Ciuccio e fluoro


Gentile Dott.ssa Potì,
le scrivo per l’annosa questione del ciuccio.
Ho un bambino di 3 anni (appena compiuti) che presenta morso aperto già da più di un anno.
Ha smesso il ciuccio di giorno all’età di due anni ma per la nanna del pomeriggio e per la notte ancora lo porta.
Avevamo intenzione di toglierlo al compimento dei 3 anni ma è in un periodo faticoso di crisi causa fratello minore e abbiamo posticipato un po’.
Entro quando andrebbe tolto il ciuccio?
In commercio esistono diverse misure di ciucci.
Quelli dai 18 mesi in su sono davvero enormi e io mi domando se sia meglio tenere i ciucci piccoli taglia 0 mesi o seguire le indicazioni dell’età.
Il buon senso direbbe che più il ciuccio è piccolo e meglio è, ma poi mi sorgono dei dubbi che un ciuccio troppo corto favorisca ancora di più l’avanzamento degli incisivi.
Lei cosa consiglia?
E il fluoro? Sono indispensabili le 4 gt di Zimafluor? La pediatra di Matteo non me lo prescrisse mentre quella di Niccolò (e che ora è anche di Matteo) glielo fa dare da quando ha 6 mesi.
Il mio secondo figlio ha 11 mesi e 6 denti. È già ora di usare lo spazzolino?
Grazie di essere con noi. Avevamo proprio bisogno di una specialista!
Silvia

Cara Silvia,
quante domande!
Le metterò in fila e sarò breve:
Se il ciuccio serve solo per addormentarsi, non è un problema, se invece lo tiene poi durante il sonno, allora se ne può usare uno piatto o piccolo ed eventualmente tagliato in senso longitudinale così che l’oliva non eserciti pressione sul palato (attenzione a non fare tagli profondi col rischio che si stacchino dei pezzi di gomma durante il succhiamento!)
L’abitudine va comunque tolta, ma è difficile farlo in momenti di crisi come l’arrivo di un intruso. Matteo non deve essere sgridato per l’uso del ciuccio, ma rassicurato e coccolato e fra un po’ gli direte che solo i piccoli come Niccolò usano il ciuccio. Se ha amichetti che non lo usano, metteteli in luce ai suoi occhi per quel motivo…
Talvolta il morso aperto dei decidui, se si elimina per tempo l’abitudine viziata, non si ha nei permanenti.

Come ogni cosa, anche il fluoro va dato con buon senso. Le indicazioni dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) sono ancora per una prescrizione dai 6 mesi ai 12 anni, in realtà il fluoro funziona benissimo per meno tempo (3-7 anni) e a basso  dosaggio: 0,25mg/die, dopo valgono i dentifrici e la prevenzione.

I denti si lavano anche a un anno, è sufficiente farlo una volta al giorno con uno spazzolino morbido e piccolo con poco o senza dentifricio. Bimbo steso a letto con il capo sulle ginocchia del genitore per avere la visuale migliore. La cosa più importante è trasmettere l’abitudine al gesto serale, che così in seguito diverrà naturale.
Buona giornata
Cristiana
 


Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Lascia un commento