L'età giusta per il nido?

Parliamo dei nostri bambini dai 6 a 12 anni
Avatar utente
Podzina
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 440
Iscritto il: sab nov 07, 2009 10:21 pm

Messaggio da Podzina »

...però quella di portarli al lavoro è un priviliegio di pochissime persone, non la normalità....

Io ho mandato il Giulio al nido a 17 meis, per mezza giornata, e di pomeriggio sta con le nonne.

Per me è stato un ottimo compromesso


Vero79
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 2864
Iscritto il: gio gen 01, 1970 1:00 am

Messaggio da Vero79 »

Io penso che dipenda da bambino a bambino in base all'esigenza di avere attenzioni tutte per sè.
Se devo dare un parere generalizzando direi dai 15 ai 18 mesi, non prima.
Avatar utente
Saramik
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 3682
Iscritto il: lun lug 26, 2010 8:44 am

Messaggio da Saramik »

Manuelina ha scritto:pure richi viene al lavoro con me dove ci sono i nonni, ma, piuttosto che il posto di lavoro fino ai due anni, lo mando al nido a 11 mesi
Ecco, hai capito il problema....
Avatar utente
Sheireh
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 17185
Iscritto il: mar feb 26, 2008 4:35 pm

Messaggio da Sheireh »

Dipende dai bambini.
In ogni caso, prima dei 18 mesi circa se si può evitare è meglio, perché il legame con la mamma (e con le poche persone di cura conosciute, come i nonni per esempio) è fondamentale, e un bambino a quell'età non ha alcun bisogno di interagire con altri bambini se non ha la presenza del suo adulto di riferimento accanto.

Poi... dipende, appunto. Ci sono bambini che starebbero benissimo con i genitori anche fino all'ingresso alla materna, perché preferiscono stare con la mamma che in situazioni più confusionarie con altri bambini, educatrici, ecc. Fermo restando la necessità di far partecipare in ogni caso il bambino a momenti di gioco (come il parco, le ludoteche, ecc.).
Poi ci sono bambini, come la mia Arianna, per cui il nido è una "liberazione", una necessità fisica ed emotiva, un posto dove possono "sfogarsi", "buttarsi", fare esperienze diverse, acquisire autonomia seguendo i propri tempi, senza però "soffrire" la mancanza della mamma.

E oltre al bambino, dipende moltissimo anche dal nido a cui si fa riferimento.
Avatar utente
Patrizia
Ambasciatore
Ambasciatore
Messaggi: 6591
Iscritto il: lun dic 18, 2006 8:31 am
Contatta:

Messaggio da Patrizia »

generalizzando?

se si potesse scegliere, attorno ai 18 mesi

(io ho mandato i primi due a 14 e la terza a 10 e mezzo)
Avatar utente
Mami
Utente Vip
Utente Vip
Messaggi: 2329
Iscritto il: mer gen 12, 2011 2:51 pm

Messaggio da Mami »

andrea è venuto a lavoro con me fino ai 2 anni...lavoravo solo al mattino e c'erano anche i miei...poi a settembre ha iniziato il nido perchè c'era bisogno della mia presenza in ufficio anche il pomeriggio...rifarei tutto così...ora lui và al nido tranquillo e si diverte...siamo stati molto, tanto fortunati....i miei
mi hanno sempre appoggiato e lasciato decidere da sola e mi hanno aiutato tanto...
mammagatta
Utente NM
Utente NM
Messaggi: 83
Iscritto il: mer dic 29, 2010 4:05 pm

Messaggio da mammagatta »

come educatrice di nido ti direi che, salvo necessità, verso i 15-18 mesi è l'età migliore.. Ovviamente come han già detto dipende da bambino a bambino e anche dal nido, io ne preferirei uno con un basso rapporto educatrici-bambini.
Sarò di parte ma son convinta che al nido possono fare esperienze che difficilmente farebbero a casa, in più imparano a stare in una comunità e iniziano a socializzare! Meglio di tutto è sicuramente poterli far frequentare part-time..

L'importante sicuramente è fare un inserimento il più graduale possibile, prendendosi tutto il tempo necessario (non meno di 2-3 settimane) senza mai affrettare le cose :ok:
Smilla

Messaggio da Smilla »

potendo scegliere anch'io ti dico 16-18 mesi.
Comunque mai prima dell'anno.
Poi se uno ha necessità e non può fare altrimenti allora anche prima, ma prima dell'anno no.
Il nido lo vedo come una esperienza arricchente
Rispondi