Il sonno diurno

Per parlare dei più piccoli, da 0 a 5 anni
Avatar utente
Sheireh
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 17185
Iscritto il: mar feb 26, 2008 4:35 pm

Messaggio da Sheireh »

serepnt ha scritto:Grazie per la risposta Elisa.
Posso chiederti quante poppate facevi quando le ultime due erano alle 19.30 e alle 21/21.30? Erano le ultime due poppate su 4 o su 5 poppate complessive?
E quando tuo figlio Filippo faceva ancora il pisolino pre-cena, ne faceva anche uno dopo il pranzo, quindi ne faceva tre in tutto?

Il mio piccolo dramma, che mi sta avvelenando le giornate mio malgrado, è questo:
la seconda pappa deve sostituire il terzo pasto (dunque mattina latte, mezzogiorno pappa, merenda di frutta, cena pappa verso le 19.00 e infine poppata) oppure deve sostituire il quarto e ultimo pasto, come ho letto da molte parti, e il latte prima di dormire va tolto (dunque mattina latte, mezzogiorno pappa, merenda frutta + latte, cena pappa)?
Credo sia importante ai fini degli orari, almeno approssimativi... se la seconda pappa sostituisce il terzo pasto, allora il bimbo può mangiare nel tardo pomeriggio (verso le 19.30) e poi prendere il latte prima di andare a nanna per la notte (tipo verso le 21.30), ma se la seconda pappa sostituisce l'ultimo pasto non posso certo farlo cenare alle 21.30! Quindi variano anche gli orari della merenda e del latte pomeridiano...

Sì, sono sull'orlo di una crisi di nervi... mi credete se vi dico che queste stupide domande mi stanno esaurendo talmente tanto che tutte le lacrime di nervosismo che non ho pianto in sei mesi stanno uscendo adesso?
:cry:
I pasti in realtà NON devono sostituire le poppate, che dovrebbero rimanere varie durante le 24 ore, perché il latte DEVE essere l'alimento principale dell'alimentazione di tuo figlio.

Potrai tranquillamente dare il tuo latte dopo la merenda, quando lo vorrà, dare la pappa verso le 19.30 o quello che sarà, e se non la mangerà non sarà un problema perché ha già preso l'alimento che è più giusto per lui, ma se gli piacerà si adatterà da solo ad aspettare quella invece del latte magari, e continuare con il latte prenanna, che se lo vuole è molto importante dargli per il suo rilassamento e la sua sicurezza.

E non c'è nessun obbligo a cominciare la cena in un giorno predefinito, puoi aspettare che sia un periodo per lui più tranquillo, per dire, anche fra un mese.

In pratica, fidati di lui e delle sue scelte.
Non devi essere TU a decidere i SUOI orari, deve essere lui a farti capire quali orari vanno bene per LUI (e non il "bambino medio"), quando e cosa mangiare.



serepnt
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6
Iscritto il: mar mar 01, 2011 11:21 pm

Messaggio da serepnt »

Sheireh ha scritto:In pratica, fidati di lui e delle sue scelte.
Non devi essere TU a decidere i SUOI orari, deve essere lui a farti capire quali orari vanno bene per LUI (e non il "bambino medio"), quando e cosa mangiare.
E' proprio questo il punto.
Io vorrei fare ciò che è meglio per lui, seguire i suoi ritmi, come ho fatto finora, però è come se all'improvviso non mi sentissi più in grado di capirli questi ritmi.
E quando siamo andati dalla pediatra, venerdì scorso, alla mia domanda "ma deve fare quattro pasti?", mi ha guardata sorridendo e ha risposto "certo, quattro, ovvio che deve fare quattro pasti".
Io non sono mai stata ossessionata dai consigli della pediatra, inizialmente mi aveva detto di dargli solo mela e pera come frutta e non aggiungere le verdure alla pappa di mezzogiorno, e Daniele invece ha assaggiato banana e prugna, mangia parecchi tipi di verdura e ne è felice.
Però sulla quantità dei pasti mi ha messo in crisi, perchè poi in giro si vedono quei bambini ipernutriti e cicciotti e io ho sempre pensato che ipernutrire un figlio non è sano...

E poi mi sono fissata di togliergli l'abitudine di addormentarsi ciucciando, perchè così può dormire anche dopo una pappa e non per forza dopo il latte e perchè così un domani Daniele si abitua ad addormentarsi anche senza la mamma...
Adesso ad esempio sono le otto meno venti di sera e dorme da un'ora... ne ha bisogno...

Smilla

Messaggio da Smilla »

serepnt ha scritto:
E poi mi sono fissata di togliergli l'abitudine di addormentarsi ciucciando, perchè così può dormire anche dopo una pappa e non per forza dopo il latte e perchè così un domani Daniele si abitua ad addormentarsi anche senza la mamma...
Adesso ad esempio sono le otto meno venti di sera e dorme da un'ora... ne ha bisogno...
Ecco su questo ti dico solo una cosa:non crearti nessun tipo di aspettattativa sull'addormentamento: ogni bambino è a sè.
Ascolta il tuo istinto prima che le parole degli altri

serepnt
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6
Iscritto il: mar mar 01, 2011 11:21 pm

Messaggio da serepnt »

smile77 ha scritto:Ecco su questo ti dico solo una cosa:non crearti nessun tipo di aspettattativa sull'addormentamento: ogni bambino è a sè.
Ascolta il tuo istinto prima che le parole degli altri
Sono assolutamente d'accordo e Daniele, contrariamente a molti bambini, durante il giorno si addormenta da solo, nel suo lettino.
Appena mostra di avere sonno, io lo corico, metto la sua ninnananna preferita, lui gira la testa, a volte si canta una specie di nenia e dopo qualche minuto si addormenta pacifico.
Riuscirebbe a farlo anche per la notte, indipendentemente dal seno, mi domando? O scambierebbe quell'addormentamento per un altro riposino diurno, svegliandosi dopo poco?

Avatar utente
Sheireh
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 17185
Iscritto il: mar feb 26, 2008 4:35 pm

Messaggio da Sheireh »

serepnt ha scritto:E' proprio questo il punto.
Io vorrei fare ciò che è meglio per lui, seguire i suoi ritmi, come ho fatto finora, però è come se all'improvviso non mi sentissi più in grado di capirli questi ritmi.
E quando siamo andati dalla pediatra, venerdì scorso, alla mia domanda "ma deve fare quattro pasti?", mi ha guardata sorridendo e ha risposto "certo, quattro, ovvio che deve fare quattro pasti".
Io non sono mai stata ossessionata dai consigli della pediatra, inizialmente mi aveva detto di dargli solo mela e pera come frutta e non aggiungere le verdure alla pappa di mezzogiorno, e Daniele invece ha assaggiato banana e prugna, mangia parecchi tipi di verdura e ne è felice.
Però sulla quantità dei pasti mi ha messo in crisi, perchè poi in giro si vedono quei bambini ipernutriti e cicciotti e io ho sempre pensato che ipernutrire un figlio non è sano...

E poi mi sono fissata di togliergli l'abitudine di addormentarsi ciucciando, perchè così può dormire anche dopo una pappa e non per forza dopo il latte e perchè così un domani Daniele si abitua ad addormentarsi anche senza la mamma...
Adesso ad esempio sono le otto meno venti di sera e dorme da un'ora... ne ha bisogno...
Il fatto che DEBBANO fare quattro pasti in ogni caso è follia.
Sono davvero pochissimi i bambini allattati al seno che fanno 4 pasti alla sua età, e la stragrande maggioranza sono bambini costretti a fare SOLO 4 pasti.
Un bambino a questa età dovrebbe (nel senso che sarebbe più naturale) poppare più spesso e ancora di notte.

Non esistono bimbi ipernutriti con il latte, perché i bambini si autoregolano. I problemi semmai possono sopraggiungere più avanti.

Tuo figlio avrà tutto il tempo di imparare a dormire con altri metodi. Ciucciare il seno materno è il metodo migliore e più rilassante che esista.
Non c'è ALCUN motivo per farlo smettere.
Se mai dovrà addormentarsi senza di te, troverà un sistema per farlo con la persona con cui è, perché lui SA che se non c'è la mamma non c'è nemmeno il seno, ma non ha senso privarlo ORA di una cosa di cui ha bisogno per un eventuale necessità di addormentarsi senza di te in futuro.

Il fatto che, come dici tu, TU ti sia fissata ti fa capire come non sia una SUA necessità, no? Quindi non è il caso.

serepnt
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6
Iscritto il: mar mar 01, 2011 11:21 pm

Messaggio da serepnt »

Ha sentito il mio nervosismo e non avete idea di quanto sia arrabbiata con me stessa per questo. Mi ha vista piangere e mi sorrideva, quasi per consolarmi.
E poi alle 8 di sera ha mostrato di avere fame e ho tentato. Ha mangiato 10 grammi di semolino con 40 grammi di formaggino e pure di gusto. Forse ci ha aiutati anche il fatto che stasera il suo papà è tornato a casa prima del solito e abbiamo provato questa nuova pappa più serenamente, tutti e tre insieme.
E io ero tranquilla, perchè di pomeriggio gli avevo dato il seno e sapevo che, anche se non avesse mangiato, non avrebbe avuto fame.
Dunque ha mangiato il suo latte stamattina, la pappa a mezzogiorno, frutta e latte di pomeriggio, una piccola pappa a sorpresa di sera e alle 22.00 si è attaccato al seno come sempre, trovandolo forse un po' meno pieno del solito, ma sempre con il suo effetto "soporifero".
E stasera, quasi avesse capito la causa della mia ansia, non si è addormentato al seno, era solo più rilassato e con gli occhi che si chiudevano, così l'ho messo nel lettino, l'ho riempito di coccole prenanna, gli ho dato la buonanotte, ho acceso il suo carillon preferito e ho lasciato che prendesse sonno da solo.
Adesso dorme beato.

Forse oggi, per la prima volta, è stato mio figlio a prendersi cura di me.
O forse lo fa ogni giorno, ma a volte noi mamme siamo troppo prese da tanto altro per accorgercene.

Elisa1978
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 160
Iscritto il: lun ago 30, 2010 4:30 pm

Messaggio da Elisa1978 »

serepnt ha scritto:Grazie per la risposta Elisa.
Posso chiederti quante poppate facevi quando le ultime due erano alle 19.30 e alle 21/21.30? Erano le ultime due poppate su 4 o su 5 poppate complessive?
E quando tuo figlio Filippo faceva ancora il pisolino pre-cena, ne faceva anche uno dopo il pranzo, quindi ne faceva tre in tutto?

Il mio piccolo dramma, che mi sta avvelenando le giornate mio malgrado, è questo:
la seconda pappa deve sostituire il terzo pasto (dunque mattina latte, mezzogiorno pappa, merenda di frutta, cena pappa verso le 19.00 e infine poppata) oppure deve sostituire il quarto e ultimo pasto, come ho letto da molte parti, e il latte prima di dormire va tolto (dunque mattina latte, mezzogiorno pappa, merenda frutta + latte, cena pappa)?
Credo sia importante ai fini degli orari, almeno approssimativi... se la seconda pappa sostituisce il terzo pasto, allora il bimbo può mangiare nel tardo pomeriggio (verso le 19.30) e poi prendere il latte prima di andare a nanna per la notte (tipo verso le 21.30), ma se la seconda pappa sostituisce l'ultimo pasto non posso certo farlo cenare alle 21.30! Quindi variano anche gli orari della merenda e del latte pomeridiano...
Quello che ti posso dire è che Filippo quando ha conosciuto la pappa e il nostro mangiare, ha iniziato subito ad apprezzarla a dispetto della tetta. Quando ho inserito il pasto anche alla sera, è stato lui a non richiedere più il latte prima della nanna serale: ho lasciato che lui decidesse quello che voleva.
Anche con la merenda è stato così: alla tetta preferiva lo yogurt (e non la frutta). Ho mantenuto la tetta fino all'anno a colazione (proprio perchè il nostro latte è importante) anche se lui vedevo che preferiva lo yogurt: lui ora non beve nessun tipo di latte, ma lo ha deciso lui. Dagli da mangiare quando vuole: fatti guidare da lui.
Per il sonno, lui dormiva al mattino, dopo pranzo 2 ore circa e poi il pisolino prima di cena; poi ha tolto quello prima di cena e poi quello al mattino.

Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

Sheireh ha scritto:
Tuo figlio avrà tutto il tempo di imparare a dormire con altri metodi. Ciucciare il seno materno è il metodo migliore e più rilassante che esista.
Non c'è ALCUN motivo per farlo smettere.
Se mai dovrà addormentarsi senza di te, troverà un sistema per farlo con la persona con cui è, perché lui SA che se non c'è la mamma non c'è nemmeno il seno, ma non ha senso privarlo ORA di una cosa di cui ha bisogno per un eventuale necessità di addormentarsi senza di te in futuro.

Il fatto che, come dici tu, TU ti sia fissata ti fa capire come non sia una SUA necessità, no? Quindi non è il caso.
quoto
e aggiungo che lorenzo allattato fino a 2 anni si è sempre addormentato al seno in mia presenza.
Ma già dai 4 mesi in mia assenza si addormentava in altri modi.

Rispondi