Quelle coi figli non proprio bellissimi

Per parlare dei più piccoli, da 0 a 5 anni
Avatar utente
Lupina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 5906
Iscritto il: mer mar 19, 2008 10:45 pm
Contatta:

Messaggio da Lupina »

Ma infatti.
Noi siamo sopravvissuti benissimo anche senza essere modelli di Armani, siamo molto intelligenti ed amiamo la vita.
Meglio di così si muore.

Speriamo che segua le nostre orme.


genny

Messaggio da genny »

Monica71 ha scritto:
Io gli ricordo ogni giorno che sono bellissimi non voglio che facciano la nostra fine, mia madre ci ha sempre differenziato ed ecco classifiche su classifiche su noi 5 sorelle, due bellissime una ancora piccola (che è bellissima ora sulla destra nell'avatar) e le altre due (io con un'altra) a spartirci l'ultimo posto!!

aha aha aha!!! no perchè tu pensi che si veda qualcosa in quel avatar??????
aha aha aha
Avatar utente
Cosetta
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 8322
Iscritto il: lun lug 22, 2013 4:13 pm

Messaggio da Cosetta »

ma a chi lo chiedi Flavia?? :D
perché periodicamente torna fuori il "meno mamme, più mamme"?
perché non vedere i difetti sembra più amorevole che vederli?
spesso è più un atteggiamento che si prende davanti agli altri, mentre nel modo di essere mamma magari non ci sono grosse differenze, quindi è più caratteriale che effettivo. Io non vado in giro facendo notare i difetti dei miei figli, gli ripeto mille volte che son belli perchè, come dicevo, a me danno gioia a vederli, ma non vuol dire che non accetti serenamente l'idea che ne abbiano, come ne ho io e sono molto serena con me stessa.

Non condivido invece chi fa notare ai figli i propri difetti e anche davanti agli altri (non solo fisici ma magari anche il non andar bene a scuola, o non essere bravi negli spport), purtroppo accade, in bimbi/ragazzi più grandi di solito, e secondo me è fatto solo per scaricare sul figlio la frustrazione di non avere il figlio "perfetto", anche se è fatto in modo più o meno scherzoso/ironico. Ma non credo che ai figli faccia bene, anche se magari questi genitori potrebbero motivarlo in qualche modo.
Non sempre il "parlare" dei difetti corrisponde a una serena accettazione (non parlo di questo post), e viceversa non è che se non li metti in evidenza è perché non vuoi vederli.
Flavia

Messaggio da Flavia »

Cos73 ha scritto:ma a chi lo chiedi Flavia?? :D
perché periodicamente torna fuori il "meno mamme, più mamme"?
perché non vedere i difetti sembra più amorevole che vederli?
E io condivido in pieno tutto quello che hai detto!
E io non credo assolutamente che sia più amorevole non vedere i difetti... è proprio quello che volevo dire.

Perchè su alcune persone sarà anche caratteriale ma su molte (non sto dicendo su questo forum, ma lavoro con i bambini da anni e di mamme me ne sono passate davanti taaante) c'è questa cosa che se tu non sei sempre entusiasta di tutto quello che riguarda essere madre, se non sogni la notte elettrizzata di cambiare un pannolino pieno di cacca o di svegliarti ale 3 di mattina per allattare (e di conseguenza anche se tuo figlio non è il più bello del reame anche se ha un cecio grosso come un cachi sulla fornte) allora non sei una brava mamma...


Lupina si è chiesta se era strana lei, per me non è giusto che una persona si faccia anche solo venire questi dubbi.

Poi, come dicevo prima una cosa è vedere un difetto, una cosa è spiattellarlo davanti al bambino/ragazzo. Il modo migliore per fargli venire i complessi (e ci manca solo che noi ci mettiamo il carico da 11 visto che con l'adolescenza siamo tutti bravissimi a fare da soli).
Avatar utente
Cosetta
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 8322
Iscritto il: lun lug 22, 2013 4:13 pm

Messaggio da Cosetta »

Flavia75 ha scritto:
Perchè su alcune persone sarà anche caratteriale ma su molte (non sto dicendo su questo forum, ma lavoro con i bambini da anni e di mamme me ne sono passate davanti taaante) c'è questa cosa che se tu non sei sempre entusiasta di tutto quello che riguarda essere madre, se non sogni la notte elettrizzata di cambiare un pannolino pieno di cacca o di svegliarti ale 3 di mattina per allattare (e di conseguenza anche se tuo figlio non è il più bello del reame anche se ha un cecio grosso come un cachi sulla fornte) allora non sei una brava mamma...
.
si, pare esistano ah ah ah
ma noimamme cambieremo il mondo e le donne non saranno più costrette a fingere di amare la cacca spiaccicata e le notti insonnI (facendosi poi sentire inadeguate le une con le altre!), per dimostrarsi madri amorevoli!
:ahahaha:
Avatar utente
Lupina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 5906
Iscritto il: mer mar 19, 2008 10:45 pm
Contatta:

Messaggio da Lupina »

Io al Nano dico sempre che è bellissimo, e bravissimo, e che sa fare bene le cose.

Detto questo, mi accorgo che è bruttino. Non mi sento in colpa, perchè non glielo farei mai notare. E perchè penso che non sia un dismorfismo tale da condizionarlo per tutta la vita.
Mi accorgo ad esempio che Valentino è più bello di come era Jacopo alla sua età. Non mi strappo i capelli, ovviamente, ma si vede che sarà un adulto più bello, e sono contenta per lui e per mia sorella.
Avatar utente
Cosetta
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 8322
Iscritto il: lun lug 22, 2013 4:13 pm

Messaggio da Cosetta »

ma sai che io sono capottata quando ho letto che qualcuno afferma che anche questo potrebbe generare insicurezza?
perché si aspettano di dover essere belli e bravi e quando poi si accorgono che non lo sono veramente vanno in crisi?
cioè come ti muovi sbagli (che mestiere ingrato!!!)
ah ah ah

a parte gli scherzi, credo sia vero talvolta, perché c'ho sbattuto il naso con Irene, a cui dicevo sempre brava brava e che m'è andata in crisi perché non sapeva colorare preciso preciso, disegnare cose perfettamente uguali all'originale, e non è stato facile (anzi non è facile) farle capire che essere bravi a 6 anni non significa essere dei Raffaelli (tranne Sara di Vavi ah ah)
insomma lei che dice "non è verooo, non sono bravaaa" m'ha messo in crisi!
marte71

Messaggio da marte71 »

Cos73 ha scritto: a parte gli scherzi, credo sia vero talvolta, perché c'ho sbattuto il naso con Irene, a cui dicevo sempre brava brava e che m'è andata in crisi perché non sapeva colorare preciso preciso, disegnare cose perfettamente uguali all'originale, e non è stato facile (anzi non è facile) farle capire che essere bravi a 6 anni non significa essere dei Raffaelli (tranne Sara di Vavi ah ah)
insomma lei che dice "non è verooo, non sono bravaaa" m'ha messo in crisi!
anche mia figlia lo faceva, ma poi ha capito, oltre con le mie mille spiegazioni, esempi di me e suo padre, chi è bravo a fare questo, chi a fare quell'altro, non siamo tutti uguali e bla bla bla. credo che alla scuola materna lo abbia capito definitivamente, vedendo gli altri nelle varie attività.
Rispondi