Cara mamma non divorziata, non chiamarmi fortunata

0
896

cara mamma non divorziataCara mamma non divorziata,

Non dirmi che sono fortunata ad avere una notte libera da mio figlio.

Di tutte le cose che mi hanno detto nei dieci mesi trascorsi da quando sono divenuta single, questa è la cosa che mi infastidisce di più.

Non dirmi che sono fortunata a fare una pausa.

Perché mentre pensi che mi stia godendo una notte di felicità senza figli, senza costi di baby-sitter, sto invece sforzandomi di godere di quello che sto facendo mentre cerco di riempire il mio tempo senza figli, perché sto cercando di evitare la realtà di dover tornare a casa, in una casa vuota, e il fatto che per i prossimi 15 anni trascorrerò metà della mia vita in questo modo.

Non dirmi che sono fortunata perchè la co-genitorialità mi offre un baby sitter gratis.

No, per favore fermati, perché sai cosa mi dà la condivisione al 50% dei figli? Mi dà il senso di colpa al 50%. Mi dà l’ansia al 50% di non sapere cosa stia facendo il mio bambino di tre anni, se sia andato o no a letto in orario, o se abbia cenato e si sia lavato i denti.

Mi dà il 50% di mattine in cui mi sveglio senza il mio bambino in casa, e il 50% di mattine in cui dovrò evitare di guardare la porta della sua cameretta aperta, con il suo letto vuoto e i peluche in ordine. Mi dà il 50% di notti in cui non sarò in grado di leggergli storie mentre ce ne stiamo accoccolati sotto la coperta prima di andare a dormire.

Mi dà il 50% di notti in cui mi sveglio nel bel mezzo della notte perché pensavo di averlo sentito piangere, solo per rendermi conto di essere sola.

Non dirmi che sono fortunata ad avere una buona notte di sonno quando tocca al mio ex.

Sai cosa preferirei avere? Mio figlio, che è cresciuto nel mio corpo e nato tre anni fa, che mi sveglia nel mezzo della notte quando ha fatto un brutto sogno o gli fa male la gola. Preferirei avere una mattinata di coccole assonnate e biscotti non mangiati e battute sullo spazzolino da denti.

Preferirei non dover vedere la stanza vuota con il letto vuoto e gli orsacchiotti intatti.

Non dirmi che sono fortunata ad essermi separata mentre il mio bambino era ancora così piccolo.

Certo, lui non ricorderà molto di questo. Ma io sì.

Ricorderò com’era affidare un bambino, che non sapeva come usare un cellulare per chiamarmi se aveva bisogno di me, ad un uomo che mi odiava, per il suo primo pernottamento fuori casa.

Ricorderò quanto mi è sembrato vuoto il sangue del mio sangue nella mia casa al ritorno dal lavoro o da una cena fuori.

Ricorderò quanto è stato difficile abituare al vasino mio figlio quando era con me solo per metà del tempo, e sperando che suo padre utilizzasse le stesse tattiche.

Ricorderò il dolore di non poter raggiungere il mio ex un’ultima volta solo per dare al mio piccolo la buonanotte e dirgli ancora un “Ti amo fino alla luna”.

Non dirmi quanto sono fortunata ad essere in grado di fare le cose “a modo mio” nella mia casa.

Hai mai provato a fare il genitore tutto da sola? Hai provato a preparare un bambino per andare a scuola mentre ti preparavi per andare al lavoro? Immagini cosa vuol dire aver finalmente trovato ciò che funziona per farti ascoltare da tuo figlio e poi vedere tutto cancellato in un breve weekend perché tuo figlio è andato da suo padre?

Non dirmi che sono fortunata

Perché proprio come te, ho sposato qualcuno che un tempo amavo. Ho avuto un bellissimo e tradizionale matrimonio con un tradizionale abito bianco, ho fatto il mio meglio e ho sfoderato i migliori sorrisi per le foto, tutto finito.

Proprio come te, una volta avevo una casa dove mio figlio aveva una mamma e un papà che dormivano sotto lo stesso tetto, e anche nello stesso letto.

Proprio come te, ho ringraziato le mie stelle fortunate perchè, anche se il mio matrimonio era duro e pieno di litigi, c’era qualcuno lì ad aiutarmi quando la maternità sembrava una montagna insormontabile.

Proprio come te, volevo essere la migliore mamma al mondo per questa mia piccola e dolce benedizione. Ma ora riesco a farlo solo metà tempo.

Non sono stata fortunata. Ho finito per divorziare.

Cara mamma non divorziata, non chiamarmi fortunata
4.3 (85%) 4 votes