Maternità anticipata

Nuova procedura per richiedere la maternità anticipata per gravidanza e/o lavoro a rischio.

A chi spetta

La Lavoratrice, qualora presenti gravi complicanze della gravidanza o preesistenti forme morbose che si presume possano essere aggravate dallo stato di gravidanza, indipendentemente dal lavoro svolto, ha diritto all’astensione obbligatoria dal lavoro per gravidanza a rischio.

Come fare per ottenere la maternità anticipata

A partire dal 1 aprile 2012 la richiesta di astensione anticipata dal lavoro è di competenza delle ASL. Per il rilascio del certificato che attesta la gravidanza a rischio, la donna può rivolgersi a un ginecologo del Servizio sanitario regionale (ad esempio il ginecologo del Consultorio familiare o di altra struttura dell’Azienda sanitaria) o a un ginecologo libero professionista. Se il certificato di gravidanza a rischio è rilasciato da un ginecologo libero professionista, la donna si deve recare presso il Servizio individuato dall’Azienda Usl per la convalida da parte di un medico di struttura pubblica.

Dove andare

Una volta in possesso del certificato di gravidanza a rischio, la donna deve presentare domanda di rilascio del provvedimento di astensione anticipata – interdizione dal lavoro all’Azienda Usl di competenza, la quale rilascia un provvedimento in triplice copia, per la lavoratrice, per l’INPS, per il datore di lavoro. All’Azienda Usl spetta inoltre l’invio della copia all’Inps, tramite posta elettronica certificata, fax o altre modalità concordate a livello locale. Alla donna spetta invece di portarne copia al datore di lavoro e di presentare all’Inps la richiesta dell’indennità di maternità, il trattamento economico sostitutivo della retribuzione che spetta alle lavoratrici.

Cosa non cambia.

Rimane di competenza della Direzione Territoriale del Lavoro la decisione sulle domande di interdizione dal lavoro in caso di attività lavorativa pericolosa prima o dopo il parto, qualora il datore di lavoro sia impossibilitato a spostare la lavoratrice ad altre mansioni

Scarica il modulo per la richiesta dell’astensione anticipata per gravidanza a rischio: moduloastensioneanticipata

Maternità anticipata
5 (100%) 1 vote

Condividi se ti è piaciuto!

1 commento

  1. Vorrei precisare e mettere a conoscenza altre future mamme di una cosa che veramente in pochi sanno…se si va in maternità anticipata per lavoro a rischio bisogna poi recarsi presso un patronato al 7° mese di gravidanza per fare foglio in cui si dice che siamo entrate nella maternità. Obbligatoria….io questo non lo sapevo a adesso dopo i tre mesi dal parto prima di tornare a lavoro tra 11 gg devo farlo e di corsa anche altrimenti ci sono dei problemi con il riconoscimento dei contributi lavorativi…ma ne inps ne patronati ne datori di lavoro lo dicono….

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.