Depressione post partum. Quanto dura?

0
67

Dal baby blues alla depressione post partum, la vita della neo mamma non è sempre facile. Mentre però per il baby blues la via di uscita è più semplice, per le neo mamme affette da depressione post paestum è necessario un aiuto poiché si tratta di una vera e propria malattia da cui non è facile guarire da sole. Il presentarsi di questa patologia vede necessario un percorso di aiuto psicologico capace di andare a fondo nelle motivazioni che l’hanno causata, andando anche oltre la nuova situazione di maternità e scavando fino a situazioni che potrebbero essere rimaste latenti per anni. Qualsiasi evento potrebbe poi sfociare in depressione post paestum, da un lutto non elaborato a problemi relazionali passati solo per fare degli esempi.

La durata di questa patologia non è univoca e dipende da caso a caso e sarà maggiore quanto più grave è il quadro psicopatologico. La depressione post paestum può insorgere in modo lieve, durando così anche solo un paio di settimane o pochi mesi. Anche in questo caso però non bisogna sottovalutare la possibilità di ricadute future che potrebbero insorgere per l’interazione con il bambino.

Le percentuali ci possono aiutare ad avere un quadro più preciso sulla sua durata: tra il 25 e il 60% dei casi la guarigione avviene tra 3 e 6 mesi. Il 15-25% guarisce invece entro un anno, mentre poi esistono i casi più gravi che possono durare anche diversi anni.

La cosa essenziale è che non bisogna avere paura o vergogna di chiedere aiuto e questo anche da parte dei familiari vicini alla donna. Un aiuto immediato aiuterà una più veloce guarigione.

Depressione post partum. Quanto dura?
5 (100%) 1 vote

Condividi
Articolo precedenteCamerette per bambini, come scegliere colori e rivestimenti
Articolo successivo5 idee regalo per ogni tipo di marito!
mm

Eva Forte, nata a Roma il 5 Maggio 1976 si
è laureata in Sociologia delle Comunicazioni di massa nel 2001 con il Prof Mario
Morcellini. Entrata da subito nell’editoria come giornalista per diverse testate cartacee
e come esperta sociologa sulla genitorialità e i contesti familiari per vari mensili di
settore, ha aperto nel 2005 l’Associazione Mamme Domani Onlus, un portale
enciclopedico per aiutare le coppie in cerca di gravidanza e i neo genitori . Oggi scrive
su magazine online di diversi argomenti, dalla cucina alla tecnologia fino all’attualità
di cronaca. Due è il suo primo romanzo a cui è seguito un giallo “In Equilibrio” e ora è
impegnata nella stesura del suo terzo romanzo “10 amanti in cucina”. Ha due figli che
prendono il primo posto nella sua vita e la passione per la cucina, la montagna e la
pittura.