Inserimento della carne nello svezzamento


Salve Dottoressa,

Le ho scritto pochi giorni fa della mia bambina e del fatto che non le do ancora carne.

Non è per un fatto religioso o chissà che, ma semplicemente per il fatto che dove vivo, in Germania, non mi fido molto della carne che arriva nei supermercati. Non ho mai dato alla bambina omogeneizzati di nessun tipo, ho sempre preparato io tutto per lei,  ecco perché vorrei evitare anche gli omogeneizzati di carne.

Lo svezzamento l’ho iniziato a 6 mesi. Prima con un po’ di frutta, poi via via ho inserito creme di cereali con brodo vegetale, poi le verdure e via via tutto il resto.

Il pediatra mi dice che la bambina è in sovrappeso e che dovrebbe prendere solo 150 gr al massimo al mese ma non mangia esageratamente. Faccio così:

Ore 8: 200 ml latte con un biscottino; ore 11: fruttolo; ore 12: due cucchiai di pastina cotta nel brodo vegetale, due cucchiai di verdure e poi alterno legumi, formaggino, ricota, pesce e tofu e inoltre do sempre la frutta a fine pasto per un miglior assorbimento del ferro.

Ore 16: ancora frutta; alle 19 crema di cereali con brodo e più o meno come al pranzo. Infine, prima di dormire, ancora 200 ml latte con un biscottino.

Cosa c’è di sbagliato nella dieta di Gaia?

La ringrazio ancora.

Antonella.

 


Cara Antonella,

punto 1: la bambina ha bisogno di mangiare la carne per i motivi già spiegati in precedenza; dal momento che non l’ha mai mangiata inizia con gli omogeneizzati.

Sul mercato esistono marche note e affidabili che garantiscono la buona qualità delle materie prime, la preparazione e la ridotta quantità di sale e spesso sono da preferire alle preparazioni casalinghe; inizia con agnello, coniglio, pollo e vitello poi dopo un mese manzo e maiale e dopo un altro mese il prosciutto cotto nel frattempo trova una macelleria di fiducia che ti procuri della buona carne che per quello che ne so in Germania è di buona qualità.

punto 2: in linea generale la bambina si alimenta bene ma eviterei il fruttolo (è formaggio, non yogurt) alle 11 perché è calorico e dopo un’ora la bimba pranza; al limite anticipa il pranzo alle 11.30. Inoltre dopo cena eviterei il latte con biscottino prima della nanna perché è un ulteriore pasto.

Spero di aver sciolto i tuoi dubbi.

Ciao Vittoria

 

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone