tutti mi dicono che "mangia troppo"

lalla1974
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 191
Iscritto il: ven gen 28, 2011 3:09 pm

tutti mi dicono che "mangia troppo"

Messaggio da lalla1974 »

Vi scrivo nuovamente perchè ho ancora bisogno del vostro aiuto. Innanzi tutto mi presento un pò meglio. Sono laura da Firenze, mamma di Enea da 5 mesi. Enea soffre di esofagite da reflusso. Ha sempre cercato il seno spessissimo, dalla nascita e dalla nascita ai primi pianti inconsolabili io mi scontro con pediatri (e anche con il mio compagno che da retta ai pediatri) che mi dicono che i problemi di Enea sono legati al fatto che "mangia troppo". All'inizio ci sono cascata, sono stata per tre settimane ai ritmi imposti dalla pediatra ma io ci stavo malissimo e anche lui. Poi esausta ho riniziato a fare di testa mia.....a attaccarlo al seno tutte le volte che lo cercava (il che vuol dire anche per dormire o anche solo se aveva mal di pancia) ma di nuovo ad ogni pianto/crisi del bambino mi scontravo e mi scontro con chi mi dice "stra male perchè mangia troppo". E giù sensi di colpa e indecisione.....Ora si sta curando per l'esofagite (che addirittura era causa del sangue nelle feci). Già il pediatra aveva ipotizzato che fosse anche stata alimentata dal fatto che "mangiava troppo" ma io questa volta non gli ho dato ascolto. Ultimamente Enea stava molto meglio ma negli ultimi giorni era un pò più in crisi (niente rispetto a prima della cura), telefono al pediatra e mi chiede: "avrà mangiato troppo???". BASTA!!!! Ma li trovo tutti io? Io non ce la faccio a dosare il seno o a non attaccarlo se ad esempio ha sonno e non trovo un altro metodo per dormire......lo devo lasciare urlare perchè ha sonno?????
Ho letto sempre i vostri messaggi, tutte sponsorizzate l'allattamento a richiesta. Siete sicure che in alcuni casi (tipo reflusso) non abbia ragione il pediatra e che non debba dare retta ai suoi consigli??? A volte se ha sonno mi sdraio con lui e lo attacco quasi di nascosto perchè tutti in casa danno retta al pediatra e mi dicono che deve mangiare meno. che stress!!!!!!!
In più dato che Enea si attacca molto spesso e che a volte entra in crisi e solo il seno lo calma, io non riesco proprio a tornare a lavoro in tempi brevi, e anche lì mi sento una aliena rispetto alle mamme carrieriste che al quarto mese sono già in pista e i cui bambini poppano ogni 4 ore e dormono tutta la notte, loro si tirano il latte prima di andare a lavoro e via....(purtroppo ho di questi esempi). Come si fa a tornare a lavoro allattando a questi ritmi???????
Ebbene io non ce la faccio e per questo mi gioco pure in qualche modo la carriera (purtroppo nessuno credo capisca le difficoltà). Ma alla fine non me ne frega proprio niente! Attendo i vostri PREZIOSISSIMI consigli che già per il problema del reflusso mi hanno aiutato tanto.


Avatar utente
Ambra
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 3715
Iscritto il: ven dic 15, 2006 6:03 pm

Messaggio da Ambra »

SCAPPA dal pediatra pazzo!
Per il problemi da reflusso,di sicuro tra poco arrivano le allattone espertissime.
Ti sentirai a casa.
benvenuta
:bacio:
Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

Hai avuto reflusso in gravidanza?
Se sì avrai notato che più lo stomaco è pieno più senti il fastidio.
Questo perchè ovviamente il cibo è più vicino alla valvola.
Per questo istintivamente i bimbi affetti da reflusso tendono a mangiare poco e spesso.

Piuttosto come lo trattate il reflusso? Solo con "terapia posturale"? oppure anche con farmaci?

Se c'è esofagite è bene aiutare il bimbo con farmaci specifici per alleviare il fastidio.

se anche tu lo allattassi a orario lui non mangerebbe meno (per lo meno si spera) farebbe poppate più grosse (oppure non riuscirebbe a prendere latte a sufficienza e ti consiglierebbero poi il LA).

non è possibile che un bimbo allattato al seno mangi troppo.
Avatar utente
superstrafra
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3675
Iscritto il: lun set 07, 2009 10:47 pm

Messaggio da superstrafra »

ciao lalla!
ricordo che state curando l'esofagite ed il reflusso col ranidil, dici che va meglio, e quindi stai pur certa che state facendo la cosa giusta.

per le poppate, quoto lenina, è facilissimo che poppi poco ma spesso, perchè evidentemente lo disturba di meno, rispetto a fare poppate più diradate ma sicuramente più abbondanti.
quindi il discorso che mangi troppo lo escluderei proprio, vuoi perchè i bimbi sanno quel che fanno, vuoi perchè non è affatto detto che le continue poppate apportino maggior quantità di latte.

la mia alice, reflussante anomala, da sola si era assestata su 4 poppate giornaliere, e non c'era verso di riuscire a farla poppare diversamente, nemmeno prima della nanna.
eppure ciucciava globalmente molto più latte rispetto alla emma, che faceva innumerevoli micro poppate, anche la notte.

direi che non c'è una regola se non quella del buon senso e di affidarsi all'istinto del piccolo.
l'importante è che tu ne sia convinta!

un abbraccio :-)
Avatar utente
kri
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 1292
Iscritto il: ven gen 01, 2010 1:00 am

Messaggio da kri »

lalla1974 ha scritto: In più dato che Enea si attacca molto spesso e che a volte entra in crisi e solo il seno lo calma, io non riesco proprio a tornare a lavoro in tempi brevi, e anche lì mi sento una aliena rispetto alle mamme carrieriste che al quarto mese sono già in pista e i cui bambini poppano ogni 4 ore e dormono tutta la notte, loro si tirano il latte prima di andare a lavoro e via....(purtroppo ho di questi esempi). Come si fa a tornare a lavoro allattando a questi ritmi???????
Ebbene io non ce la faccio e per questo mi gioco pure in qualche modo la carriera (purtroppo nessuno credo capisca le difficoltà). Ma alla fine non me ne frega proprio niente!
Ti sei risposta da sola! :)
Se questa è la risposta giusta per te, continua così, dedicando questi mesi interamente al tuo bimbo ed allattandolo a richiesta secondo i suoi ritmi.
Al lavoro spesso non capiscono e ti fanno sentire un'aliena, l'ho provato sulla mia pelle.
lalla1974
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 191
Iscritto il: ven gen 28, 2011 3:09 pm

Messaggio da lalla1974 »

Avevo perso il post.....mi sono accorta che l'avevo aperto nella sessione sbagliata e pensavo semplicemente che fosse stato eliminato :\
Grazie delle vostre risposte......Enea si sta curando con Ranidil e Gaviscon e va MOLTO MEGLIO!!!!! Direi bene......Oggi abbiamo fatto anche l'ecografia (per escludere che il sangue nelle feci fosse dovuto da altri fattori) e questa ha confermato il reflusso e escluso altre patologie. Di nuovo la pediatra che ha fatto l'ecografia ci ha detto: "Non lo attacchi sempre per calmarlo, le dia il ciuccio!!!".
Ma io ora non mi faccio più fregare!!!!!!! Allattamento libero, ci mancherebbe!!!
ma dove le imparano queste cose i pediatri??? Sui libri???
Poi mi ha già dato appuntamento per la prossima settimana per darmi la scheda per iniziare lo svezzamento. Mi è già entrata l'ansia di rispettare di punto in bianco "schede" e tabelle.......questa volta mi informo bene prima su cosa voglio fare e non mi faccio fregare da pediatra :ok: All'inizio dell'allattamento quando Enea urlava e si pensava fossero coliche la pediatra mi disse che erano coliche da iper nutrizione e se volevo farlo stare bene dovevo far passare 3 ore tra una poppata e l'altra. Le ho dato retta per 3 settimane. Un incubo!!
Grazie a tutte! un abbraccio!
Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

le tabelle riguardo lo svezzamento variano da pediatra a pediatra, da nazione a nazione, da idea a idea.
Non sono scienza esatta anzi sono figlie (così come le pappe lisce) di un idea superata.

Sul forum troverai molte notizie sull'autosvezzamento, ma anche su svezzamenti "classici" meno rigidi di quelli spesso sponsorizzati dai pediatri
Avatar utente
manu
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 5306
Iscritto il: mer gen 14, 2009 8:05 pm

Messaggio da manu »

Ma il bambino quanto ha?

Cmq non credere che tutte le mamme carrieriste abbiano quei figli.
Sono tornata al lavoro e lui aveva 3 mesi e 3 settimane.
Poppa prima delle 3 ore e guarda che ore sono e siamo svegli da un'ora... E di notte quasi mai tiene le due ore...


Il sangue nelle feci lo ha da tanto? Con quale frequenza e consistenza?
Chiedo perché noi abbiamo avuto il problema per due mesi
Rispondi