Per chi convive (o ha convissuto)

Il luogo del pensiero, dell'approfondimento, della discussione; società, politica, religione e tanto altro su cui riflettere, un occhio critico sul mondo che ci circonda.
felice2011
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 13
Iscritto il: lun ott 24, 2011 4:31 pm

Messaggio da felice2011 »

Anche a me piacerebbe non sposarmi con wimdu...ma poi come si convive con tutte quelle tutele che si hanno in meno e che invece sono utili??



Avatar utente
ziska
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1234
Iscritto il: ven apr 09, 2010 2:20 pm

Messaggio da ziska »

Speranza ha scritto:Bho...noi non facciamo testo perchè siamo compagni anche sotto quel punto di vista ma per me chiamarlo compagno non ha un'accezione politica, ma sociale!
Ti quoto perchè la penso proprio uguale uguale a te.
Massimo per me è il mio compagno di vita, quindi questo termine lo uso normalmente.
Poi talvolta se lo chiamano "marito" non correggo e talvolta capita anche a me di chiamarlo marito per semplificarmi la vita.

Avatar utente
michimatti
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 659
Iscritto il: mer mag 20, 2009 4:19 pm

Messaggio da michimatti »

Io convivo da quattro anni e per me lo possono chiamare come vogliono, anche se non godo molto le parole marito e moglie.

Avatar utente
ziska
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1234
Iscritto il: ven apr 09, 2010 2:20 pm

Messaggio da ziska »

Elly70 ha scritto:no questo no...anche chi è sposato si può lasciare...ok magari il divorzio è un pò più macchinoso e costoso...ma ci si può lasciare comunque eccheccentra.

E no...magari fosse come essere sposati...almeno la mia amica di Ravenna che guadagna in coppia più di noi ma che come convivente paga di nido quanto noi se non meno... :mumble: Però da sciocca romantica lei sogna il matrimonio, ma il compagno non cede...
Questa non l'avevo mai sentita.
Noi siamo conviventi e facciamo parte di un unico nucleo familiare, pertanto paghiamo uguale uguale a quelli sposati.

Avatar utente
ziska
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1234
Iscritto il: ven apr 09, 2010 2:20 pm

Messaggio da ziska »

Dilly ha scritto:E' il promettersi davanti a tutti (non tanto davanti a Dio o al sindaco, ma davanti a tutte le persone importanti per la coppia) che ci si impegna a stare insieme per sempre che PER ME aggiunge un valore al solo vivere insieme.

E', come ho già spiegato, una visione forse antica e romantica del matrimonio, ed è una visione del tutto personale, che nella vita concreta non mi porta a discriminare chi la pensa in modo diverso.
Senti, io ti posso dire che non ho nessun interesse a sposarmi, nè in chiesa e nè in comune (e infatti non vedo l'ora che il ns. sindaco faccia partire il "registro delle coppie di fatto").
E quindi probabilmente non ho mai avuto l'occasione di dire davanti a tutti in una singola occasione che amo Massimo e che voglio stare tutta la vita insieme a lui.
Ma ti posso anche dire che lo dico spesso, e lo dico davanti a tutte quelle persone che ipoteticamente inviterei al mio matrimonio, se dovessi sposarmi.

Io il mio contratto con Massimo l'ho già firmato da tanti anni e ce l'ho scritto negli occhi quando lo guardo.

losbanos

Messaggio da losbanos »

ziska ha scritto:
Io il mio contratto con Massimo l'ho già firmato da tanti anni e ce l'ho scritto negli occhi quando lo guardo.
bellissima affermazione!

Avatar utente
la Martina
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1394
Iscritto il: mer set 30, 2009 11:05 am

Messaggio da la Martina »

Solange ha scritto:
Lui invece mi chiama la sua "ragazza" e a me un po' urta, anzi tanto.
che dolce sei :-)

Avatar utente
la Martina
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 1394
Iscritto il: mer set 30, 2009 11:05 am

Messaggio da la Martina »

non so chi, di recente, ha fatto intendere a mio figlio che due genitori non sposati 'stanno solo insieme'. Ma non so in che contesto è saltata fuori questa, che per me è un'assurdità, visto che il Gabri e io siamo sposati... Forse all'asilo a proposito di un'altra famiglia

Rispondi