Ricette senza burro e latte

Idee culinarie per grandi e bambini
Avatar utente
CisePunk
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1210
Iscritto il: mer nov 25, 2015 8:41 pm
Località: Palermo

Ricette senza burro e latte

Messaggio da CisePunk »

Vista la richiesta di Tropical, copio le ricette che abbiamo raccolto nel forum di cucina che frequento adatte per chi ha problemi con le proteine del latte.

Ciambella di castagne
Ingredienti:

- 500 gr. Farina di castagne
- acqua e latte q.b.
- 250 gr. Uvetta sultanina
- 1 bustina di lievito per dolci

Procedimento:

_Versare la farina di castagne in una ciotola capiente, poi unire piano piano latte e acqua (metà e metà ) in modo da ottenere un impasto piuttosto fluido, mescolando bene per sciogliere i grumi.
_Una volta stemperato l'ìmpasto, unire uvetta e infine il lievito.
_Trasferire l'mpasto nella pentola-fornetto (cm. 26) e cuocere a fuoco moderato sul fornello per 25 minuti.


Avatar utente
CisePunk
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1210
Iscritto il: mer nov 25, 2015 8:41 pm
Località: Palermo

Re: Ricette senza burro e latte

Messaggio da CisePunk »

Ciambellone variegato (ricetta di Adelaide Melis)

200 gr. di zucchero*
250 gr. di farina tipo 00
3 uova
120 gr. di olio di semi o di oliva leggero
130 gr. di acqua
1 bustina di lievito
1 fiala aroma vaniglia o 1 bustina di vanillina
1 cucchiaio colmo di cacao amaro

Mettere nel mixer le uova , l'olio, l'acqua , l'aroma, sbatterle con lo zucchero fino a farle diventare spumose, aggiungere la farina ed infine il lievito.
Imburrare uno stampo a ciambella, versarvi i 3/4 del composto.
Nel rimanente composto mettere un cucchiaio di cacao amaro, mescolare bene
e far cadere nello stampo sul composto bianco.
Fare dei cerchi concentrici con un coltello in modo tale da ottenere un effetto marmorizzato
Avatar utente
CisePunk
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1210
Iscritto il: mer nov 25, 2015 8:41 pm
Località: Palermo

Re: Ricette senza burro e latte

Messaggio da CisePunk »

Altro ciambellone (variante)

Ciambellone soffice
250gr. di zucchero
250 gr. di farina
3 uova
130 gr. di olio di semi o di oliva
130 gr. di acqua
una bustina di lievito
un pugnetto di uvetta(facoltativo)
un pòo'di rum
mettere nel robot le uova, sbatterle con lo zucchero fino a farle diventare spumose, aggiungere l'olio, l'acqua, il rum, la farina ed infine il lievito. se si vuole anche l'uvetta infarinata. imburrare uno stampo a ciambella, come quello del budino, versarvi i 3/4 del composto. Nel rimanente composto mettere un cucchiaio di cacao amaro, mescolare bene e far cadere nello stampo sul composto bianco. fare dei cerchi concentrici con un coltello per far venire l'effetto marmorizzato. Cuocere in forno caldo per circa 40 minuti, farà fede la prova stuzzicadenti.
Vi assicuro che non ho mai mangiato un ciambellone così soffice.
N.B. il composto alla fine risulterà piuttosto liquido, non aggiungere altra farina, è proprio così che deve venire, ed è questo il segreto della sua morbidezza. se lo provate fatemi sapere.
Baci, Adelaide.
Avatar utente
CisePunk
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1210
Iscritto il: mer nov 25, 2015 8:41 pm
Località: Palermo

Re: Ricette senza burro e latte

Messaggio da CisePunk »

ciambella di cioccolato (verificare che non ci siano tracce di latte)

4 uova piccole
400g farina
200g zucchero
250g cioccolato
1 tazzina caffè
1 bustina lievito per dolci
1 pizzico di sale
100 ml acqua bollente

Setacciare la farina con il sale ed il lievito ed aggiungere 200g di cioccolato precedentemente fuso con 100ml di acqua bollente.
Aggiungere in sequenza le uova uno alla volta, 1 tazzina di caffè ed i restanti 50g di cioccolato tritato.
Porre l'impasto in un uno stampo a ciambella di 28 cm precedentemente imburrato (usare margarina o olio) ed infarinato e cuocere in forno già caldo a 180° per 45'.
Avatar utente
CisePunk
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1210
Iscritto il: mer nov 25, 2015 8:41 pm
Località: Palermo

Re: Ricette senza burro e latte

Messaggio da CisePunk »

Pancake con farina di kamut (ricetta di Tiziano)

Ingredienti
- 120 gr di farina di Kamut (120 farina 00)
- 130 gr di latte (120 gr di latte)
- 60 gr di zucchero di canna grezzo (50 gr di zucchero semolato bianco)
- 1 uovo
- Un pizzico di sale (uguale)
- Due cucchiaini di lievito per dolci in polvere (uguale)
- Aroma a piacere (uguale)

Procedimento
Nella stessa ciotola che useremo per versare la preparazione in cottura, mettere tutto lo zucchero, il pizzico di sale e l'uovo, montare con le fruste il più possibile.
Aggiungere l’aroma e poi, a velocità molto bassa aggiungere la farina a cucchiai, quando si addensa troppo aggiungere un po’ di latte.
Proseguire fino a finire gli ingredienti e poi aggiungere il lievito senza fare grumi, io poi ho visto che va bene lo stesso miscelandolo prima con la farina, ma vedete voi.
Una volta ottenuta questa pastella molto liquida, lasciarla riposare per 5-10 minuti (non serve farlo in frigo).
Intanto sul fuoco mettere a scaldare una padella antiaderente piana da crepes, dopo il riposino prendere la pastella e dare una mescolata con un cucchiaio e versare il contenuto sulla padella facendo dei piccoli dischi, dopo aver unto con un po’ di burro (io non lo faccio tanto non attaccano lo stesso).
Questi vanno girati una sola volta quando sulla superficie si vedono le bollicine rotte (attenzioni a non tenere troppo calda la padella altrimenti scuriscono troppo).
Inutile dire che la tradizione Americana li vuole belli colanti di sciroppo d’acero, ma noi abbiamo visto che anche spalmati di nutella o marmellata… fanno la loro degna fine.
Avatar utente
CisePunk
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1210
Iscritto il: mer nov 25, 2015 8:41 pm
Località: Palermo

Re: Ricette senza burro e latte

Messaggio da CisePunk »

Parrozzo (ricetta di Donatella Tellone)

Qui in Abruzzo ognuno ha la propria ricetta, e anche nel web ne trovate versioni, ognuna buona allo stesso modo. Ho pensato di metterla anche qui visto che manca, questa è quelal che preferisco perchè è meno "rozza" (parrozzo = pane rozzo). Mi scuso per la foto, ho pensato tardi di aggiungere questa al nostro archivio, appena lo faccio ancora magari lo fotografo:

8 uova
400gr di zucchero
300gr di farina
300gr di mandorle (con buccia e senza) trite ma non abbrustolite + 10/20 g rdi mandorle amare
2 bicchieri scarsi di amaretto
2 bicchieri scarsi di rhum
2 bicchieri di olio
cannella
2 bustine di lievito

Fondente per copertura

Procedete come per un normale ciambellonecon gli albumi montati a neve fermissima. L'impasto è molto liquido e si cuoce a basse temperature diciamo sui 160-170 C per almeno 45-50 minuti, dipende dalle dimensioni dello stampo. Io Faccio sempre i parrozzetti monoporzione, sono più belli da servire
Avatar utente
CisePunk
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1210
Iscritto il: mer nov 25, 2015 8:41 pm
Località: Palermo

Re: Ricette senza burro e latte

Messaggio da CisePunk »

Torta di mele (autrice sconosciuta, nick Vanilla)

Ingredienti:

3 uova
225 g di farina 00 auto lievitante
o 225 g di farina 00 e mezza bustina di lievito per dolci
150 g di zucchero semolato
110 g di olio di semi
140 g di acqua
buccia di un limone grattugiata
2 mele Golden
il succo di mezzo limone
un pizzico di sale

Sbucciare e affettare le mele sottili, irrorarle con il succo del mezzo limone.Io metto le uova intere e lo zucchero e un pizzico di sale nel kenwood ( per chi usa le fruste consiglio comunque di montare i tuorli e lo zucchero insieme, e gli albumi a neve a parte con il pizzichino di sale), lasscio andare per 7-8 minuti, poi abbaso la velocità al minimo e aggiungo a filo, l'olio, l'acqua, e il succo di limone delle mele, la buccia grattugiata del limone.Spengo e aggiungo a cucchiaiate la farina per evitare di smontare il tutto, oliare e infarinate uno stampo a cerniera di 26, mettere il composto dentro, e sulla superficie inserite le mele, spolverate la superficie con un po' di zucchero, a chi piace anche un po' di cannella in polvere, e infornate a 180 ° per 40 minuti.
Avatar utente
CisePunk
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1210
Iscritto il: mer nov 25, 2015 8:41 pm
Località: Palermo

Re: Ricette senza burro e latte

Messaggio da CisePunk »

cake nocciola e cioccolato con sciroppo di malvasia (alessandra
http://menuturistico.blogspot.com/)

per 4 persone
4 uova
150 g di zucchero di canna
150 g di farina integrale
50 g di farina 00
50 g di nocciole del Piemonte, già sgusciate (se poi sono di quelle a km 13 della Licia, ancora meglio)
50 g di cioccolato fondente (70%) oppure 50 g di gocce di cioccolato
10 g di cacao in polvere
20 g di biscotti sbriciolati
sale
burro per lo stampo
(io ho aggiunto un cucchaino di lievito per dolci)

per lo sciroppo
2 dl di Malvasia
80 g di zucchero semolato

per la glassa
100 g di zucchero a velo
2 cucchiai di Malvasia

Procedimento
Tritate molto finemente le nocciole nel mixer e spezzettate il cioccolato (potete anche usare delle gocce, se preferite). Lavorate i tuorli con metà dello zucchero, fino ad ottenere una crema soffice; da parte montate gli albumi, aggiungete lo zucchero rimasto e amalgamateli al composto dei tuorli; in ultimo, unite le farine setacciate col cacao e, alla fine, i pezzettetti di cioccolato. Mescolate bene e versate il tutto in uno stampo da plum cake precedentemente imburrato e cosparso di briciole di biscotti.
In forno statico a 190 gradi per 20 minuti; poi incidete con un coltello la superficie del dolce nel senso della lunghezza, così da permettergli di aprirsi e proseguite la cottura per altri 15 minuti. Sfornate e lasciate intiepidire su una gratella.
Preparate lo sciroppo
Portare ad ebollizione il vino con lo zucchero, quindi spennellare tutto il dolce con lo sciroppo ottenuto. Lasciar raffreddare completamente il dolce
Per la glassa
Amalgamare lo zucchero a velo con il vino e stendere la glassa sul dolce. Lasciar raffreddare per alcune ore.
Miei cambiamenti

- la farina: la prima volta che ho preparato questo dolce, era perchè dovevo far fuori mezzo kg di farina integrale. Che, naturalmente, si è persa nei meandri della dispensa. E così, ho usato solo farina 00. L'ho poi rifatto con gli ingredienti originali e, in effetti, son due cose diverse. Però, sono ugualmente buone. Intendo dire che se non avete la farina integrale, potete anche provare con quella bianca e il risultato è comunque soddisfacente.

- i biscotti sbriciolati: ho usato le gocciole che mangiamo a colazione. Ma anche una galletta potrebbe andar bene o, meglio ancora, i pezzettini dei frollini che rimangono sul fondo della biscottiera: così, ricicliamo anche gli avanzi e ci mettiamo la coscienza in pace

- il Malvasia: questa è una ricetta di territorio (Langhe) e quindi il Malvasia è quello di Casorzo. Stavolta, ci sono andata vicino, perchè la cantina della famiglia del marito è più o meno in zona e quindi il loro Malvasia parla comunque piemontese, e pure langarolo: ma se avete altri passiti, vanno bene ugualmente

procedimento

- il nome: a battesimo, è "torta" ed in effetti non è propriamente un "cake". Se l'ho ribattezzato così è solo per la forma, che è anche quella dell'originale, ma del cake non ha nè gli ingredienti (manca il burro) nè la lavorazione.

- gli ingredienti originali non prevedono il lievito, il che è proprio di certi cake: io, però, un cucchiaino lo metto sempre e così ho fatto anche questa volta: lievito per dolci, setacciato insieme al cacao e ale farine

- anche se dalla ricetta sembrerebbe il contrario, non montate troppo gli albumi: è un consiglio dato da Santin, tempo fa, a cui mi sono sempre scrupolosamente attenuta (ogni tanto, dò retta a qualcuno) constatando ogni volta che il Maestro aveva ragione. Più monti, prima, più devi smontare dopo, per cercare di amalgamare l'albume al composto- e addio sofficità. Fate così: appena gli albumi non scivolano lungo i bordi del contenitore usato per montarli, aggiungete lo zucchero, a cucchiaiate, sempre montando. Appena lo zucchero è bene amalgamato, unite due cucchiai di albume al vostro composto, mescolando bene, per ammorbidire il tutto: e poi, un cucchiaio per volta, aggiungetelo al resto, incorporandolo dal basso verso l'alto, perchè non smonti.

- cottura: a 190 gradi, forno statico, un cake impiega 40 minuti a cuocere, nel mio forno. A volte, è necessario che copra la superficie con un foglio di alluminio, per evitare che scurisca. Non condivido - e difatti, ho saltato il passaggio- il taglio longitudinale del cake, per due motivi: in primis, perchè di solito il cake si "spacca" da solo. Di sicuro c'è una spiegazione, che ha a che fare con il rapporto fra la forza della spinta e quella della massa etc etc, ma come sapete, la scienza in cucina e cosa buona e giusta- e se sta fuori dalla mia, ancora di più. Ma soprattutto mi è stato insegnato che quando si cuociono dei lievitati guai ad aprire il forno, specie nella prima fase di cottura. Secondo me, 20 minuti son troppo pochi per un simile azzardo- e così ho lasciato perdere. Anche perchè non ho ancora capito l'utilità del procedimento...

- sciroppo: la ricetta non lo dice, ma voi dovere fare uno sciroppo: quindi, non basta portare il vino ad ebollizione, ma bisogna anche farlo bollire per un po, fino a quando si addensa e prende un colore traslucido: casseruolino dal fondo normale (non spesso, che sennò non la finite più), fornello più piccolo, fiamma media, occhi puntato sullo sciroppo e qualche minuto di cottura, dal bollore. Appena vedete che si è ridotto di volume e si è addensato, è pronto

- glassa: non l'ho messa. Quello che vedete nella foto è l'effetto dello sciroppo, e a me piaceva così. Anche perchè le dosi indicate dalla ricetta sono per una glassa "lenta", se mi passate il termine, non bella densa come quelle solite- e alora mi sembrava di fare un doppione. Se siete particolarmente amanti dello zucchero, nulla vi vieta il doppio strato.

Personalmente, questo è il classico dolce da dopocena, dopo teatro, dopo cinema, dopo tutto, insomma: d'obbligo è un bicchiere di vino liquoroso o di Porto, visto che il cioccolato c'è e si sente e un po' di freddo fuori, perchè un propriamente estivo non è. Però, fidatevi, è uno spettacolo..
Rispondi