secondo figlio...compatibile con lavoro "particolare"?!

Il luogo del pensiero, dell'approfondimento, della discussione; società, politica, religione e tanto altro su cui riflettere, un occhio critico sul mondo che ci circonda.
wonderwoman
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 13
Iscritto il: mer nov 27, 2013 12:26 pm

secondo figlio...compatibile con lavoro "particolare"?!

Messaggio da wonderwoman »

Buongiorno a tutte.
Premetto di non saper quasi da che parte iniziare….
Sono anni che non scrivo su questo forum: il periodo negativo e buio della mia vita da neo-mamma per fortuna è un ricordo lontano, anche se a volte certe ferite riaffiorano…
Mio figlio ha quasi 5 anni, ma i primi mesi per me furono un incubo…
Nonostante fu cercato e voluto fortemente, i primi tempi io non ero più io, lo guardavo con indifferenza e continuamente mi dicevo che avrei voluto una bacchetta magica per riavere la mia vita di prima… Problemi economici, il trovarsi di colpo ad avere a che fare con un neonato senza sapere da che parte iniziare, il non volere nessuno intorno ed al tempo stesso la paura della solitudine con lui… Un lavoro di tanti anni al pubblico, viaggi per vacanza o per lavoro che non esistevano più…
Per fortuna i mesi sono passati e sono ancora viva…già, xché a volte il pensiero di farla finita devo confessarvi che mi ha sfiorato…
Ma veniamo a noi…
Prima di avere lui, ero dell’idea di non volevo lasciare figlio unico, poi, dopo la sua nascita e tutti i casini del caso, ho cambiato completamente idea e così è stato fino ad un po’ di tempo fa’.
Mi sono ritrovata a piangere e soffrire all’idea di lasciarlo solo, quindi ne deduco che la situazione non mi sia indifferente…
Negli ultimi tempi spesso si affaccia nella mia mente il pensiero di dargli un fratellino/sorellina, anche se non so da che parte iniziare, soprattutto per la mia situazione personale e lavorativa, o meglio, “non” lavorativa.
Intanto devo fare un po’ i conti con l’età, avendo quasi 39 anni e quindi con un “orologio biologico” che mi mette fretta.
Non ho più un lavoro stabile, ma da un paio d’anni ho ripreso a lavorare, se pur molto saltuariamente, come accompagnatrice turistica (cosa che ho sempre fatto contemporaneamente alla mia “carriera” di agente di viaggi, prima di diventare mamma).
La mia prima partenza risale a quando il bimbo aveva poco più di 2 anni e mezzo, ma non ha mai assolutamente risentito della mia assenza, anche perché è stato da sempre un bimbo aperto a tutti, quindi lasciarlo dai nonni o da solo con il papà non è mai stato un problema nemmeno prima di quell’età.
Fra 4/5 mesi sosterrò l’esame per il patentino di guida turistica, con la speranza che un minimo di opportunità di lavoro saltino fuori.
Ecco, oltre al pensiero di ricominciare da capo con pannolini, pappe, e chi più ne ha più ne metta, la mia paura più grande è di perdere quegli “spiragli” lavorativi che mi si sino aperti e su cui sto lavorando per migliorarli, il terrore di “riazzerare” me stessa, di non avere più tempo per me (soprattutto con due figli) e di vedermi chiudere in faccia determinate porte ancora prima di essermici affacciata… Insomma, è tutto un gran casino!
L’idea era di iniziare a provarci ad esame dato, (ma poi chi me lo dice che rimango incinta??…), ma sono sommersa da paure, preoccupazioni, incertezze.
Riuscirei a conciliare questo lavoro “particolare” con due bambini, soprattutto con un neonato? Riuscirei a lavorare con il pancione, anche se magari non oltre il 6°/7° mese, e soprattutto dopo la sua nascita?!? :mhh:
Al tempo stesso ho anche paura che un domani potrei voltarmi indietro e pentirmi di non averci nemmeno provato…
Insomma, dopo questo sproloquio infinito, se qualcuna di voi ha voglia di darmi un consiglio, una parola di incoraggiamento o anche di “discoraggiamento” che sia, aspetto di leggervi con piacere! :-) :grazie:


Avatar utente
Lella
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 4494
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:23 pm

Re: secondo figlio...compatibile con lavoro "particolare"?!

Messaggio da Lella »

Ciao Wonderwoman! :-D

Secondo me prima di tutto dovresti capire se il tuo ipotetico secondo figlio è compatibile con la tua testa e con il tuo cuore,
sai benissimo, essendo già madre, le "fatiche"e le rinunce iniziali a cui vai incontro, oltre ovviamente alle gioie che potresti avere in riscatto a una prima maternità non vissuta pienamente o felicemente,
se sei disponibile a metterti in standby lavorativo fino a quando ritieni tu importante essere presente vicino a lui, tutto può diventare compatibile con la vita di questa tua nuova creaturina :-)
Avatar utente
bea
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3163
Iscritto il: lun ago 05, 2013 10:19 pm

Re: secondo figlio...compatibile con lavoro "particolare"?!

Messaggio da bea »

SE ci pensi, se pensi all'idea di avere un neonato tuo tra le braccia, è più la paura o più il desiderio?
Avatar utente
Flavia
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 1195
Iscritto il: mar ago 05, 2008 11:40 am
Contatta:

Re: secondo figlio...compatibile con lavoro "particolare"?!

Messaggio da Flavia »

Non so proprio che dirti, onestamente un lavoro come la guida turistica con due bambini sulle spalle, di cui uno neanche nato, mi sembra ottimisticamente duro.
Io personalmente non l'avrei fatto ma io non sono te. Ognuno alla fin fine, anche se ascolta i consigli degli altri, deve poi fare i conti personalmente con le conseguenze di ciò che ha deciso, quindi dev'essere una decisione convinta.

A volte il cuore va oltre la mente e si trovano dentro di sè forze che non si pensava di avere.

Ti auguro una buona scelta, perchè capisco che è difficile e sarà sofferta.
wonderwoman
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 13
Iscritto il: mer nov 27, 2013 12:26 pm

Re: secondo figlio...compatibile con lavoro "particolare"?!

Messaggio da wonderwoman »

lella ha scritto:Ciao Wonderwoman! :-D

Secondo me prima di tutto dovresti capire se il tuo ipotetico secondo figlio è compatibile con la tua testa e con il tuo cuore,
sai benissimo, essendo già madre, le "fatiche"e le rinunce iniziali a cui vai incontro, oltre ovviamente alle gioie che potresti avere in riscatto a una prima maternità non vissuta pienamente o felicemente,
se sei disponibile a metterti in standby lavorativo fino a quando ritieni tu importante essere presente vicino a lui, tutto può diventare compatibile con la vita di questa tua nuova creaturina :-)
Ciao lella,
in merito allo stand-by lavorativo purtroppo non posso permettermi di starci più di tanto, nel senso che ho bisogno di lavorare e quindi non posso permettermi di lasciare che certe porticine si chiudano irrimediabilmente...
Sul "riscatto" di cui parli, invece, hai ragione in pieno...in un certo senso sento proprio il bisogno di "riscattarmi" dal come ho vissuto male i primi mesi di vita di mio figlio: riguardo le foto di quando era un cucciolino e mi sembra di non averlo nemmeno avuto così, di non essermelo goduto come avrebbe meritato e come forse anch'io ne avrei avuto bisogno. Oggi ha quasi 5 anni, lo amo dal profondo del cuore e darei la mia vita per lui <3
wonderwoman
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 13
Iscritto il: mer nov 27, 2013 12:26 pm

Re: secondo figlio...compatibile con lavoro "particolare"?!

Messaggio da wonderwoman »

SE ci pensi, se pensi all'idea di avere un neonato tuo tra le braccia, è più la paura o più il desiderio?

bella domanda!
diciamo che la risposta sta in mezzo, nel senso che paura e desiderio vanno di pari passo e purtroppo la sfera di cristallo per sapere cosa potrebbe succedere in un caso o in un altro non ce l'ho... penso "in prospettiva" ed il quadretto di una famiglia con due bambini mi piacerebbe moltissimo, però i se ed i ma sono tanti ed è difficile ipotizzare la scelta giusta
wonderwoman
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 13
Iscritto il: mer nov 27, 2013 12:26 pm

Re: secondo figlio...compatibile con lavoro "particolare"?!

Messaggio da wonderwoman »

Flavia ha scritto:Non so proprio che dirti, onestamente un lavoro come la guida turistica con due bambini sulle spalle, di cui uno neanche nato, mi sembra ottimisticamente duro.
Io personalmente non l'avrei fatto ma io non sono te. Ognuno alla fin fine, anche se ascolta i consigli degli altri, deve poi fare i conti personalmente con le conseguenze di ciò che ha deciso, quindi dev'essere una decisione convinta.

A volte il cuore va oltre la mente e si trovano dentro di sè forze che non si pensava di avere.

Ti auguro una buona scelta, perchè capisco che è difficile e sarà sofferta.
ti ringrazio, quando sarà il momento di fare la valutazione del caso spero davvero che la scelta si rivelerà quella più giusta, sia per me stessa che per la mia famiglia.
è un argomento per me molto delicato e non so come uscirne, un pensiero positivo è subito schiacciato da un altro negativo e viceversa...
Avatar utente
Flavia
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 1195
Iscritto il: mar ago 05, 2008 11:40 am
Contatta:

Re: secondo figlio...compatibile con lavoro "particolare"?!

Messaggio da Flavia »

wonderwoman ha scritto:ti ringrazio, quando sarà il momento di fare la valutazione del caso spero davvero che la scelta si rivelerà quella più giusta, sia per me stessa che per la mia famiglia.
è un argomento per me molto delicato e non so come uscirne, un pensiero positivo è subito schiacciato da un altro negativo e viceversa...
Posso immaginare, un grosso in bocca al lupo (in primis per il patentino) :ok:
Rispondi