e quando questa sembra "non volerli" (traduzione, AVERE COSE DA FARE) vanno in pezzi, sentono di non farcela.

Nella mia esperienza di educatrice ho visto che a questi bambini fa molto bene esser sostenuti e accolti, ma in modo dosato. O meglio, più li si accoglie totalmente, più alzano il tiro, avanzando richieste sempre più difficili da soddisfare; questa cosa (oltre a essere incredibilmente faticosa per la famiglia) in realtà non è piacevole nemmeno per loro.

Riuscire, incoraggiandoli, a far capire loro che "ce la possono fare anche un po' da soli" li aiuta tantissimo a uscire da questo stato di perenne ansia.

C'è un gioco che a lui piace molto fare? Un gioco che proprio lo fa impazzire? Se c'è puoi farlo con lui un po' tutti i giorni, finchè si sente sicuro e capace di farlo, e poi provare per brevi periodi a spostarti un po' (magari senza fare altro, solo allontanarti) e da lì sostenerlo con lo sguardo, incoraggiarlo, lodarlo.
Poi, più lui si sente sicuro, più puoi provare a fare qualcosina, sempre però cercando spesso il contatto visivo, sorridendogli ecc.

Altra cosa, Marta ha avuto un periodo così dagli otto ai 12 mesi, poi ha iniziato a camminare e magicamente si è risolto.
Avatar utente
superstrafra
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3675
Iscritto il: lun set 07, 2009 10:47 pm

Messaggio da superstrafra »

val3nt1na ha scritto:il marsupio l'ho venduto,quando ha superato il peso consentito.
ora pesa 11 kg non ce la faccio a tenerlo sempre in braccio.
nel passeggino ci sta poco, ma fuori si distrae un po' di più

è in casa che non si regge
esco tutte le mattine,per il resto devo fare i conti anche con l'altro figlio
invece mi sembra che ormai sia 1 anno che viviamo solo per i ritmi di Leonardo. che poi non sono ritmi. dorme a ore disparate e dorme poco, così pur di non svegliarlo ci adattiamo tutti
ma io penso a Lorenzo, poveretto, per quanto tempo reggerà?

io pensavo che ormai a 1 anno potessimo rilassarci un po'........... :mumble:
oh, vale...
mi sembra di leggere del clone di emma!
non so aiutarti con consigli, nè me la sento di addurre la causa del suo cambiamento a qualcosa di fisico.
anche se personalmente, con emma, mi "aiutava" l'idea di aver qualcosa cui dare la colpa (il mal di gola, il raffreddore, i dentini, ecc).

la verità è che credo sia proprio la loro indole: richiestiva, per nulla solitaria, sempre in movimento.
è faticoso gestire bambini così, ma ci si adatta confidando nel tempo, con la speranza che pian piano alcune cose (inl sonno in primis) si assestino.

se ti può consolare anche io, se sono sola con entrambe, mi sento in colpa nei confronti di alice, che è quieta e tranquilla, ma che deve rigorosamente sottostare alle esigenze della sorella.
anche per questo cerchiamo di ruotare nella gestione, per dar loro modo (ad entrambe, dico), di avere la dovuta dose di attenzione.

ti abbraccio!
Avatar utente
val3nt1na
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 7170
Iscritto il: mer ago 05, 2009 7:05 pm

Messaggio da val3nt1na »

Dilly ha scritto:Sai cosa Vale? A me sembra solo un bambino ansioso. Ci sobno bambini emotivamente più fragili di altri (e la cosa NON dipende dalla mamma, non sempre almeno).
Ci sono alcuni bimbi che, come dire, sono totalmente concentrati sulla figura di riferimento adulta, e quando questa sembra "non volerli" (traduzione, AVERE COSE DA FARE) vanno in pezzi, sentono di non farcela.

Nella mia esperienza di educatrice ho visto che a questi bambini fa molto bene esser sostenuti e accolti, ma in modo dosato. O meglio, più li si accoglie totalmente, più alzano il tiro, avanzando richieste sempre più difficili da soddisfare; questa cosa (oltre a essere incredibilmente faticosa per la famiglia) in realtà non è piacevole nemmeno per loro.

Riuscire, incoraggiandoli, a far capire loro che "ce la possono fare anche un po' da soli" li aiuta tantissimo a uscire da questo stato di perenne ansia.

C'è un gioco che a lui piace molto fare? Un gioco che proprio lo fa impazzire? Se c'è puoi farlo con lui un po' tutti i giorni, finchè si sente sicuro e capace di farlo, e poi provare per brevi periodi a spostarti un po' (magari senza fare altro, solo allontanarti) e da lì sostenerlo con lo sguardo, incoraggiarlo, lodarlo.
Poi, più lui si sente sicuro, più puoi provare a fare qualcosina, sempre però cercando spesso il contatto visivo, sorridendogli ecc.

Altra cosa, Marta ha avuto un periodo così dagli otto ai 12 mesi, poi ha iniziato a camminare e magicamente si è risolto.
sono d'accordo con te su tutto
anche la dada di Lorenzo, che avevo contattato a ottobre, mi disse le stesse cose.
può darsi che io da un po' abbia lasciato perdere perchè sono stanca, e magari lo tiro su appena si lamenta perchè non sopporto di fare nulla sentendo il suo ululato.
ma sono d'accordo che devo sforzarmi,per il bene di tutti.
solo che io non ho ancora capito cosa gli piace fare. l'unica cosa che gli porta via 5 minuti è spezzettare i fazzoleti di carta, cosa che gli lascio fare se devo telefonare urgentemente ecco.
per il resto,non c'è stato finora niente che l'abbia interessato, forse arrampicarsi sulla sedia, quello lo interessa.
Dilly
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 6079
Iscritto il: sab feb 21, 2009 4:21 pm

Messaggio da Dilly »

nanà ha scritto:vabbè quello pure io,c'ho i panni asciutti che trasbordano,e vorrebbero essere piegati o stirati,i vetri delle finestre che urlano pietà per la polvere,chiunque entri incasa deve farsi spazio tra palle e macchine che io ripongo di continuo,ma lui porta in giro percasa.
io non so quale è la soluzioneadatta,ci sto provando con tutte le mie forze.
magari nel tuo caso sarebbe da valutare il nido...non so...
però sappi che ti capisco,gia scrivere delle birbanteria di mio figlio,mi sembra che non sia poi cosi grave,ma quando siamo io e lui...mi viene da piangere talmente è incontenibile.
un abbraccioneeeeeeeee one one
E se provi a indirizzarlo tu, con dei giochi mentalmente impegnativi, tipo i travasi con acqua o farina gialla, standogli sempre vicino e fermandolo appena vedi che divaga (tipo inizia a lanciare la farina invece che giocarci "bene")?
Avatar utente
superstrafra
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3675
Iscritto il: lun set 07, 2009 10:47 pm

Messaggio da superstrafra »

rientro dopo aver letto velocemente qualche altro post.
vale, è indispensabile che tra genitori ci si aiuti, assolutamente!
da questo lato non posso lamentarmi, mio marito è molto presente e, se non ha da lavorare, si fa (giustamente) carico di ciò che gli compete, anche nell'educazione delle bimbe.
che si tratti di una passeggiata o di un'oretta al parco.
parlane seriamente con tuo marito, e se non capisce prova a spiegargli meglio!
Dilly
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 6079
Iscritto il: sab feb 21, 2009 4:21 pm

Messaggio da Dilly »

val3nt1na ha scritto:sono d'accordo con te su tutto
anche la dada di Lorenzo, che avevo contattato a ottobre, mi disse le stesse cose.
può darsi che io da un po' abbia lasciato perdere perchè sono stanca, e magari lo tiro su appena si lamenta perchè non sopporto di fare nulla sentendo il suo ululato.
ma sono d'accordo che devo sforzarmi,per il bene di tutti.
solo che io non ho ancora capito cosa gli piace fare. l'unica cosa che gli porta via 5 minuti è spezzettare i fazzoleti di carta, cosa che gli lascio fare se devo telefonare urgentemente ecco.
per il resto,non c'è stato finora niente che l'abbia interessato, forse arrampicarsi sulla sedia, quello lo interessa.
Mi rendo conto che sia difficile.
Ma credo che a lungo andare (soprattutto se hai in mente di mandarlo al nido) la cosa potrebbe peggiorare.
Non dico che devi lasciarlo piangere. Però dovresti riuscire a trovare qualcosa che lo faccia sentire competente (perchè se si accorge di saper fare una certa cosa bene aumenta la fiducia in se stesso) e fargli capire che può farlo anche senza essere in simbiosi con te.

Anche perchè mandare un bimbo fragile al nido (non voglio spaventarti eh, ti dico solo cosa vedo io ogni giorno) diventa un'esperienza, senz'altro utile alla coppia madre-figlio, ma molto difficile da reggere emotivamente.

Se provi a dargli una vaschetta con dentro della farina gialla e qualche contenitore non è interessato? (ovviamente devi star li con lui finchè non ha capito che non deve mangiarla o lanciarla ovunque).
Avatar utente
nanà
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 7359
Iscritto il: dom dic 07, 2008 4:35 pm

Messaggio da nanà »

Dilly ha scritto:E se provi a indirizzarlo tu, con dei giochi mentalmente impegnativi, tipo i travasi con acqua o farina gialla, standogli sempre vicino e fermandolo appena vedi che divaga (tipo inizia a lanciare la farina invece che giocarci "bene")?
ci provo tutti i giorni.
lui è un "casinaro"...ho provato coi colori e tappezzare il pavimento di fogli...
ma lui si distrae e mi ha gia colorato i muri.
ha 4 ceste di giochi che a volte io butto a terra per farlo giocare da solo,e mi sposto in un altra stanza.
lui noin ci gioca e preferisce anche lui spezzetarmi per es,la carta igienica,buttare spazzole o pettini nel water,aprire cassetti e ante di cucina o altre camere...
per un pò lo lascio fare...e poi però mi innervosisco se io sto cercando di dare una parvenzadi pulito in casa,e lui fa disordine.
ancora neanche io ho capito cosa gli piace fare..
anzi gli piacciono solo le cose pericolose
tipo salire sulle sedie mentree io sono indaffarata(e mi cade due volte al giorno :sticazzi: che non è bello eh),salire sul divano e buttarsi a pesce tra i cuscini...
nzomma è un ciclone,un terremoto,uno tzunami...
Rispondi