La moltiplicazione e la preferenza

Il luogo del pensiero, dell'approfondimento, della discussione; società, politica, religione e tanto altro su cui riflettere, un occhio critico sul mondo che ci circonda.
Avatar utente
Rie
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 7933
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:51 pm

Messaggio da Rie »

Fra... un figlio-uragano ti vampirizza il tempo e le energie per forza di cose, c'è una componente oggettiva di faticosa gestione.
Ma mi sembra che tu sia lucida, terribilmente... mamma, nell'avvertire un disequilibrio e nel provare a pensare come aggiustare le cose. Già con il porti la domanda, secondo me sei a metà dell'opera. Su quale risposta sia utile, credo che Polly ti abbia giustamente suggerito un po' di argine all'uragano e "terapia del figlio unico" con mati.
E leggere maria luigia, che offre anche una prospettiva di lungo periodo, fa pensare al fatto che una mamma attenta e consapevole ce la possa fare.

Io devo dire che non avverto quel disequilibrio, nei miei pur diversissimi sole e luna. La moltiplicazione è riuscita quanto la non-preferenza (anche se sono certa che tu non "preferisca" per davvero, è solo una maggior sintonia, per altro variabile nel tempo).
Una cosa però dalla mia esperienza personale posso proportela: stai più attenta a non accontentare palesemente più spesso il figlio rompiballe (penso all'episodio delle scale fatte in braccio). A me capita, talvolta, con l'insopportabile urlatore Federico vs il più conciliante Alex. So che siamo stanche, esasperate, con i minuti contati, ma sono quei particolari che il figlio meno rompiballe nota, e che magari può farti scontare in seguito, in altro modo. Vale la pena di fare uno sforzo in più nell'immediato servizio anti uragani ;)

Un bacio grande a te e alle bimbe!


Avatar utente
MatifraSo
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 10471
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:59 pm

Messaggio da MatifraSo »

So che la terapia del figlio unico in questi casi è la migliore, ma è veramente dura applicarla!

Non c'è nessuno che possa stare con Sofia, tenterò nei pomeriggi liberi di Luca.

Il fatto è che comunque non vado più d'accrdo on Sofia, anzi!! Mi arrabbio con lei centinaia di volte al giorno, mi fa incavolare con la sua testardaggine, ma che ci posso fare se la adoro anche così?? :-))
Avatar utente
laste
Admin
Admin
Messaggi: 8932
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:58 pm
Contatta:

Messaggio da laste »

Io bilancio molto,ma capisco quello che dici Fra
la do vinta molto piu' a Dario che a Ruggero,che ha l'unica colpa di essere il primogenito e quindi l'eterno "tu sei grande".
Ruggero e' buono,davvero,e n on mi posso lamentare
ma e' anche emotivo,e piu' passa il tempo meno mi racconta i suoi stati d'animo e li devo intuire
E piu' diventa introverso piu' io riverso le mie attenzioni su Dario (che poi e' pure in pieni TT e va guardato continuamente) semplicemente perche Dario chiede e ricambia mentre Ruggero non fa nessuna delle 2 cose
Se dovessi scrutare in fondo al mio cuore (anzi,l'ho già fatto) direi in tutta serenità che Ruggero e' il mio primo grande amore,lui e' buono,lui e' emotivo,lui e' delicato
Ma con Dario e' talmente piu' facile rapportarsi (almeno per ora) che appunto,si bilanciano e mi rendono il lavoro equamente pesante e lieto indipendentemente di chi ho davanti :lol:
comunque fra sono continta che a 2 anni sia presto per capire come evolverà un carattere,mai avrei detto che Ruggero sarebbe diventato cosi' emotivo,era comunque estroverso a 2 anni
Avatar utente
Nat
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 6237
Iscritto il: sab dic 16, 2006 12:38 pm

Messaggio da Nat »

Fra, oggi tocchi un tasto dolente
anche io sono qui che mi chiedo le stesse cose tue (dicendomi sarà perchè è piccolo)
e come te non amo più che altre quelle caratteristiche "mie" che riconosco
forse bisognerebbe pensare a noi bambine come cosa diversa dai nostri figli
e cominciare noi per prime ad amare quello che siamo state...
che ne sò! ...sembra però decisamente più facile accettare il diverso da noi
possibile che siamo pronte ad accettare tutto ...tranne che i nostri stessi "sbagli" ???
(scusa il delirio, manco io mi capisco)
Avatar utente
Lella
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 4494
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:23 pm

Messaggio da Lella »

Guarda secondo me il bene è lo stesso ma abbiamo anche noi le preferenze su certi atteggiamenti o caratteristiche, sono sfumature difficili da spiegare ma anche da capire.
Ti faccio un esempio, io sento per Jacopo molto più forte il desiderio di averlo vicino fisicamente, proprio di coccolarlo, baciarlo, però sono più "coinvolta" dalla vita di Andrea, nel senso che mi accorgo che a lui faccio più domande su quello che fà a scuola, con gli amici , ecc.
Forse quanto sopra dipende ancora dall'età, in ogni caso credo sia normale apprezzare di più o avere in simpatia certe caratteristiche caratteriali di uno o dell'altro ma questo secondo me non comporta un'intensità maggiore o minore del nostro affetto per loro.
Avatar utente
MatifraSo
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 10471
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:59 pm

Messaggio da MatifraSo »

Nat, il tuo delirio lo capisco benissimo, e credo che tu abia centrato il problema.

Forse in Matilde rivedo troppo me stessa bambina per poter apprezzare appieno il suo carattere.

Ora devo andare, ci rimugino ancora un pochino.
Avatar utente
Patrizia
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 6591
Iscritto il: lun dic 18, 2006 8:31 am
Contatta:

Messaggio da Patrizia »

fra&ma&so ha scritto:Mi costa molto quello che sto per scrivere, ma vorrei sapere se è una cosa che succede anche a voi o sono io fatta male.

Abbiamo sempre detto che l'amore per i figli non si divide, ma si moltiplica, e su questo non ci piove.

Ma, e mi rivolgo alle bis, tris, quadri e penta mamme, l'amore è ugale per tutti? Non mi riferisco alla quantità, che è infinita, ma alla qualità, al tipo di affetto che vi lega ai figli. Al fatto che se un capriccio lo fa uno vi dà meno fastidio che se sia l'altro a farlo. E non solo per le diverse età dei bimbi, ma proprio per la diversità dei bimbi.

Prima vi parlo brevemente delle mie bimbe.

Matilde 4 anni e mezzo, carattere taciturno, timida, dolce anche se non particolarmente affettuosa, molto intelligente, giudiziosa. Quella che si definirebbe una brava bambina.

Sofia, 2 anni e poco più, un terremoto, tenace, testarda, cocciuta, rompiballe all'inverosimile. Capace però di accarezzarmi e dirmi paroline dolci, di dirmi che di notte vuole dormire nel lettone perchè mi deve dare i bacini, che quando mi arrabbio mi guarda con quegli occhioni e poi vuole venire in braccio e fare e coccole.

Ecco, io.... Adoro Sofia. Non so cosa farci, è più forte di me. Appena nata mi dicevo che il mio atteggiamento era dato dal fatto che lei era più piccina, quindi più bisognosa del contatto fisico, ma ora... Ora ha ormai due anni, è "grande", se penso che alla sua età Matilde era appena diventata sorella maggiore, e da lei pretendevo cose che da Sofia non mi sognerei nemmeno di chiedere.

Sarà il fatto che parla poco, cioè, non sta mai zitta, ma poco che le persone che non sono io capiscono.

Sarà i fatto che è così dolce ed affettuosa, non lo so, ma mi accorgo che preferisco lei. E Matilde l'ha capito.

Ieri ho comprato due vasi di fiori. Lei ha detto che uno è mio e di Sofia, e l'altro suo e di papà. Io le ho risposto che poteva anche essere mio e suo, e l'altro di Sofia e papà e lei ha ribattuto che "a te piace Sofia, quindi stai con Sofia, io invece sto con papà".

E' una piccola cosa, ma.... mi ha colpito e fatto male. Mi ha fatto male soprattutto perchè SO che è vero.

E poi ho notato che Matilde sta cambiando. Quando siamo sole io e lei, è un'altra bambina, quando c'è anche Sofia, sembra che faccia in modo di mettersi in disparte. E il carattere di Sofia non aiuta di certo. Sofia ha bisogno di costante attenzione quando siamo in giro altrimenti scappa di qua e di là. E poi devo stare con le orecchie dritte che se le scappa la pipì devo correre. E... insomma ha due anni!

Però quado Matilde aveva due anni e dovevo allattare Sofia io chiedevo a Matilde di attendere e mi aspettavo che lei lo facesse. E lo faceva. Perchè Sofia non può aspettare?

Oppure capita che Matilde voglia essere portata in braccio. Io le dico che non riesco a portarla per le scale,che pesa perchè è grande, allora arriva Sofia che dice "Io pippi, io sì" (io piccola, io sì), così la devo prendere in braccio perchè altrimenti le scale non le fa. Ho provato a non prenderla in braccio e fare finta di nulla, ma è capace di scendere e uscire al posto di venire in garage con noi. Quindi è pericoloso e mi tocca prenderla in braccio, così l'ha vinta lei!

Lo so, forse spesso per fare più in fretta la prendo su e via, o gliele do vinte per non metterci due ore, ma mi rendo conto che non è giusto nei confronti di Matilde, che paga per il fatto che sia meno rompiballe.

Non so se il mio ragionamento si è capito, non so se capita anche a voi, ma veramente mi accorgo che le cose mi stanno sfuggendo un pò di mano.


Fra ... ho letto e ho CAPITO, capito molto bene, nel profondo

Anche da noi le dinamiche sono simili.

Sofia come la tua Matilde: (non è taciturna ma) una "brava bambina", matura, responsabile .. quando avevo Dodino piccolo, che strillava strillava strillava e non dormiva, Sofia doveva attendere. E attendeva senza troppi problemi. Ora Dodino non è più piccino, ma quando c'è fretta, quando c'è qualcosa da fare, quando mi devo dividere, Sofia è la bambina grande che sa far da sola, che obbedisce, che mi ascolta. Dodi è il piccolino che deve essere aiutato e con il quale dobbiamo avere pazienza perchè ha un caratterino esplosivo.


L'esempio che fai tu sul fare le scale ed essere prese in braccio, io la vivo con il vestirsi per uscire. Con Sofia perdo la pazienza perchè non si sbriga, mentre Dodi mi chiede "mi metti tu le scarpe?" e pur rendendomi conto che non è necessario (ha quasi 4 anni!!!!) lo faccio. Due pesi e due misure. Nota che Sofia a 3 anni doveva fare da sola perchè c'era Dodi di un anno ...

Mi sono accorta che un certo comportamento di Sofia mi fa arrabbiare, lo stesso di Dodi lo tratto con maggiore comprensione. E non è giusto. La trasgressione di una regola da parte di Sofia mi fa infuriare (mi viene da dirle "ma almeno tu, ascoltami" sapendo che su di lei fa presa), nel caso di Dodi .. come dire .. quasi me lo aspetto quindi sono meno severa. Anzi, non meno severa, meno irritabile, questo sì.

L'arrivo di Letizia ha smussato un po' queste situazioni. Ora è lei la piccina e io tendo a trattare Sofia e Dodi allo stesso modo. Neanche questo è giusto, Sofia ha quasi 6 anni e Dodi quasi 4, ma alla fin fine chi ci guadagna è Dodi che fa le cose "da grandi" ...

Quanto ai lati del carattere, devo dire che Sofia è identica a me, questo ci porta a scannarci a volte, ma per il resto ad andare moto d'accordo. Con Dodi invece l'accordo è più fisico, il rapporto è più fisico, fatto di lotte ma anche di baci e abbracci.

Sarò superficiale, ma non mi preoccupano queste cose. Io faccio del mio meglio e amo ciascuno di loro, seppur manifestando in maniera diversa. So che Nicola è così anche lui e in un certo senso ci compensiamo. Nicola è molto coccoloso con Sofia e molto più cerebrale con Dodi.

Vedremo con Leti.

Certo però che è una (splendida) fatica essere mamme!
Avatar utente
Patrizia
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 6591
Iscritto il: lun dic 18, 2006 8:31 am
Contatta:

Messaggio da Patrizia »

Polly ha scritto:Nell'economia familiare non tutti i figli hanno bisogno nello stesso momento delle stesse cose e delle stesse attenzioni.

questa cosa mi piace moltissimo (e detto da una cinque volte mamma è oro colato!!!!)

io cerco spesso di ricordarmi di questa regola

io per i tre ci sono sempre e ci sono con tutta me stessa ma .. in quetso periodo

Leti ha bisogno della mia presenza fisica per mangiare e per stare bene
Sofia ha bisogno di me come donna, per identificarsi, per essere complice
Dodi ha bisogno di me per fare la lotta, per sfogare un istinto forte, per imparare a incanalare la rabbia

ne discende che

con Leti sono spesso appiccicata e sbaciucchiosa e con la tetta fuori e gli
altri devono attendere
con Sofia faccio attenzione a osservare come si veste e pettina e le propongo di provare cose nuove o di vestirci con un accessorio simile; la sprono a dirmi cosa pensa e anche e soprattutto a dirmi quando non è d'accordo con me
con Dodi mi rotolo per terra e faccio la guerra dei baci e quando lo prendo a scuola lo abbraccio forte

però questo post è bello perchè oggi proverò a stritolare Sofia di baci quando la prendo da scuola e a chiacchierare con Dodi di come si sente (a Leti sempre tetta invece hahahahaha!)
Rispondi