ne voglio un altro!

Il luogo del pensiero, dell'approfondimento, della discussione; società, politica, religione e tanto altro su cui riflettere, un occhio critico sul mondo che ci circonda.
Jersey

Messaggio da Jersey »

caterina ha scritto:Jersey,
però secondo me è indubbio che la famiglia sia la prima comunità verso la quale il bimbo si rapporta.
Una comunità fatta solo di adulti, di genitori che quindi danno regole, non è la stessa cosa che far parte di una comunità dove ci si può coalizzare, si può capire cosa voglia dire con-dividere, lottare per difendere le proprie cose e le proprie idee, i propri diritti ecc ecc.
Sarà che mia sorella è sempre stata dalla parte degli adulti...
Raramente giocavamo assieme perchè io ero piccola (abbiamo 5 anni di differenza, mica 20!)
Poi quando lei usciva o invitava gli amici in casa, no ndovevo farmi vedere perchè ero piccola.
Se combinavo qualcosa, non era mai mia complice, ma mi cazziava come se fosse mia mamma...così mi prendevo la doppia razione!
Quando ero depressa dopo che è finita col papà di Alessia e tutte le notti mi addormentavo piangendo, mai una volta che mi abbia dato una pacca sulla schiena. Se apriva la bocca era solo per dirmi "piantala che non riesco a dormire".
Questi sono i ricordi che ho di mia sorella e, per quanto possa volerle bene, non posso certo dire di avere avuto un'alleata in casa... anzi ero ancora più sola davanti a più adulti!


Avatar utente
MatifraSo
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 10471
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:59 pm

Messaggio da MatifraSo »

Ma quando lei ti cazziava come fosse tua mamma... Tua mamma che faceva?

Anche Matilde ogni tanto quando sgrido Sofia, tenta di rincarare la dose, ma io la blocco, le dico che la mamma sono io, non lei.
Avatar utente
caterina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 17805
Iscritto il: ven feb 22, 2008 10:55 am
Contatta:

Messaggio da caterina »

E si torna sempre ai genitori.
Quante responsabilità, abbiamo!
Le mie sorelle si sono SEMPRE sostituite a mia madre.
Lei era troppo stanca per discutere con me e quindi loro le facevano un pò scudo.
Io avevo 15 anni, loro 22, 2 anni dopo mia sorella si sarebbe sposata, era praticamente una donna, io sono una ragazzetta.
Nonostante questo, tutto l'odio che ho provato e tutte le volte che ho augurato loro di cadere per le scale e di farsi molto male, lo stesso la vita ci ha tenuto vicine e non potrei mai fare a meno di loro.
Avatar utente
caterina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 17805
Iscritto il: ven feb 22, 2008 10:55 am
Contatta:

Messaggio da caterina »

E si torna sempre ai genitori.
Quante responsabilità, abbiamo!
Le mie sorelle si sono SEMPRE sostituite a mia madre.
Lei era troppo stanca per discutere con me e quindi loro le facevano un pò scudo.
Io avevo 15 anni, loro 22, 2 anni dopo mia sorella si sarebbe sposata, era praticamente una donna, io sono una ragazzetta.
Nonostante questo, tutto l'odio che ho provato e tutte le volte che ho augurato loro di cadere per le scale e di farsi molto male, lo stesso la vita ci ha tenuto vicine e non potrei mai fare a meno di loro.
NymphadoraTonks

Messaggio da NymphadoraTonks »

già!! si litiga... è normale...

ma poi se non la sento per due giorni ci sto male!!!!
Avatar utente
dani9\6\08
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1890
Iscritto il: sab feb 28, 2009 11:05 pm

Messaggio da dani9\6\08 »

caterina ha scritto: Per un certo punto di vista penso che dare un fratello ad un figlio già esistente sia proprio un dono....una cosa fatta più per loro che per noi stessi.
tra tutti i motivi che possono portare ad avere un figlio c'è dentro anche dell'egoismo da parte nostra
e questo mi porta a pensare che per lei devo regalarle un fratello o sorella!
io lo vedo un pò come un dovere nei suoi confronti!
un regalo assolutamente necessario nella sua vita!

io ringrazio di avere dei fratelli
con quello più grande è un rappoto stupendo e speciale!!
ci siamo sorretti sempre l'uno con l'altro...
e ora che vivo con la mia di famiglia mi manca quando la sera ci ritrovavamo nella mia stanza a far chiacchiere,ripassare le lezioni,chiedere consigli...
ma anche se ora siamo lontani ci sentiamo sempre!
è questo che auguro a mia figlia
Avatar utente
MatifraSo
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 10471
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:59 pm

Messaggio da MatifraSo »

Io conosco una coppia che ha deciso di avere un secondo figlio perché così quando saranno vecchi non ci sarà solo la figlia, ma saranno in due a potersi occupare di loro.

Tra tutte le motivazioni questa mi sembra molto assurda...
Avatar utente
stefyna77
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3806
Iscritto il: mer ott 17, 2007 3:37 pm

Messaggio da stefyna77 »

Jersey ha scritto:Sarà che mia sorella è sempre stata dalla parte degli adulti...
Raramente giocavamo assieme perchè io ero piccola (abbiamo 5 anni di differenza, mica 20!)
Poi quando lei usciva o invitava gli amici in casa, no ndovevo farmi vedere perchè ero piccola.
Se combinavo qualcosa, non era mai mia complice, ma mi cazziava come se fosse mia mamma...così mi prendevo la doppia razione!
Quando ero depressa dopo che è finita col papà di Alessia e tutte le notti mi addormentavo piangendo, mai una volta che mi abbia dato una pacca sulla schiena. Se apriva la bocca era solo per dirmi "piantala che non riesco a dormire".
Questi sono i ricordi che ho di mia sorella e, per quanto possa volerle bene, non posso certo dire di avere avuto un'alleata in casa... anzi ero ancora più sola davanti a più adulti!
Il rapporto tra me e mia sorella è , ed è stato , simile al tuo.

Tra noi ci sono 9 anni di differenza, mia madre mi ha avuto a 42 anni quindi per me era più una "nonna" , troppa distanza generazionale.. mia sorella la sostituiva quando era al lavoro, con lei non c'è mai stata confidenza ma diffidenza...dovevo ubbidire, PUNTO. E tacere. la mia opinione non era gradita, ero troppo piccola.

Poi crescendo le cose sono migliorate , ora siamo entrambe mamme e ci siamo riavvicinate, siamo più simili e ci sosteniamo a vicenda.

Detto questo non potrei mai pensare la mia vita senza di lei . So che su di lei posso contare a prescindere da tutto... e lei sa che su di me può sempre contare...siamo legate dal sangue..e non è un modo di dire...c'è un filo sottile che ci unisce e ci unirà sempre qualunque cosa succeda...

Non ho mai pensato di lasciare Leo figlio unico, mai.
Perchè un fratello o una sorella sono UN DONO ... e per "rimediare" diciamo a quello che ho vissuto io, ho sempre desiderato due figli vicini di età , che potessero crescere insieme...

Ma non discuto e rispetto chi preferisce il figlio unico. NOn credo ci sia chi ha "ragione" e chi ha "torto", semplicemente sono punti di vista differenti...

Ad esempio mia sorella ha un figlio e ha già detto che non ne vuole altri.

SOno scelte....che però, ricordiamoci, avranno un effetto non indifferente sulla vita dei nostri figli.

Ho un'amica, una cara amica, figlia unica. Che ad oggi a 32 anni suonati soffre ancora tantissimo per la scelta dei suoi genitori di non avere altri figli.
Rispondi