Induzione al parto.

...linee, punti, sfere, in essere e in divenire
Avatar utente
emamè
Utente
Utente
Messaggi: 4499
Iscritto il: ven set 17, 2010 11:17 pm

Messaggio da emamè »

Solange ha scritto:è una donna che assiste la donna durante la gravidanza, aiutandola a tirare fuori sensazioni, emozioni, lacrime, poi la segue durante il travaglio ma non dal punto di vista medico, la aiuta a vocalizzare, a tirare fuori le paure, a trovare le posizioni migliori per partorire, la massaggia, aiuta il bambino ad attaccarsi al seno subito appena nato, poi segue la donna nel puerperio, a casa, va a trovare madre e bambino, tiene il bambino per aiutare la mamma a fare una doccia per esempio, le prepara qualcosa da mangiare, la ascolta, controlla l'attacco al seno, la incoraggia, ne accoglie le lacrime....

è una "madre per la madre". è un'Ilizia.
che bella figura, un concentrato di amica mamma ostetrica sorella, ed esiste in Italia come figura professionale?
io Sole ti ci vedrei benissimo sai, è proprio proibitivo il costo del corso?



Avatar utente
Speranza
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3143
Iscritto il: mer dic 12, 2007 12:09 pm

Messaggio da Speranza »

Chicca certo che puoi andartene, però prima di non voler fare l'induzione (che poi guarda che in un secondo bimbo l'induzione non funzioni è praticamente impossibile!!!) e voler fare un cesareo sai bene che la cosa migliore è cercare di partorire spontaneamente!!!!

Un abbraccio e non fasciarti la testa!!!

Anto 59
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 483
Iscritto il: mar mar 01, 2011 6:59 pm

Messaggio da Anto 59 »

Per mio fortuna o forse sfortuna non ho avuto preoccuparmi di ciò ho partorito la prima volta alla 38 settimana ,la seconda addirittura alla 36 settimana,rispondendo alla domanda io vedrei come va in quei giorni,se tutte e due stanno bene aspetterei ma bisogna vedere il protocollo dell'ospedale.

Avatar utente
michy
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1529
Iscritto il: mer gen 02, 2008 2:55 pm

Messaggio da michy »

poi tanto per dire... 2 mie amiche hanno preteso e ottenuto il cesareo senza nessun motivo patologico. Hanno partorito nell'ospedale dove vai tu.
Però sinceramente: dopo 2 gg di travaglio avresti la forza di affrontare un cesareo?

Avatar utente
chiccha
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 7231
Iscritto il: lun apr 13, 2009 11:24 pm

Messaggio da chiccha »

Speranza ha scritto:Chicca certo che puoi andartene, però prima di non voler fare l'induzione (che poi guarda che in un secondo bimbo l'induzione non funzioni è praticamente impossibile!!!) e voler fare un cesareo sai bene che la cosa migliore è cercare di partorire spontaneamente!!!!

Un abbraccio e non fasciarti la testa!!!
Hai ragione, non devo fasciarmi la testa ma se penso a quello che ha patito un'amica con tre giorni di induzioni non proficue, bloccate poi da miorilassanti e finito in cesareo d'urgenza mi viene male.
Ecco, io non voglio arrivare a questo.
Anzi, non voglio arrivare nemmeno all'induzione anche perché, lo sai anche tu Spe, è rischiosa per bimbo e mamma.

Altra domanda: è assolutamente consigliabile recarsi in ospedale se si rompe il sacco e le acque sono limpide entro poche ore?
So che si fa per la possibilità di infezione e quindi si va per una dose di antibiotico, ma di quanta probabilità parliamo?

Avatar utente
val3nt1na
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 7170
Iscritto il: mer ago 05, 2009 7:05 pm

Messaggio da val3nt1na »

figi ha scritto:Però sinceramente: dopo 2 gg di travaglio avresti la forza di affrontare un cesareo?
presente all'appello: no, le forze non ce le hai, ma cos'altro puoi fare?? :ola:

Avatar utente
Speranza
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3143
Iscritto il: mer dic 12, 2007 12:09 pm

Messaggio da Speranza »

chiccha ha scritto:Hai ragione, non devo fasciarmi la testa ma se penso a quello che ha patito un'amica con tre giorni di induzioni non proficue, bloccate poi da miorilassanti e finito in cesareo d'urgenza mi viene male.
Ecco, io non voglio arrivare a questo.
Anzi, non voglio arrivare nemmeno all'induzione anche perché, lo sai anche tu Spe, è rischiosa per bimbo e mamma.

Altra domanda: è assolutamente consigliabile recarsi in ospedale se si rompe il sacco e le acque sono limpide entro poche ore?
So che si fa per la possibilità di infezione e quindi si va per una dose di antibiotico, ma di quanta probabilità parliamo?
Chicca la cosa importante è andare al massimo 18 ore dopo se il sacco è rotto con acque limpide e soprattutto tampone vaginale negativo.

Se il tampone è positivo corri in ospedale perchè i rischi per il piccolo aumentano e l'antibiotico va fatto subito!!!

Comunque io sul sito ho scritto un articolo sul parto indotto, forse ti può un po' tranquillizzare
http://www.noimamme.it/Parto/Il-travaglio-indotto.html

un abbraccio

Avatar utente
Fra&Ale
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 593
Iscritto il: mer gen 19, 2011 10:52 pm

Messaggio da Fra&Ale »

figi ha scritto:poi tanto per dire... 2 mie amiche hanno preteso e ottenuto il cesareo senza nessun motivo patologico. Hanno partorito nell'ospedale dove vai tu.
Però sinceramente: dopo 2 gg di travaglio avresti la forza di affrontare un cesareo?
val3nt1na ha scritto:presente all'appello: no, le forze non ce le hai, ma cos'altro puoi fare?? :ola:
no ma seriamente dopo 2 GIORNI DI TRAVAGLIO avreste la forza di partorire??? no perchè con me dopo 12 ore hanno dovuto usare la ventosa, magari son debolina io eh... :ola:

comunque io ho avuto l'induzione a 41+3 e con la prima dose è partito il travaglio, mentre invece la mia compagna di stanza anche lei con induzione a 41+3 dopo 3 dosi e neanche un centimetro di dilatazione ha rifiutato di indurre di nuovo il parto dopo 24h e ha chiesto il cesareo e glie l'hanno fatto senza troppi problemi.

Rispondi