cosa lascerò ai miei figli?

Il luogo del pensiero, dell'approfondimento, della discussione; società, politica, religione e tanto altro su cui riflettere, un occhio critico sul mondo che ci circonda.
Avatar utente
Scilla
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 6229
Iscritto il: ven dic 15, 2006 4:55 pm

cosa lascerò ai miei figli?

Messaggio da Scilla »

non so se questa sia la sezione più giusta
casomai spostate pure il post

sabato mattina sono stata al funerale della mia collega
io non vado mai in chiesa se non per occasioni come queste o per i sacramenti di qualcuno
ma la predica del prete mi ha toccata
parlando della defunta ha detto che tutto quello che le persone care ci danno in vita sono doni di dio, il loro amore, l'affetto, le cure e le premure
sono doni a cui ci abituiamo presto e che facciamo nostri ma nostri non sono
dio ci dona le persone che amiamo e poi ce le toglie per ricordarci che non ci appartengono, che sono appunto dei doni

ho guardato i figli della mia collega e ho pensato che la sola cosa che può farti superare la morte di un genitore è una grande fede
se non credi tutto quello che provi è solo rabbia
se non credi non ti rimane niente altro che la tristezza
e ho pensato che io che fede non ne ho, non la posso trasmettere ai miei figli, non li educo alla fede come forza a cui aggrapparsi nei momenti più duri della vita
ma se si succedesse qualcosa? se mi perdessero? che cosa gli lascerò per superare questo dolore?


Avatar utente
Lelia
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3781
Iscritto il: ven lug 03, 2009 10:00 am

Re: cosa lascerò ai miei figli?

Messaggio da Lelia »

Ti parlo da non credente che ha perso entrambi i genitori da bambina.
Non mi sono aggrappata alla fede, sono stata cresciuta da persone non credenti e non credente sono rimasta. Dal basso della mia ignoranza in materia, credo che se non si credenti non ci si può "inventare" una fede che non si ha solo perché "è meglio" trasmetterla ai figli.
In ogni caso considera che moltissimi credenti sono credenti solo in modo superficiale e non è quel tipo di "fede" che ti aiuta a superare i dolori veramente grandi, anzi, la fede superficiale viene spazzata via dal primo lutto vero, spesso e volentieri.

Cmq non è vero che ti restano solo tristezza e rabbia, ti resta anche tutto il positivo, tutte le cose belle vissute insieme, tutte le cose importanti imparate dai genitori. Per come la vedo io, un genitore non credente non è automaticamente "meno bravo" di uno credente. Non puoi trasmettere un qualcosa che tu per primo non hai.
Avatar utente
mik
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 398
Iscritto il: lun set 16, 2013 4:11 pm

Re: cosa lascerò ai miei figli?

Messaggio da mik »

io credo che quando perdi una persona amata la rabbia sia naturale.
sono atea, ma se fossi credente credo che semplicemente mi incazzerei con dio.

l'amore, l'affetto, le cure e le premure per me non sono doni di dio, ma semplicemente delle persone che ci amano. non per questo meno preziosi, anzi.

non posso esprimermi sull'utilità della fede nel superare i grandi dolori (se è così, ben venga per chi ce l'ha), ma credo che dentro di noi e negli afetti abbiamo tutte le risorse che ci servono per andare avanti. superare è un altro discorso: purtroppo son convinta che, fede o meno, ci siano dolori che non puoi superare.

ai tuoi figli lascerai il tuo ricordo, l'amore che gli dai giorno per giorno, i momenti felici e i momenti difficili in cui sarai stata al loro fianco. quando saranno più grandi, la capacità di amare e farsi amare. persone care (famigliari o meno) che gli staranno accanto.

particolare non trascurabile, avranno l'un l'altro.

ho scritto di getto, spero di non risultare fuori luogo...
Avatar utente
los
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2011
Iscritto il: mer ago 07, 2013 3:30 pm

Re: R: cosa lascerò ai miei figli?

Messaggio da los »

Io non sono credente eppure sono cresciuta in una famiglia molto osservante.
La fede può anche diventare la scappatoia per non affrontare la realtà, quindi non sempre è un aiuto a superare i momenti difficili.
Credo che i miei figli abbiano un carattere forte e una rete di affetti talmente importante che saranno capaci a superare le avversità.
Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Re: cosa lascerò ai miei figli?

Messaggio da lenina »

Ai miei figli vorrei lasciare la sensazione di essere stati amati e di essere speciali.

Non ci tengo a lasciare altro
Avatar utente
Lucia76
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 4736
Iscritto il: mar nov 09, 2010 2:33 pm

Re: R: cosa lascerò ai miei figli?

Messaggio da Lucia76 »

lenina ha scritto:Ai miei figli vorrei lasciare la sensazione di essere stati amati e di essere speciali.

Non ci tengo a lasciare altro
mica poco eh. direi che è il massimo e l'essenziale insieme.. quoto!

Inviato dal mio GT-S5570 con Tapatalk 2
Avatar utente
lory76
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1329
Iscritto il: mer ott 15, 2008 2:47 pm

Re: cosa lascerò ai miei figli?

Messaggio da lory76 »

los ha scritto:Io non sono credente eppure sono cresciuta in una famiglia molto osservante.
La fede può anche diventare la scappatoia per non affrontare la realtà, quindi non sempre è un aiuto a superare i momenti difficili.
Credo che i miei figli abbiano un carattere forte e una rete di affetti talmente importante che saranno capaci a superare le avversità.
Quoto il pensiero di los.
Quella che credevo la mia fede vacilla oramai da due anni e la vedo allontanarsi sempre più dalla mia vita.
Al contempo ho scoperta una forza maggiore in me stessa.
Quando prima mi aggrappavo a una preghiera per superare le difficoltà ora concentro le mie forze alla ricerca di una soluzione ai problemi, o cerco la forza di superare avversità dove non ho possibilità di intervento.
Avatar utente
Palli
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3195
Iscritto il: lun ago 24, 2009 12:42 pm

Re: cosa lascerò ai miei figli?

Messaggio da Palli »

Io credo in Dio.
Ciò non toglie che sia profondamente incazzata perchè ho perso mia madre.
E non credo che la mia rabbia sia testimonianza di una fede superficiale.
Semplicemente di una enorme perdita che devo ancora accettare e metabolizzare.

Se i miei figli dovessero perdermi, sapranno con certezza (voglio crederlo) di essere stati amati profondamente.
Probabilmente saranno credenti, come me
Sicuramente saranno ugualmente incazzati, come me.
Rispondi