Dieta rigida in allattamento



Salve Dottoressa,

ho partorito quattromesi fa, mi ritrovo dieci kg in più: sono alta 160 cm e peso 63 kg. Allatto esclusivamenteal seno e sono felice di questo ma ci tengo anche a tornare in forma quantoprima. Ho iniziato da due settimane una dieta di 1128 calorie, si tratta di unadieta che ha seguito mia mamma molto tempo fa  con successo. Però sto soffrendo moltissimo emi sento triste perché ho tanta fame.

Le faccio un esempiodi una giornata tipo:

Colazione: 100 ml dilatte scremato, un caffè e due fette biscottate

Pranzo: 60 grammi di pasta alpomodoro, 40 grammidi pane e contorno di verdura cruda o cotta, un frutto

Cena: 150 grammi di carne aiferri o pesce in bianco, verdura cruda o cotta e 40 grammi di pane.

A questo schemaaggiungo io un frutto a metà mattina e a metà pomeriggio e già mi sento in colpa.Qualche volta vorrei poter mangiare un altro tipo di spuntino. Mi manca il the’del pomeriggio con i miei bimbi (ne ho altri due) con biscotti o magari dei crackerma non lo faccio perché ho paura di non dimagrire, visto che in questi mesi purnon mangiando molto non sono dimagrita un etto a differenza delle mie amicheche hanno partorito come me e che mangiando normalmente sono dimagrite.

La cosa che più soffroè la colazione: dopo una nottata impegnativa le due misere fette biscottate mifanno stare peggio. Mi alzo dalla tavola triste e insoddisfatta e arrivare alpranzo è un impresa. Vorrei cominciare ad andare in palestra tre volte asettimana a fare tapis roulant per bruciare un po’ ma non so se servirà molto.

La domanda e’: sefaccio una colazione abbondante dimagrirò ugualmente o rischio di rovinaretutto? E se al posto dei due frutti a metà giornata mangiassi uno snack tipo Vitasnellao qualcos’altro peggiorerei la situazione? Non mi spiego perché, con tutte lecalorie che consumo durante il giorno e la notte,  per dimagrire sonodovuta ricorrere ad una dieta così drastica.. Le analisi della tiroide sonoperfette. Il metabolismo basale è 1254.

Mi aiuti con qualcheconsiglio please!


 

Cara Alessandra,

la dieta che stai seguendo è completamente inadatta alla tuasituazione. Durante l’allattamento (cosa di cui vai particolarmente fiera) ladonna ha bisogno di assumere tutte le calorie necessarie al suo metabolismo piùquelle necessarie alla produzione del latte materno; seguire una dieta cosìdrastica in questo momento renderà il tuo organismo incapace di produrre illatte di cui ha bisogno il tuo bambino e ti troverai in breve tempo con ilbimbo che avrà fame durante il giorno e la notte per ricorrere primaall’allattamento misto (stress ulteriore!) e poi latte in formula fisso. Ticonviene?

Capisco il tuo desiderio di tornare in forma e il consiglioche ti posso dare è quello di mangiare in maniera adeguata e rimandare alperiodo dello svezzamento una buona dieta adatta al tuo organismo e al tuodispendio energetico. Sinceramente non ritengo adatto questo schema per te mabisognerebbe avere tante informazioni in più. Per il momento cerca di fare un po’di attività fisica leggera per almeno 30 min al giorno come camminate epasseggiate con i tuoi bimbi ma riposa quando le nottate sono moltopesanti; ritagliati un po’ di tempo dal parrucchiere e dall’estetista unavolta ogni tanto e ricorda che non c’è niente di più bello di una neomammafelice di allattare il proprio piccolo.

Bacioni

Vittoria

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone