dieta in allattamento: sulle intolleranze

Moda, tendenze e bellezza
Tataketty

Messaggio da Tataketty »

Elly ha scritto:Sarebbe più corretto parlare di “over load” o assuefazione del fisico ad un certo alimento.
Io con la “dieta delle intolleranze” mi sono sempre trovata benissimo (stessi risultati con vega test/test di Becom/overload). Non ho mai avuto bisogno di perdere peso ma curare disturbi. Ho capito che se elimino nei momenti cluo certi cibi e poi li utilizzo con parsimonia sto decisamente bene.
I cibi interessati (per me) sono i seguenti: latte e derivati (e qui potremmo aprire un ampio capitolo), al posto del pane uso i cracker di riso/soia/mais e il pane lo mangio solo a pranzo (al lavoro per intenderci) e lo evito la sera; olio di riso per cucinare e olio evo a crudo; pasta di mais/riso/farro a casa e se posso evito di mangiarla (quella “normale”) fuori casa ma se sono ospite non mi tiro indietro; carne di maiale in genere (compresi i salumi); bibite gassate (che adoro e fanno male a prescindere). Caffè ed alcoolici non ne bevo di natura ma non riesco a sostituire il fruttosio con lo zucchero.
Il mio problema principale è la disbiosi intestinale (che provoca mal di testa/raffreddori non virali ma eccesso di produzione di muco/stitichezza/foruncolosi ecc.) e in questo modo viaggio decisamente bene.
brava!!! però eliminando i cibia cui si è intolleranti è più facile (con tranquillità non velocemente cmq) perdere peso, gli alimenti NO rallentano il metabolismo


Tataketty

Messaggio da Tataketty »

Cos73 ha scritto:Se tu sei contenta e la cosa ti piace e ti convince, niente da dire e ti prego di non offenderti se mostriamo scetticismo. Non è rivolto a te ovviamente, ma a chi da queste diete.

A me, se devo dire la verità, ha sempre fatto sorridere la storia di un credo nutrizionista di questa zona, che gode di un'ottima fama perchè "fa dimagrire" e utilizza proprio diete di questo genere, togliendo elementi fondamentali della nostra dieta e il resto "a volontà".
Voglio vedere chi mangia pastasciutta a volontà condita con olio di soia o riso... bleah! Ti passa la voglia di mangiare!
(e comunque olio e pomodori, ad es, li toglie a TUTTI)
A parte che eliminando per due settimane i carboidrati è un po' facile dimagrire.


Poi nemmeno io credo a questi macchinari un po' fantascientifici che diagnosticherebbero facilmente intolleranze.

E' una dieta come un'altra, che sembra diversa per questo discorso delle intolleranze che dovrebbero essere soggettive (a cui io non credo) e che del resto si potrebbe "mangiare a volontà".


beh mia suocera è risultata intollerante solo al cetriolo...
Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

Tataketty ha scritto:intolleranza non allergia!!
se sei allergica non mangi più quell'alimento
se sei intollerante poi piano piano lo rintroduci
io solo con il lievito ai tempi ci avevo messo 6 mesi a rintrodurlo
al latte e formaggio invece sono proprio un caso da manuale...
anche le intolleranza non funzionano proprio così.

è vero che si possono reintrodurre gli alimenti a volte (non sempre per esempio se si è intolleranti al glutine non si può).

Non è però vero che le intolleranza appaiano e scompaiano così.

Se si è intolleranti al latte si può tollerarlo di più, ma l'intolleranza in se rimane.

Se non si è intolleranti al pomodoro non lo si diventa.

Quanto all'intolleranza ai lieviti pare che secondo i medici in pratica non esista, esistono fastidi correlati a volte ma non l'intolleranza secondo alcuni medici

Si parla bene qua di intolleranze (Albanesi su molte cose non mi piace ma di questo parla abbastanza bene)

http://www.albanesi.it/Salute/intolleranze.htm
Tataketty

Messaggio da Tataketty »

lenina ha scritto:anche le intolleranza non funzionano proprio così.

è vero che si possono reintrodurre gli alimenti a volte (non sempre per esempio se si è intolleranti al glutine non si può).

Non è però vero che le intolleranza appaiano e scompaiano così.

Se si è intolleranti al latte si può tollerarlo di più, ma l'intolleranza in se rimane.

Se non si è intolleranti al pomodoro non lo si diventa.

Quanto all'intolleranza ai lieviti pare che secondo i medici in pratica non esista, esistono fastidi correlati a volte ma non l'intolleranza secondo alcuni medici

Si parla bene qua di intolleranze (Albanesi su molte cose non mi piace ma di questo parla abbastanza bene)

http://www.albanesi.it/Salute/intolleranze.htm
io al latte sono intollerante dalla nascita
adesso non è per giustificarmi (cmq la faccio la stesso) ma il ragazzo che abita sopra di me è altamente intollerante a caffeina, pomodori, latte e lo è diventato a 25 anni,,,,purtroppo sono anche cambiati gli alimenti..nel senso roba buona e sicuraa non ce n'è più..
Rispondi