E-content Awards 2008 – Seconde classificate


econtentaward11.jpg
"Sììììììììììììììììììììììììì"
Unurlo di bambina si innalza nel silenzio di una sala gremita di persone,una fragorosa risata adulta riempie il vuoto, fiori arancioni simaterializzano sullo schermo, dal fondo dell’auditorium si alzano due"donne", una NoiMamma e una NoiCucciola, sorrisi aperti e occhiridanciani: Barbara Basso e la figlia Eva ritirano il premio. Ilsecondo, non il primo, ma non importa, la felicità è grande.
Si tratta dell’eContent Award Italy 2008, secondo prodotto classificato nella categoria eEntertainment, un riconoscimento prestigioso, importante, che premia il miglior contenuto per il formato digitale.
Italian eContent Award 2008 è organizzato dalla Fondazione Politecnico di Milano e MEDICI Framework, patrocinato dalla Presidenza della Repubblica e da alcuni ministeri, ed è ispirato dal WSA (World Summit Award) al fine di selezionare e-Contents di alta qualità e promuovere la creatività e l’innovazione nel settore dei nuovi media in Italia. 
Gli otto migliori prodotti italiani eContent (uno per ciascuna categoria: eCulture, eScience, eGovernment, eEntertainment, eHealth, eInclusion, eLearning, eBusiness) rappresenteranno ufficialmente l’Italia alla prossima edizione del World Summit Award (2009).

"Il premio ai migliori contenuti"

Queste le poche parole che ci fanno orgogliose, perché i contenuti di NoiMamme li scrivono prevalentemente le mamme, a volte con l’ausilio degli esperti, a volte con la sola esperienza dell’essere madri e dell’essere donne.
I contenuti passano da una redazione, ma sono stati rodati sul forum, sono temi che interessano il bacino d’utenza che ogni giorno, da tre anni, s’interroga sulla vita e sulla morte, affronta la politica e l’attualità, parla di gravidanza e di maternità, indaga la morale e la religione, affronta l’universo bambino e muove i suoi passi nel pianeta genitori.
I temi sono quelli dei millanta post, sono quelli delle centinaia di domande rivolte agli esperti che offrono il loro contributo gratuitamente, sono quelli dei dubbi di un mestiere che non ha manuali d’istruzione sufficientemente validi, che non ha linee guida se non quelle dettate dall’amore e della consapevolezza che, se non si può essere genitori perfetti, si può aspirare a essere "buoni genitori".

I criteri di valutazione della giuria internazionale (composta da più di 50 esperti con competenze che spaziano dai settori specialistici a quelli interdisciplinari) dicono che tutti i prodotti sono stati considerati alla luce del potenziale valore aggiunto fornito all’utente e dello scopo che si prefiggono. Anche NoiMamme è nato e cresciuto negli anni con questi due capisaldi: l’utente come protagonista, l’essere divulgativo come scopo. 

A Barbara Basso il pregio di aver creato un prodotto di cui è stata riconosciuta la facilità d’uso: di funzionalità, di navigazione e di orientamento, con un ottimo design grafico, multimediale e interattivo, di alta qualità dal punto di vista tecnico.
Alla redazione il merito per la qualità globale e la completezza del contenuto, per aver individuato un canale (quello del lasciare che siano le mamme a parlare – con l’autorevolezza del mestiere – anche nel sito) che è di importanza strategica ai fini dello sviluppo globale della società dell’informazione. 

Il comunicato stampa del concorso recita infatti così: "La produzione di contenuti digitali e di soluzioni innovative nel campo ICT (ndr Tecnologia dell’Informazione e della Comunicazione) è uno dei tavoli su cui si gioca la partita dello sviluppo sociale e della crescita economica … Il premio costituisce il momento di sintesi nell’ambito di una serie di azioni formative, progettuali e di comunicazione finalizzate alla creazione della Global Information Society dove tutte le persone hanno liberamente il potere di creare, ricevere, condividere ed utilizzare informazione e conoscenza per il loro sviluppo economico, sociale, culturale e politico." 
Non a caso l’ONU, nel vertice mondiale sulla Società dell’Informazione (Ginevra 2003 – Tunisi 2005) ha promosso uno sforzo collettivo volto a porre a ogni persona nelle condizioni di poter creare, condividere, utilizzare e avere libero accesso alla conoscenza e al sapere.

NoiMamme si sente pienamente in linea con questo spirito: la volontà di divulgare alcune problematiche che interessano l’universo genitoriale e in particolare quello femminile, il proporre differenti modelli culturali, l’interesse per la sostenibilità, l’abiura alla violenza e al razzismo, la consapevolezza di essere un servizio di reale valore aggiunto che restituisce all’utente la "rete" famigliare commutandola in "rete" virtuale. Crediamo siano tutti elementi che possano promuovere nella collettività l’educazione, la salute, il benessere e aiutare a realizzare quella "Società della Conoscenza" che favorisce la ricchezza culturale di ogni paese.

E allora un grazie sincero a tutte le NoiMamme e i NoiPapà che ci hanno portato a ottenere questo riconoscimento pubblico, questo premio importante che è di tutti noi.
Su quel palco, ancora una volta, dimostravamo che NoiMamme è grande.

 
 

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone