Dieta poco variata



Dottoressabuongiorno,

miofiglio, 20 mesi compiuti, purtroppo ha sempre avuto problemi conl’alimentazione. E’ stato per quasi un anno in dieta senza PLV perintolleranza e conseguente RGE (curato fino ai 15 mesi di età conlansoprazolo), sostituendo il latte vaccino con quello di soia, chelui beve ma solo di notte (per un periodo ne beveva anche 600 ml in 2poppate di cui una a metà nottata e l’altra intorno alle 7sostitutiva della colazione).
Da quest’estate abbiamo fatto unaprova di reintroduzione, finita male a metà: tollera senza problemiyogurt (che un paio di giorni a settimana prende al nido comemerenda) e parmigiano reggiano (che adora sulla pasta), ma rifiutacompletamente il latte vaccino (che comunque gli da ancora fastidio)e conseguentemente tutti i formaggi. Una volta ha mangiato un po’ diformaggio stagionato di capra, ma poi non ne ha più voluto.
Ilproblema è che non mangia quasi niente (di varietà), ma accettasolo pasta (condita con sugo di pomodoro o con ragù di carne opesce, oppure con pesto senz’aglio) e di secondo carne di vitellamacinata cotta aggiungendo un po’ di patata per fare una specie dipolpetta che poi di fatto mangia solo se spappolata.
Era ghiottodi prosciutto cotto ma ora lo rifiuta, raramente mangia l’uovo (sevoglio la certezza che lo mangi lo devo mettere nella pasta), ancorpiù raramente il pesce, poco anche i legumi (anche a lui a voltepreparo delle polpette di fagioli, le mangia ma senza andarne matto).

Mangiapoca verdura (ogni tanto al nido la bieta, a casa praticamente nientese non gli spinaci che ogni tanto gli metto nella pasta) emangiucchia la frutta (frullato o frutta a pezzi al nido, a casa unpo’ d’uva o di tanto in tanto vuole ancora l’omogeneizzato che adorain tutti i gusti).

Aparte che così facendo di fatto salta diversi pasti al nido, anche acasa si finisce per dargli sempre le solite cose…
C’è un motivodietro questi rifiuti? C’è qualcosa che possiamo fare? Noi mangiamotutti insieme e io provo sempre a fargli assaggiare qualcosa dalnostro piatto, ma lui rifiuta sempre categoricamente, a prescinderedal contenuto.

Altroche emulazione!

Sonoun po’ disperata….

Laringrazio fin d’ora.

Saluti,
Sarah


 

CaraSarah,

noncapisco se il bambino rifiuta alcuni alimenti perché gli dannofastidio o perché avete limitato l’offerta durante lo svezzamento.Al di là dei latticini e formaggi che si capisce c’era un realeproblema alla base, mi riferisco soprattutto a carne, pesce e legumi.Se così fosse propongo di fare un passo indietro e riprendere alcuniconcetti propri dello svezzamento: introduzione e gradualità.Riprendi la pappa unica con pastina al pomodoro o in brodo vegetalecon l’aggiunta di carne macinata. Proponi il pasto per 2-3 volte lasettimana e gli altri giorni dagli quello che gradisce. Dopo tresettimane sostituisci a questo pasto unico la carne con purea dilegumi una volta a settimana, poi due e poi tre. Allo stesso modo faiper il pesce. Considera che sia lo yogurt che due cucchiaini pieni diparmigiano sono considerati un buon secondo. Se ti accorgi chequalche alimento gli dà fastidio sospendilo. La frutta la puoi daresia a fine pasto che come merenda e se il bambino la vuole comeomogeneizzato accontentalo ma ogni tanto proponi frullati emacedonie. Penso che così dovresti abituarlo a mangiare un po’ ditutto, soprattutto se pretendi la collaborazione del nido (è un tuodiritto, del resto la corretta alimentazione fa parte dell’educazioneinfantile, non credi?).

Sevuoi riscrivimi

Vittoria 

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone