Bambino di 7 anni: molare spezzato


Buongiorno, mio figlio di 7 anni ha spesso problemi di dolore ai denti (fino a piangere disperato).
Ieri a pranzo, è capitato nuovamente di soffrire fino alla disperazione.
Ho controllato la bocca e ho notato che un seme di sesamo si era infilato tra due molari.
A quel punto, non avendo filo interdentale a disposizione, sono ricorsa ad uno stuzzicadenti.
Tolto il semino tutto è filato liscio, ma mi sembrava che avesse ancora “qualcosa di scuro” tra i denti.
Ieri sera, il bambino ha preso da solo lo stuzzicadenti per lavorare sullo stesso punto e un pezzo di dente è venuto via.
La corteccia (non so se si chiami così), per intenderci la copertura del dente.
Dentro si ravvisava una carie diffusa.
Il dolore però da allora è passato completamente ed è a questo punto che mi sono preoccupata perché, almeno per quello che è capitato in passato a me, scoperchiando il dente o bucandolo vengono fuori i “vapori” (mi perdoni se non conosco i termini tecnici) e il dolore passa: questo quando il nervo è necrotizzato.
Mi chiedo quindi qual è la strada più corretta da percorrere, perché si tratta pur sempre di un bambino piccolo e se penso alla devitalizzazione di un dente, anche soltanto sentirsi mettere le mani in bocca, può essere un intervento fastidioso e provocare delle reazioni violente nel bambino.
E’ possibile che così piccolo abbia già problemi di necrotizzazione del nervo? 
L’anestesia da utilizzare e la devitalizzazione è la strada giusta?
Glielo chiedo in anticipo perché non vorrei trovarmi con una proposta di soluzione non idonea alla situazione.
Grazie per la sua gentile consulenza.



Gentile Gilda,
la prima cosa da fare è sapere se si tratta di un dente permanente o da latte, a 7 anni solitamente solo gli ultimi molari sono permanenti.

La terapia varia molto anche a seconda dello stadio di sviluppo del dente e della profondità della carie.

Le terapie sono tranquillamente tollerate dai bambini se effettuate con un corretto approccio fin dai 3 anni; si effettuano devitalizzazioni anche dei denti da latte molto spesso e senza dolore alcuno. 

La cosa più importante è non spaventare i bambini prima dell’incontro con il pedodontista con racconti di esperienze personali. Oggi abbiamo tutti i mezzi per agire in serenità.

Non aspetti e si rivolga a personale esperto.
Saluti

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone