La moltiplicazione e la preferenza

Il luogo del pensiero, dell'approfondimento, della discussione; società, politica, religione e tanto altro su cui riflettere, un occhio critico sul mondo che ci circonda.
Avatar utente
MatifraSo
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 10471
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:59 pm

La moltiplicazione e la preferenza

Messaggio da MatifraSo »

Mi costa molto quello che sto per scrivere, ma vorrei sapere se è una cosa che succede anche a voi o sono io fatta male.

Abbiamo sempre detto che l'amore per i figli non si divide, ma si moltiplica, e su questo non ci piove.

Ma, e mi rivolgo alle bis, tris, quadri e penta mamme, l'amore è ugale per tutti? Non mi riferisco alla quantità, che è infinita, ma alla qualità, al tipo di affetto che vi lega ai figli. Al fatto che se un capriccio lo fa uno vi dà meno fastidio che se sia l'altro a farlo. E non solo per le diverse età dei bimbi, ma proprio per la diversità dei bimbi.

Prima vi parlo brevemente delle mie bimbe.

Matilde 4 anni e mezzo, carattere taciturno, timida, dolce anche se non particolarmente affettuosa, molto intelligente, giudiziosa. Quella che si definirebbe una brava bambina.

Sofia, 2 anni e poco più, un terremoto, tenace, testarda, cocciuta, rompiballe all'inverosimile. Capace però di accarezzarmi e dirmi paroline dolci, di dirmi che di notte vuole dormire nel lettone perchè mi deve dare i bacini, che quando mi arrabbio mi guarda con quegli occhioni e poi vuole venire in braccio e fare e coccole.

Ecco, io.... Adoro Sofia. Non so cosa farci, è più forte di me. Appena nata mi dicevo che il mio atteggiamento era dato dal fatto che lei era più piccina, quindi più bisognosa del contatto fisico, ma ora... Ora ha ormai due anni, è "grande", se penso che alla sua età Matilde era appena diventata sorella maggiore, e da lei pretendevo cose che da Sofia non mi sognerei nemmeno di chiedere.

Sarà il fatto che parla poco, cioè, non sta mai zitta, ma poco che le persone che non sono io capiscono.

Sarà i fatto che è così dolce ed affettuosa, non lo so, ma mi accorgo che preferisco lei. E Matilde l'ha capito.

Ieri ho comprato due vasi di fiori. Lei ha detto che uno è mio e di Sofia, e l'altro suo e di papà. Io le ho risposto che poteva anche essere mio e suo, e l'altro di Sofia e papà e lei ha ribattuto che "a te piace Sofia, quindi stai con Sofia, io invece sto con papà".

E' una piccola cosa, ma.... mi ha colpito e fatto male. Mi ha fatto male soprattutto perchè SO che è vero.

E poi ho notato che Matilde sta cambiando. Quando siamo sole io e lei, è un'altra bambina, quando c'è anche Sofia, sembra che faccia in modo di mettersi in disparte. E il carattere di Sofia non aiuta di certo. Sofia ha bisogno di costante attenzione quando siamo in giro altrimenti scappa di qua e di là. E poi devo stare con le orecchie dritte che se le scappa la pipì devo correre. E... insomma ha due anni!

Però quado Matilde aveva due anni e dovevo allattare Sofia io chiedevo a Matilde di attendere e mi aspettavo che lei lo facesse. E lo faceva. Perchè Sofia non può aspettare?

Oppure capita che Matilde voglia essere portata in braccio. Io le dico che non riesco a portarla per le scale,che pesa perchè è grande, allora arriva Sofia che dice "Io pippi, io sì" (io piccola, io sì), così la devo prendere in braccio perchè altrimenti le scale non le fa. Ho provato a non prenderla in braccio e fare finta di nulla, ma è capace di scendere e uscire al posto di venire in garage con noi. Quindi è pericoloso e mi tocca prenderla in braccio, così l'ha vinta lei!

Lo so, forse spesso per fare più in fretta la prendo su e via, o gliele do vinte per non metterci due ore, ma mi rendo conto che non è giusto nei confronti di Matilde, che paga per il fatto che sia meno rompiballe.

Non so se il mio ragionamento si è capito, non so se capita anche a voi, ma veramente mi accorgo che le cose mi stanno sfuggendo un pò di mano.


Luvetta

Messaggio da Luvetta »

Rileggo tutto quando sono a casa, con calma e attenzione.
Nel frattempo ti dico che se ti senti in colpa, anch'io dovrei sentirmici.
Io "preferisco" generalmente il mio grande, per il semplice fatto che anch'io lo sento più affine a me.
Credo che sia umano avere una preferenza. L'importante è non farla diventare una differenza.
Avatar utente
gigia
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2999
Iscritto il: lun feb 02, 2009 11:00 am

Messaggio da gigia »

è capitato anche a me,
allora giovanna come matilde,
piccola grande donna,
luigi come sofia,gran rompiballe,
però io mi sono resa conto subito come te,
allora sai che ho fatto,e lo faccio ancora oggi nonostante sono grandi,
passo e passavo dei giorni a fare cose che so che a lei piacciono,
mi dedicavo completamente a lei,lasciando il piccolo con il papà,
oppure quando si addormentava,dicevo a lei,(meno male che dorme cosi stiamo io e te da soli)oppure senza che lui mi sentiva,(che rompi questo bimbo)e lei si sentiva importante,e diceva "dai mamma è piccolo...."
adesso che è grande,andiamo a fare compere insieme,mangiamo fuori e parliamo tanto
Avatar utente
Polly
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3134
Iscritto il: ven nov 16, 2007 10:52 pm
Contatta:

Messaggio da Polly »

Ti capisco benissimo fra e ti dico che è normale il modo in cui ci si rapporta ai figli, perché ogni figlio è diverso e diverso è il modo con cui noi ci riferiamo a loro. Nell'economia familiare non tutti i figli hanno bisogno nello stesso momento delle stesse cose e delle stesse attenzioni.
Non pensare che il tuo "preferire" sofia sia un voler dire "non preferire matilde". Io ad esempio mi sento più vicina a Gianluca perché simile a me, chiuso in casa ed estroverso fuori, molto molto sensibile, e bisognoso di molte attenzioni. Camilla mi irrita perché è invadente e troppo esuberante......
però nonostante tutto questo sia normale, (non esiste secondo me dire tutti i figli sono uguali, magari così fosse), Matilde mi sembra di capire che stia soffrendo, non come te di questa cosa ma sicuramente avendola notata qualcosa devi fare.
Prova a ritagliarti settimanalmente del tempo esclusivo per lei, non so il sabato mattina andate insieme, come abitudine dal giornalaio e le fai sentire per una mezzora l'unica protagonista del vostro rapporto. Falle capire che anche proprio perché più grande può fare cose diverse da sofia insieme a te.
Non si tratta di quantità né di qualità dell'amore ma di economia familiare che cambia continuamente, per cui ci saranno periodi diversi sia per quantità che per qualità, verso l'una e verso l'altra, si tratta di cercare di far bilanciare questi disequilibri quando ci si accorge che non sono vissuti in maniera equa, allora ritagliarsi spazi esclusivi con l'una e con l'altra e così diventa più naturale vivere la gestione di ambedue anche da parte delle bimbe che sapranno comunque che quotidianamente, settimanalmente insomma periodicamente potranno contare sulla loro mamma in maniera esclusiva e indipendentemente dalla sorella.
Un abbraccio
Avatar utente
CRI80
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 6986
Iscritto il: sab dic 16, 2006 1:11 pm
Contatta:

Messaggio da CRI80 »

io non credo si tratti di "preferenze" ma di "differenze"...nel senso che noi ci rapportiamo ai nostri figli in base al nostro e loro carattere e alla compatibilità che abbiamo..
per quanto mi riguarda mi ritrovo in molte tue parole..Alexa ne ha vinte molte,troppe,mentre a sua sorella non gliele facevo passare,
penso che è piccola,che dopotutto è molto piu' tranquilla di Niky quindi un pò messa in disparte e andiamo avanti così...
ma credo che in un certo senso anche questo sia equilibrio..
ad esempio....Nicole in qualche modo si infila nel lettone e spesso ce la lasciamo..
ad Ale se non raccoglie i giochi..gliela facciamo passare e lo facciamo noi(sbagliando)
se devo dire con chi vado piu' d accordo sicuramente è Nicole..con lei ci puoi ragionare(e non perchè è piu' grande..)c è piu' feelling ,Alexa per quanto sia dolce,tenera e coccolona lo è 10 volte meno di sua sorella..è molto meno fisica per quanto "mi pesava" il fatto che Nicole fosse morbosamente attaccata a me altrettanto "mi pesava"il fatto che Alexa invece non avesse questa necessità..
mi sembrava quasi che non avesse bisogno di me,a lei piaceva suo papà..e questo alla fine l ho accettato e apprezzato.
l importante secondo me è mantenere un certo equilibrio tra noi e loro..per quanto diverso è ,e sarà il rapporto.
adesso verrà fuori questo piccolo mostriciattolo e già mi chiedo come farò???CHE RAPPORTO AVRO' CON LUI?
Avatar utente
MatifraSo
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 10471
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:59 pm

Messaggio da MatifraSo »

Io non credo di preferire Sofia perchè più affine a me, quanto per il contrario.

E' estroversa (al contrario di me), affettuosa (come vorrei essere io), sicura di sè (io sono l'insicurezza fatta persona).

Matilde invece è molto simile a me. Timida (cosa che io ho sempre odiato di me), le serve un sacco di tempo prima di abituarsi alle novità, e questo la fa spesso soffrire. La vedo fragile, e vorrei fare qualcosa per aiutarla. Che poi aiutarla di che, lei sta benissimo, a scuola è ben voluta da maestre e compagni.

Ma sembra che "l'uragano Sofia" sia sempre in agguato pronta a monopolizzare il mio tempo.
Avatar utente
CRI80
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 6986
Iscritto il: sab dic 16, 2006 1:11 pm
Contatta:

Messaggio da CRI80 »

anche io rivedo in Alexa moltissimo di me,dalla testardaggine all timidezza ..Niky è tutto un altro carattere.
nene70
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 7426
Iscritto il: ven dic 15, 2006 11:54 pm

Messaggio da nene70 »

ah fra', è umano, non vuol dire che ami meno mati, ne sono certa, solo che vai più d'accordo con sofia..
ma i bambini sono spugne, percepiscono, sono piccoli, vecchi saggi...
non so che dirti, tranne allungarti un abbraccio
Rispondi