Smalto dei denti e celiachia


Buongiorno,
mesi fa ho portato la mia bimba di tre anni e mezzo dal dentista perché a mio giudizio aveva i dentini troppo gialli, specie all’attaccatura della gengiva. Mi è stato risposto che ognuno ha il suo colore, i denti erano puliti e stop.
Adesso alla piccola è stata purtroppo diagnosticata la celiachia, con gastroscopia fatta a marzo.
Il medico che l’ha seguita ha guardato con cura i dentini dicendo che lo smalto così rovinato può essere causato dalla malattia celiaca, che le gemme dei denti definitivi non dovrebbero essersi ancora formate e che ci sono buone speranze che i denti permanenti siano migliori.
Domando a lei se quanto sopra le pare corretto. E le chiedo in maniera specifica se posso intervenire in qualche modo sui dentini adesso.
Non ho mai dato fluoro per scelta: è il caso di farlo adesso?
Il lavaggio è sempre accurato ma le macchie sui dentini sopra e il colletto che sembra pieno di biscotti non sono spariti dopo un mese di dieta senza glutine.
Cosa ne pensa?
Grazie,
Sile

Gentile Signora,
sicuramente un’anomalia dello smalto diffusa a tutti i denti deve farci pensare a qualcosa di sistemico; spesso siamo proprio noi pedodontisti che richiediamo analisi approfondite in assenza di altri evidenti sintomi di celiachia.
Purtroppo le macchie dei dentini da latte non regrediranno, perché derivano dalla carenza nel periodo formativo degli stessi.
Per i permanenti non dovrebbero esserci problemi perché sono in formazione adesso che la malattia è compensata.
Le consiglio delle applicazioni topiche di fluoro per i decidui che, nelle zone di smalto anomalo sono più fragili.
La sua bimba avrà dei denti bellissimi, non si preoccupi, abbiamo tutti i mezzi per raggiungere tale scopo; non fatele pesare il colore dei suoi dentini oggi perché non diventi un PROBLEMA domani.
In bocca al lupo.

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Lascia un commento