un altro consiglio please...

Per parlare dei più piccoli, da 0 a 5 anni
Avatar utente
Alessia M.
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 7233
Iscritto il: gio gen 17, 2008 4:27 pm

un altro consiglio please...

Messaggio da Alessia M. »

Adele comincia ad avere le sue abitudini ed una di queste è la tetta dopo il bagno.

A prescindere dall'aver tettato esattamente due minuti prima del bagno, lei come esce dall'acqua PRETENDE la tetta... a me sta anche bene perchè è un momento nostro e mi piace, solo che lei non ha pazienza, vorrebbe che la cosa fosse immediata: esco dall'acqua e tutta bagnata mi attacco a mamma...

Capite bene che in inverno è pura utopia neonatale e così dopo il bagnetto comincia la vestizione: massaggio con l'olio e fin qui tutto va bene; pannolino e storce il muso; body e sono urla; piagiamino e siamo già alla fase piango e mi dispero tanto che mi trema il labbro, singhiozzo e mi escono i lacrimoni come se mi avessero pestato un piede...

Alla fine arriva la tetta, ma a volte è così nervosa che non si attacca subito e continua a singhiozzare con la tetta in bocca.

A me e Gianlu, che mi assiste nelle varie procedure, ci si stringe il cuore... ma come posso fare???

E' possibile che il pianto non dipenda dall'avere la tetta subito, ma che sia anche solo una valvola di sfogo per lei che così scarica lo stress della giornata? (il bagnetto lo facciamo la sera)


Avatar utente
stefyna77
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3806
Iscritto il: mer ott 17, 2007 3:37 pm

Messaggio da stefyna77 »

Secondo me si.... forse dopo il bagnetto è molto stanca e sente il bisogno della tetta come consolazione e come aiuto per dormire....
potresti provare una volta uscita dall'acqua ad avvolgerla in un graaaande asciugamano e farla ciucciare giusto 5 minuti il tempo che si tranquillizzi...
magari se hai una stufetta di quelle che buttano aria calda la accendi così non prende molto freddo....
Avatar utente
Cosetta
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 8322
Iscritto il: lun lug 22, 2013 4:13 pm

Messaggio da Cosetta »

E' possibile, anche Damiano piangeva sempre durante la "vestizione" finchè non gli davo il seno, ma non credo sia il volere immediatamente il seno. Il seno chiaramente li calma e rilassa, ma credo che il pianto sia conseguenza del bagno indipendentemente dal discorso tetta.
Damiano ha smesso distraendolo, facendogli un sacco di moine e giochetti mentre lo asciugavo e vestivo.
Avatar utente
Alessia M.
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 7233
Iscritto il: gio gen 17, 2008 4:27 pm

Messaggio da Alessia M. »

Cos73 ha scritto: Damiano ha smesso distraendolo, facendogli un sacco di moine e giochetti mentre lo asciugavo e vestivo.


Il papà mi assiste in questo senso... lui la distrae ed io cerco di fare il più velocemente possibile, ma non c'è verso...

Il pianto è di sicuro collegato al bagnetto perchè quando la cambio la mattina è tutta un sorriso.
Avatar utente
tati
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 11634
Iscritto il: ven dic 15, 2006 10:35 pm

Messaggio da tati »

Noi per fare il bagnetto scaldiamo prima il bagno, ma effettivamente il clima è diverso.
Appena esce avvolgila in un bell asciugamano caldo, senza toccarla subito per vestirla.
lasciala anche solo un minuto così.Fabietto l'adora.
Appena esce, presumo per la differenza di temperatura dall'acqua al fuori, tenta di piangere, ma se lo metto nell asciugamano e lo avvolgo tutto smette, e si guarda in giro felice...
Avatar utente
Alessia M.
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 7233
Iscritto il: gio gen 17, 2008 4:27 pm

Messaggio da Alessia M. »

questo lo faccio Tati non è per il freddo che piange, anche perchè pure noi le mettiamo la stufetta... chissà cosa le viene in mente... magari è proprio uno sfogo personale...
Avatar utente
tati
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 11634
Iscritto il: ven dic 15, 2006 10:35 pm

Messaggio da tati »

ma nel bagnetto come sta?
Si diverte, si rilassa, mentre lo fa?
PErchè magari semplicemente è incazzata perchè gli togli un suo attimo dolce e delicato.
Monica1970

Messaggio da Monica1970 »

Quando facevo il bagno a Sergio nei primissimi giorni, urlava come un disperato, poi ho capito che non gradiva quella vasca (da neonato s'intende) che per lui era enorme e senza punti d'appiglio, così abbiamo provato a lavarlo nel lavandino e li ha acquisito il piacere del bagno. Dopo un pò entrare nella vasca è diventato un divertimanto. Forse Adele non ama gli spazi larghi...
Rispondi