secondo figlio...compatibile con lavoro "particolare"?!

Il luogo del pensiero, dell'approfondimento, della discussione; società, politica, religione e tanto altro su cui riflettere, un occhio critico sul mondo che ci circonda.
wonderwoman
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 13
Iscritto il: mer nov 27, 2013 12:26 pm

Re: R: secondo figlio...compatibile con lavoro "particolare"

Messaggio da wonderwoman »

lucia76 ha scritto:sono ripetitiva scusate, ma credo fermamente che i figli non si desiderano di testa ma di pancia.. non si pianificano a tavolino, non è proprio possibile: magari pensiamo prima faccio questa cosa poi sistemo quest'altra ecc e quando finalmente pensiamo sia il momento giusto magari poi non arriva.. perché i figli arrivano quando è il LORO momento.
le paure ci stanno, sono sane e giuste, ma i desideri, quelli veri, sono capaci di andare oltre.

un abbraccio
hai ragione, ma purtroppo quando ci sono state esperienze precedenti non proprio positive e situazioni lavorative attuali molto precarie non è semplice ragionare "di pancia"...è anche vero quello che mi ripete sempre mia mamma, cioè che a fare un figlio "a pensarci non si farebbe mai", nel senso che è difficile trovare un momento giusto, il periodo esatto, xché magari il momento futuro potrebbe essere diverso da quello attuale, in meglio o in peggio...quindi....boh?!?! :mhh:


wonderwoman
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 13
Iscritto il: mer nov 27, 2013 12:26 pm

Re: secondo figlio...compatibile con lavoro

Messaggio da wonderwoman »

Laste ha scritto:Io, per contraddire Lucia qui sopra, ho avuto la terza figlia di testa e non di pancia.
Diciamocelo, dopo Ruggero e con la fatica di Dario non avevo voglia di fare un terzo figlio.
Ma sapevo che più avanti me ne sarei pentita.
Ho cominciato la ricerca con un senso di soffocamento, diventato via via eccitazione, e commozione, e gioia.
Ad oggi sono felice di aver "osato" perché la mia non-pancia era soprattutto dovuta alla fatica e al rilassamento che mi veniva dall'aver raggiunto dei traguardi con gli altri figli.
Però...se deciderai di fare un secondo figlio,metterei in conto la possibilità di cercare supporto. Io ad esempio dopo la terza gravidanza ho avuto degli incontri con la psicologa del consultorio per parlare dei problemi di gestione dei 3, che mi mettevano in crisi.Le sensazioni che descrivi per la prima gravidanza non sono da sottovalutare
grazie del suggerimento, se accadrà lo valuterò :ok:
wonderwoman
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 13
Iscritto il: mer nov 27, 2013 12:26 pm

Re: secondo figlio...compatibile con lavoro "particolare"?!

Messaggio da wonderwoman »

vavi ha scritto:Ciao, io ho avuto Leonardo l'anno scorso, a 39 anni, e la mia grande aveva gia' 9 anni - quindi non solo mi ero riappropriata della mia vita ma lei cominciava pure ad essere indipendente da noi.
Devo dire che la gestione del secondo figlio e' un altro mondo rispetto al primo, sei gia' mamma, sai gia' cosa fare, sei piu' sicura, hai gia' tutta l'attrezzatura a casa... e hai la sorella/fratello maggiore che giocando sono fonti di intrattenimento indspensabili per avere un po' di pace ogni tanto. Insomma a conti fatti vale la pena!
anch'io credo che "l'atto pratico" con il secondo figlio sia molto più facile. saper cambiare pannolini, come tenerlo, capire i suoi pianti...però so anche da altre mamme che se con uno è dura, con due è il finimondo ed io ho paura di trovarmi affogata e di maledirmi per aver fatto una scelta azzardata, anche se i figli non sono di certo una maledizione, mai! però adesso si "respira" ed il pensiero di resettare tutto e ripartire da capo è veramente da coraggiosi...
wonderwoman
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 13
Iscritto il: mer nov 27, 2013 12:26 pm

Re: R: secondo figlio...compatibile con lavoro "particolare"

Messaggio da wonderwoman »

lucia76 ha scritto:
vavi ha scritto:
lucia76 ha scritto:sono ripetitiva scusate, ma credo fermamente che i figli non si desiderano di testa ma di pancia.. non si pianificano a tavolino, non è proprio possibile:
Possibilissimo perche' non siamo tutte uguali come persone. Quello che non e' possibile per te e' fattibile da altre. :roll:
no non intendevo questo, dopo i due punti c'era la spiegazione: dicevo che li puoi programmare poi arrivano quando vogliono loro, nel senso che a parte casi rari non resti incinta proprio quando vuoi. intendo questo con la frase che hai quotato tu, c'è chi ci mette mesi o anni e magari quando finalmente il figlio arriva possono essere cambiate tante condizioni (lavoro compreso)

Inviato dal mio GT-S5570 con Tapatalk 2
:quoto:
però rimane una decisione mooooolto ardua da prendere...
Avatar utente
Lucia76
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 4736
Iscritto il: mar nov 09, 2010 2:33 pm

Re: R: secondo figlio...compatibile con lavoro "particolare"

Messaggio da Lucia76 »

ecco, la frase di tua mamma riassume benissimo quello che volevo dire io!
e spero si sia capito che capisco e comprendo bene le paure perché le ho provate, comprese brutte esperienze passate (che brutte poi per quanto mi riguarda è un eufemismo..). non ti spingevo a buttarti eh ma solo a riflettere su quali siano PER TE le priorità, tenendo a mente la frase di tua mamma e cercando di capire cosa davvero desideri nel tuo cuore. tutto il resto poi si aggiusta e si sistema di conseguenza. è dura, hai ragionissima.
ti abbraccio
wonderwoman
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 13
Iscritto il: mer nov 27, 2013 12:26 pm

Re: R: secondo figlio...compatibile con lavoro "particolare"

Messaggio da wonderwoman »

lucia76 ha scritto:ecco, la frase di tua mamma riassume benissimo quello che volevo dire io!
e spero si sia capito che capisco e comprendo bene le paure perché le ho provate, comprese brutte esperienze passate (che brutte poi per quanto mi riguarda è un eufemismo..). non ti spingevo a buttarti eh ma solo a riflettere su quali siano PER TE le priorità, tenendo a mente la frase di tua mamma e cercando di capire cosa davvero desideri nel tuo cuore. tutto il resto poi si aggiusta e si sistema di conseguenza. è dura, hai ragionissima.
ti abbraccio
capito perfettamente! :abbraccio:
Avatar utente
Vavi
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 3861
Iscritto il: ven dic 15, 2006 7:00 pm

Re: secondo figlio...compatibile con lavoro "particolare"?!

Messaggio da Vavi »

wonderwoman ha scritto:
vavi ha scritto:Ciao, io ho avuto Leonardo l'anno scorso, a 39 anni, e la mia grande aveva gia' 9 anni - quindi non solo mi ero riappropriata della mia vita ma lei cominciava pure ad essere indipendente da noi.
Devo dire che la gestione del secondo figlio e' un altro mondo rispetto al primo, sei gia' mamma, sai gia' cosa fare, sei piu' sicura, hai gia' tutta l'attrezzatura a casa... e hai la sorella/fratello maggiore che giocando sono fonti di intrattenimento indspensabili per avere un po' di pace ogni tanto. Insomma a conti fatti vale la pena!
anch'io credo che "l'atto pratico" con il secondo figlio sia molto più facile. saper cambiare pannolini, come tenerlo, capire i suoi pianti...però so anche da altre mamme che se con uno è dura, con due è il finimondo ed io ho paura di trovarmi affogata e di maledirmi per aver fatto una scelta azzardata, anche se i figli non sono di certo una maledizione, mai! però adesso si "respira" ed il pensiero di resettare tutto e ripartire da capo è veramente da coraggiosi...
Con sei anni di differenza minimo tra loro non affoghi secondo me, ma e' un parere personale. La mia grande mi aiuta! Io la pensavo come te eh giuro, invece il primo anno di Leo e' volato!
Avatar utente
willy69
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2271
Iscritto il: mer nov 18, 2009 11:44 am

Re: secondo figlio...compatibile con lavoro "particolare"?!

Messaggio da willy69 »

Io ti posso lasciare la mia esperienza di mamma bis con un lavoro come ik tuo molto "particolare"..dopo il mio primo figlio sono dovuti passare molti anni perché decidessi di avere un secondo bimbo.In primis perché volevo godermi il bambino ma soprattutto perché, date le mie frewuenti assenze da casa, non me la sentivo di lasciare l'jncombenzs di due bimbi piccoli quando io ero assente.Solo quando Riccardo è diventato un po più grande, verso i sei anni, mi sono sentita che era il momento giusto.Poi purtroppo per una serie di vicissitudini il secondo bimbo è arrivato dopo nove anni all età di 41.Io ti posso solo dire che molte cose sono superabili facilmente:il ricominciare dopo tanti anni con un neonato può sembrare pesantee ma in realtà la maturità acquisita ti fa vivere la situazione in modo molto più semplice sai? Anche la differenza di età tra i bimbi non è un fatto negativo ms anzi ti consente di occuparti in modo completo e con meno stress
di entrambi.Dsl punto di vista pratico l'unica componente fondamentale è avere una rete di appoggio che ti possa coadiuvare e sostenere qusndo sarai assente...io sono fortunata, ho um circuito di nonne/padre/zie/amiche senza le quali sarebbe molto difficile. Risolti i problemi pratici resta da vedere, , dentro di te, , quanto questa voglia di maternità sia forte.Il resto come yi ho detto si risolve credi. .. :ok:
Rispondi