L’inquilino non se ne vuole andare


Salve,

sono proprietaria di una casa avuta in donazione dai miei genitori, solo che è stata affittata in precedenza alla donazione dai miei genitori.

Nel momento in cui hanno fatto richiesta di non rinnovo del contratto, gli inquilini non sono andati via dicendo di aver ricevuto una lettere vuota.

Ormai sono 3 anni che andiamo avanti con varie cause dove lui non si presenta o rimanda con certificati e io mi chiedo, essendo la mia unica casa di mia proprietà, e abitando in una casa di mia suocera di 60 mq, avendo pure due bambine piccole e tanti disagi, oltre ad avere un pessimo rapporto con mia suocera, c’è un modo per porre fine a tutto e avere la casa?

Grazie.



Cara Francesca, 

non mi dici molto nel quesito circa le cause che sono in corso per il rilascio dell’immobile. Suppongo tuttavia che si tratti di sfratti per finita locazione.

 

I continui rinvii in queste procedure sono frequenti, purtroppo, a maggior ragione se l’inquilino produce certificati che attestano problemi di salute.

 

A ogni buon conto niente può durare all’infinito e quindi, pur non sapendo esattamente in che fase vi trovate oggi con la procedura di sfratto (cognizione o esecutiva?) ti suggerisco di parlare con l’avvocato che ti segue e di chiedergli di far presente al giudice o all’ufficiale giudiziario procedente l’urgenza di riacquistare la disponibilità dell’immobile. Purtroppo le vie legali per il rilascio dell’immobile sono queste.  

 

 

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Lascia un commento