Ma il nido è indispensabile?

Parliamo dei nostri bambini dai 6 a 12 anni
Stefania72

Messaggio da Stefania72 »

lenina ha scritto:Non sono d'accordo.
Ho visto di più il contrario sai?

Bimbi che si attaccano alla mamma nella misura in cui la mamma deve staccarsi da loro.

Al distacco si preparano pian piano non serve forzarlo pensando al futuro, arriva sempre l'età in cui è fisiologico staccarsi dal genitore.

Spesso è necessario farlo prima ma questo non significa che sia utile o necessario.
Non so, io non ho mai e dico mai visto piangere i miei figli perchè non volessero andarmi lasciare a lavorare piuttosto che se mi vedevano uscire.
Sarà considerato egoista da molte di voi ma io ogni tanto sentivo anche il bisogno di uscire con mio marito come ho già scritto in un altro post e lasciarli a casa sereni perchè erano felici di giocare con la cuginetta piuttosto che coi miei nipotoni mi ha sempre lasciata tranquilla, sapevo che come per me era un diversivo uscire per loro lo era fare nuove attività coi loro parenti preferiti.


Avatar utente
lenina
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 33486
Iscritto il: dom feb 24, 2008 6:43 pm
Contatta:

Messaggio da lenina »

Stefania72 ha scritto:Non so, io non ho mai e dico mai visto piangere i miei figli perchè non volessero andarmi lasciare a lavorare piuttosto che se mi vedevano uscire.
Sarà considerato egoista da molte di voi ma io ogni tanto sentivo anche il bisogno di uscire con mio marito come ho già scritto in un altro post e lasciarli a casa sereni perchè erano felici di giocare con la cuginetta piuttosto che coi miei nipotoni mi ha sempre lasciata tranquilla, sapevo che come per me era un diversivo uscire per loro lo era fare nuove attività coi loro parenti preferiti.
Molto dipende dal carattere del bimbo e dall'età però.

è troppo facile dire "non piangevano perchè io ho fatto così".

Lorenzo rimane a casa sereno, solo a volte piange mentre vado via perchè non vuole staccarsi da me (soprattutto se è appena sveglio)

Un bimbo di 7-8 mesi non gioca ancora con nessuno e in piena sindrome dell'abbandono è normale che pianga così come è normale che capiti con un bimbo di 1 anno.

Verso i 3-4 anni chiaramente sono più in grado di capire il distacco.

A 7-8 mesi sanno solo che spariamo (e non possono capire perchè e per quanto) a un anno o due sanno che sì spariamo ma poi ricompariremo (come dal nulla)
glorietta73

Io trovo assurdo...

Messaggio da glorietta73 »

... pensare che i bambini subiscano danni perché "stanno troppo con la mamma". E' un po' come chi sostiene che i bimbi vanno lasciati piangere, così non si viziano. Ma andiamo... stiamo parlando di cuccioli di non ancora tre anni! Guardiamo la natura... i cuccioli stanno con la mamma... finché è necessario!
Per socializzare avranno tempo. In fondo il nido è un'invenzione recente.. frutto dell'evoluzione della nostra società...
Intendiamoci non sono di principio "Anti nido". Se ne avessi stretta necessità ce lo manderei pure io (e infatti con il bimbo in arrivo... è una cosa da non escludersi) ma nel limite del possibile credo che sia meglio che un bimbo piccolo stia con la mamma o con qualcuno che si occupi di lui in modo esclusivo.
Saluti :bacio:
manu748

Messaggio da manu748 »

glorietta73 ha scritto:... e infatti con il bimbo in arrivo... è una cosa da non escludersi
:) congratulazioni :)
violazzurrina

Messaggio da violazzurrina »

Mio figlio non è andato al nido, stava con me oppure con nonni e zii. Ho sempre cercato di farlo interagire con adulti e bambini senza tenerlo unicamente in casa con me. Tra poco inizierà la materna ma è già fin troppo sveglio e autonomo; quindi nel nostro caso devo dire che la mancanza di nido non mi pare abbia influito negativamente, anzi mia mamma gli ha insegnato molte cose: i numeri, le lettere, a fare giochi e lavoretti.
violazzurrina

Messaggio da violazzurrina »

D'altro canto una mia amica ha mandato la figlia al nido fin dai 5 mesi e arrivata alla scuola elementare ha fatto molta fatica, sia con la scuola che a interagire con i compagni, era molto timida e impaurita, nonostante fosse stata in società fin da piccola. Forse sarà carattere del bambino. Anche adesso che ha 10 anni è timidissima e socializza poco con i bambini e gli adulti.
Gwen

Messaggio da Gwen »

Riesumo questo post perchè dopo un periodo travagliato di inserimento al nido devo dire che sono una sostenitrice del sì assolutamente.
Ovviamente sempre che il bimbo risponda positivamente a questa esperienza.
Mia figlia è felice di andare al nido, adora le maestre, in poco tempo ha davvero fatto passi da gigante e tutto fa tranne che giocare da sola. Socializza eccome.
Però prima dell'anno per me non se ne parla, la mia è andata che aveva quasi un anno e mezzo.
caelda
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 100
Iscritto il: mar dic 29, 2009 12:35 pm

Messaggio da caelda »

Vi dico la mia, i miei figli sono entrambi andati al nido dagli 8 mesi perchè io lavoravo ed il nido era l'unica possibilità non avendo nonni disponibili ed è più economico di una baby sitter (almeno qui da me), nidi privati perchè al comunale non c'era posto.
Entrambi si sono trovati molto bene, andavano tranquillamente ed erano sreeni con le loro maestre.
IO stessa ero moltos erena perchè convinta che dovessero andarci e soprattutto convinta e mi fidavo della struttura.
Al passaggio alla amterna, la prima è andata tranquillamente (ma non ha mai avuto la famosa "crisi" che in teoria tutti fanno prima o poi, fa la terza elementare e ancora l'aspetto.....) il secondo, stessa materna, conosceva la struttura e le maestre perchè ci andavamo a prendere la grande, stavamo un po li e giocava... ha avuto una bella crisi da distacco.... per una settimana lo lasciavo con la lacrimuccia..e il mio cuore spezzato....
Ora va serenamente, ma intedevo dire che il nido non è necessario per poi stare bene alla materna, non è necessario per i bambini andarci, chi ci va certo impara certe cose sullo stare insieme prima di altri, ma non è un pre requisito indipensavbile per poi vivere bene la scuola materna...
Rispondi