25 luglio – Vacanze in grecia

Salonicco, prima tappa con dormita in albergo per alleggerire il viaggio altrimenti troppo lungo.
Commento mio: ‘azzarola
Commento di Sofia con tono speranzoso: ma ci saranno gli scarafaggi qui?
Commento di Sara con tono da mi state prendendo in giro: ma questo non è un albergo mamma!
A discolpa della piccola di casa, vi ricordo che l’ultima stanza da lei visitata era collocata in un sottoscala umido e puzzoso.

Salonicco – Meteore
 
La macchina decide di fermarsi in questa stradina assolata di sabato pomeriggio (foto)
ma troviamo un meccanico nascosto qui dietro che dentro il box aveva ditutto, ma lavorava di nascosto non ho capito perchè. Dobbiamo averglifatto pena perchè ci ha aiutato e non ha voluto un euro.
Le Meteore sono delle montagne dall’aspetto lunare altissime sulla cui cima furono costruiti una decina di monasteri ortodossi.
Per raggiungere i quali in alcuni casi ci sono circa 200/300 gradini ripidi.
Ne ho fatti un paio, ma ne è valsa la pena.
I pantaloni color cacca di Fabrizio erano d’obbigo per visitare le chiese all’interno dei monasteri.

Halkidiki

L’albergo era ottimo e per una settimana non ho fatto altro che mangiare espostarmi dalla spiaggia alla piscina, dalla piscina al ristorante.
Sofia ha imparato a nuotare, ha snobbato il mare per la piscina. Sara èstata una lagna per 7 giorni, non voleva nuotare, non voleva giocare,non voleva stare in spiaggia.
Io come già detto mi sentivo strafiga perchè le inglesi che popolavanospiaggia e piscina erano tutte in sovrappeso e se ne strafregavano dilook, cellulite o altro. A quel punto perchè farmi problemi io? ahahha
Mentre io facevo colazione, loro bevevano birra, io pranzavo e loroprendevano un cocktail, io facevo il bagno e loro ruttavanosonoramente.
La cosa più sorprendente erano le figlie (8-10 anni) magre come stecchini.