Tipo di parto: perché litigare?

Moda, tendenze e bellezza
Avatar utente
Rie
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 7933
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:51 pm

Tipo di parto: perché litigare?

Messaggio da Rie »

Ieri pomeriggio in un parchetto ho assistito ad un'accesa discussione fra una mamma fan del naturale che più naturale non si può e un'altra sostenitrice dell'epidurale. Entrambe erano bi-mamme e si rifacevano anche a quanto vissuto nella nascita dei primogeniti, oltre che alla teoria.
Ero basita.
Così come lo sono quando leggo l'equivalente virtuale di quella discussione, o di altre (voglio il cesareo/sei pazza! - non voglio allattare/si allatta per forza) su vari forum. Il nostro è relativamente piccolo e giovane, e non è (ancora? :tongue: ) successo
Ovviamente, gli animi concilianti non mancano.
Ma spesso quelli che concilianti non sono, insorgono con inusitata energia.
Secondo voi, perché accade?
Io non riesco a spiegarmelo.

Mi viene addirittura un mezzo sorriso perché, nel corso della vita, ho assunto due posizioni diametralmente opposte sul parto. Se fossi stata un tipo di donna meno "relativista" in materia, e fosse stato, come per magia, possibile far incontrare Rie1 (aveva letto libri sul parto attivo e rifletteva su come garantirsi nella struttura ospedaliera un buon naturale) e Rie2, (cesareo elettivo nonostante fosse più che possibile tentare il naturale), si sarebbero scannate :lol:



Avatar utente
Ambra
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 3715
Iscritto il: ven dic 15, 2006 6:03 pm

Messaggio da Ambra »

poca tolleranza e soprattutto poca elasticitá mentale-ottusitá.

Avatar utente
Gabry
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 3988
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:50 pm

Messaggio da Gabry »

io quando sento quelle che dicono che il parto cesareo non è un vero parto o peggio ancora quelle che affrante mi dicono - mi hanno fissato un cesareo perchè il bimbo è podalico, sono delusissima non sarà la stessa cosa ecc ecc - mi viene l'orticaria.
un parto è un parto, tutte e due le modalità hanno i loro rischi, a che prò affliggersi o scannarsi non lo capisco proprio.

Avatar utente
Cosetta
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 8322
Iscritto il: lun lug 22, 2013 4:13 pm

Messaggio da Cosetta »

C'è poco da litigare.. io posso dire come la penso: a me sembra assurdo sottoporsi ad un'operazione vera e propria quando si potrebbe partorire in modo naturale, e so che a qualcun'altro pare altrettanto assurdo ad es. "patire" i dolori del parto quando c'è la possibilità di evitarli.
Ci mancherebbe voler imporre qualcosa.. ad es io ero convinta che il parto attivo fosse la cosa migliore, poi in realtà mi son trovata bene a spingere solo sul lettino ginecologico. L'importante sarebbe che ci fosse libertà di scelta e qui ci sarebbe da litigare.. non certo fra di noi però! ;)

nene70
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 7426
Iscritto il: ven dic 15, 2006 11:54 pm

Messaggio da nene70 »

io sono del partito:basta che esca,poi sia come vuole! :soforte:

se una donna si sente bene, sicura,rassicurata,con un cesarreo piuttosto che con un naturale o viceversa per far nascere la sua creatura, va bene così!
sia per salute, paura, volontà...
la via ...d'uscita... :cisssss: è della mamma, sua la decisione....
e non si è mamme in B solo perchè il parto non è stato naturale o con i dolori del travaglio...
o perchè si è data la tetta piuttosto che il bibe...
si è mamme,punto e basta!

Avatar utente
emy
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 5320
Iscritto il: ven dic 15, 2006 7:47 pm
Contatta:

Messaggio da emy »

Io credo che ognuna è liberissima di scegliere il parto che desidera, naturale o no, che poi qui a Biella il cesareo te lo fanno solo se c'è insofferenza, poca dilatazione o se il bimbo non vuole nascere o se il bimbo è podalico e non per altri motivi è un altro discorso, cioè se una non se la sente di partorire naturalmente per paura o per ansia non viene praticato il cesareo.

erinmay
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5251
Iscritto il: mer set 25, 2013 5:13 pm

Messaggio da erinmay »

emy ha scritto:Io credo che ognuna è liberissima di scegliere il parto che desidera, naturale o no, che poi qui a Biella il cesareo te lo fanno solo se c'è insofferenza, poca dilatazione o se il bimbo non vuole nascere o se il bimbo è podalico e non per altri motivi è un altro discorso, cioè se una non se la sente di partorire naturalmente per paura o per ansia non viene praticato il cesareo.
teoricamente è dappertutto così, anzi negli ospedali pubblici dovrebbero (per allinearsi agli standard europei) ridurli ancora di + i cesarei.
il cesareo d'elezione (vale a dire senza giusta causa MEDICA ACCERTATA- e vale anche la causa psicologica ma medicalmente certificata) se lo vuoi devi farlo in clinica, paghi e come al solito ottieni tutto

Avatar utente
emy
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 5320
Iscritto il: ven dic 15, 2006 7:47 pm
Contatta:

Messaggio da emy »

fede-75 ha scritto:
emy ha scritto:Io credo che ognuna è liberissima di scegliere il parto che desidera, naturale o no, che poi qui a Biella il cesareo te lo fanno solo se c'è insofferenza, poca dilatazione o se il bimbo non vuole nascere o se il bimbo è podalico e non per altri motivi è un altro discorso, cioè se una non se la sente di partorire naturalmente per paura o per ansia non viene praticato il cesareo.
teoricamente è dappertutto così, anzi negli ospedali pubblici dovrebbero (per allinearsi agli standard europei) ridurli ancora di + i cesarei.
il cesareo d'elezione (vale a dire senza giusta causa MEDICA ACCERTATA- e vale anche la causa psicologica ma medicalmente certificata) se lo vuoi devi farlo in clinica, paghi e come al solito ottieni tutto

Ah si, pensa che invece dove abita mia zia ad Aversa, in provincia di Caserta, fanno cesari a tutto spiano.

Rispondi