Volevo condividere con voi

Il luogo del pensiero, dell'approfondimento, della discussione; società, politica, religione e tanto altro su cui riflettere, un occhio critico sul mondo che ci circonda.
Avatar utente
LauraDani
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2545
Iscritto il: mar set 21, 2010 11:54 am

Messaggio da LauraDani »

Eva ha scritto:Qui non condivido.
Non trovo nulla di gratificante nel "porgere un piatto caldo", ma neanche a mio figlio. Lo faccio, ma come pulisco, o lavo, come una cosa che devo fare.
Non penso che il mio modello sia più all'avanguardia, è diverso, ma non mi sento sicuramente il Kandiskij della famiglia ...
E Cenerentola magari non è sfigata, anzi "c'ha visto lungo"!!!
a me piace cucinare
mi piace anche "porgere il piatto caldo"
non mi piace stirare e metter su lavatrici, nel senso che non trovo alcuna gratificazione in questo
cucinare, non ho mai chiesto a mio marito di cucinare lui
il resto sì, gli ho chiesto di darsi da fare, di fare la sua parte
lui lava la macchina, a me non interessa
ben venga che, mentre lui lava la macchina, io cucini la pizza per la cena


Avatar utente
Eva
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 545
Iscritto il: mar dic 19, 2006 5:03 pm

Messaggio da Eva »

Teresa ha scritto:Eva non so se sia ironico o meno (non importa, tanto ci conosciamo, abbiamo condiviso tavole e tetti e credo- spero- sappiamo entrambe che quello che stiamo dicendo lo pensiamo e lo applichiamo realmente).

Io spesso mi sento davvero beata quando chiudo la porta di casa e mi lascio tutto il resto (lavoro, progetti, clienti, fornitori...la guerra insomma) fuori.


Quello che voglio dire e' che la beatudine non e' rappresentata necessariamente da un modello di eguaglianza a tutti i costi.
puo' essere rappresentata anche da un modello di "coefficienti relativi" in cui tutto quello che si fa ha un peso in funzione di quelle che senti essere le tue attitudini.
Non ero ironica, assolutamente!
Sono felice perchè sei felice perchè ti voglio bene.
Avatar utente
Eva
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 545
Iscritto il: mar dic 19, 2006 5:03 pm

Messaggio da Eva »

LauraDani ha scritto:io ho giocato con la barbie
e da giovanotta ho avuto il mio momento sexy
dal mio punto di vista non è la barbie, la favola di biancaneve, la velina di striscia il problema
sono molti esempi di come essere donna, e io credo di avere in me varie parti di ognuna
la cosa che a me infastidisce è il subdolo tentativo di limitare le possibilità: se cerco vestiti all'OVS per Daniela l'80% sono rosa.
Fucsia, lilla, rosino, rosa acceso, rosa pallido, ma rosa!
Non esiste una vestina arancione, per dire, o marrone, o verde bottiglia
Quei colori sono per i vestiti dei maschi: e io mi incazzo.
Le uova di Pasqua hanno i regali da femmina (e sono rosa, e sono bambole, e sono peluches) e da maschio: e ne abbiamo ricevuti 8! Tutti rosa! Tutti con le bambole, i pupazzi, i peluches morbidi!
Le vestine della Dani hanno le principesse disney, Titty, fate, farfalle, fiocchi, fiorellini
Non ci sono altri disegni
Ecco, io questo trovo fastidioso, urtante e stucchevole
La barbie ce l'ha, perchè non dovrebbe?
Ma ha pure le macchinine, il Didò (non rosa :cisssss: ), il puzzle (non delle Principesse!)
Cerco in tutti i modi di contrastare la tendenza della suocera a trasformare la mia bambina in una bambolina rosa, modello principessa appunto
ma perchè voglio che mia figlia abbia modo di poter scegliere cosa essere (sperando che non voglia essere la Principessa di nessuno, perchè a me fa venire l'orticaria, ma sapendo che -se lo vorrà e sarà una sua libera scelta- potrà esserlo)
Esatto: lasciare la possibilità di scelta è essenziale!
Ma se vivi in un mondo rosa, non conoscerai mai gli altri colori, quindi dove sta la possibilità di scelta?
I sistemi di coercizione mentale sono subdoli e indirizzati per la maggior parte ai bambini.
A casa mia non esistono le cose da femmine o le cose da maschio (giochi, lavori, cose, pensieri, ...), perchè voglio che ci sia la possibilità di scegliere a prescindere dal sesso.
Avatar utente
LauraDani
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2545
Iscritto il: mar set 21, 2010 11:54 am

Messaggio da LauraDani »

non viviamo però in un mondo neutro
io faccio del mio meglio, ma non posso segare le manine alla suocera che le mette i fiocchetti nei capelli (e del resto, ha 70 anni, viene da una cultura che non posso fingere non sia esistita e forse, se non fosse per la nonna, la Dani fiocchetti nei capelli non ne avrebbe, per via di sua madre: e chi mi dice che invece lei li vorrebbe?)
allo stesso modo, mio marito 10 anni fa lasciava il piatto lì dov'era e si alzava da tavola: ora non lo fa più, ne ha fatta di strada, ma ancora molto resta da fare.
certe cose non si scardinano da un giorno all'altro, e trovo utile che mia figlia sappia anche decifrare il mondo in cui vive per come è, e dunque sappia che -ad oggi- si considera normale che le bambine abbiano tutto rosa
sarò io a spiegarle che, appunto, è un retaggio culturale
Avatar utente
Eva
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 545
Iscritto il: mar dic 19, 2006 5:03 pm

Messaggio da Eva »

LauraDani ha scritto:a me piace cucinare
mi piace anche "porgere il piatto caldo"
non mi piace stirare e metter su lavatrici, nel senso che non trovo alcuna gratificazione in questo
cucinare, non ho mai chiesto a mio marito di cucinare lui
il resto sì, gli ho chiesto di darsi da fare, di fare la sua parte
lui lava la macchina, a me non interessa
ben venga che, mentre lui lava la macchina, io cucini la pizza per la cena
anche a me, in casa, non piace fare niente, se fossi ricca (cosa che non sono) avrei la cameriera per tutto.
Cucino (anche con piacere a volte) ma perchè bisogna mangiare.
Lavo e stiro per lo stesso motivo.
Preferisco andare a lavare la macchina, o portare i figli alle varie attività, o altro.
E poi la pizza la fa meglio mio marito ... ;-))))
Avatar utente
Eva
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 545
Iscritto il: mar dic 19, 2006 5:03 pm

Messaggio da Eva »

LauraDani ha scritto:non viviamo però in un mondo neutro
io faccio del mio meglio, ma non posso segare le manine alla suocera che le mette i fiocchetti nei capelli (e del resto, ha 70 anni, viene da una cultura che non posso fingere non sia esistita e forse, se non fosse per la nonna, la Dani fiocchetti nei capelli non ne avrebbe, per via di sua madre: e chi mi dice che invece a lei piacciano?)
allo stesso modo, mio marito 10 anni fa lasciava il piatto lì dov'era e si alzava da tavola: ora non lo fa più, ne ha fatta di strada, ma ancora molto resta da fare.
certe cose non si scardinano da un giorno all'altro, e trovo utile che mia figlia sappia anche decifrare il mondo in cui vive per come è, e dunque sappia che -ad oggi- si considera normale che le bambine abbiano tutto rosa
sarò io a spiegarle che, appunto, è un retaggio culturale
ok, però io le manine a mia suocera che le ha messo lo smalto a 5 anni gliele ho metaforicamente tagliate e non ci trovo niente di male ad averlo fatto.
Avatar utente
Eva
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 545
Iscritto il: mar dic 19, 2006 5:03 pm

Messaggio da Eva »

LauraDani ha scritto:e chi mi dice che invece lei li vorrebbe?)
ma questo vale per tutto!
chi mi dice che i miei figli non vorrebbero esser buddisti?
chi mi dice che non vorrebbero mangiare tutte le sere zucca?
E mi dispiace per loro ma sono venuti al mondo con una madre atea che odia la zucca ...

Ok, ho esagerato, ma il senso è che comunque instradiamo i figli verso quello che per noi è giusto, supponendo che sia giusto anche per loro, senza chiudergli gli occhi perchè possano vedere anche altro. Poi starà a loro decidere che fare ...
E così ...
Ceci sarà principessa
Andi prete
Lele terrorista ...
Avatar utente
LauraDani
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2545
Iscritto il: mar set 21, 2010 11:54 am

Messaggio da LauraDani »

neppure io penso che tu abbia fatto male
io sono dell'idea che la dani debba vedere molto mondo, e avere esperienza di molti modi di essere: non intervengo quasi mai, nel senso che se ti affido mia figlia significa che io mi fido di te, per cui come tu decidi di gestirla, rapportarti con lei, ecc. a me deve star bene.
ma questo è un mio punto di vista, eh, mica penso sia giusto, anzi, magari è una gran cagata
certo, forse la suocera poteva chiedertelo prima, ecco, se poteva metterle lo smalto, più che altro perchè si fa fatica a toglierglielo, insomma, non è immediatamente reversibile ecco!
Rispondi