Bimba sottopeso e con alimentazione ristretta



Buongiorno dottoressa,
 lescrivo per un consiglio su alimentazione di mia figlia di 5 anni a febbraio.
Alla nascita pesava 3,350 kg con una crescita peso e altezza giusti.
Non è mai stata una bambina tipo piccolo buddha (meglio cosi), con l’iniziodello svezzamento è stata una passeggiata perché non mi ha dato problemi dinessun tipo, mangiava di tutto senza problemi.
Poi con il passare del tempo ha cominciato a volere solo determinate cose comepasta al sugo, al burro, al pesto, pastina in brodo ultimamente anche ilminestrone, questo per quanto riguarda i primi piatti.
Per i secondi vuole sogliola, filetto di manzo e di vitello ai ferri,prosciutto cotto, pollo e luganega che è la salsiccia quella fine, uovo sodo oa frittata.
Frutta solo mela una volta a settimana all’asilo invece dice che la frutta lamangia tutti i giorni.
Vorrei proporle dei nuovi sapori ma non ne vuole proprio sapere dice che uncerto alimento non le piace senza neanche averlo assaggiato.
E pensare che quando era piccola mangiava di tutto quindi dovrebbe essereabituata.
C’è qualche trucco per farle mangiare altri alimenti?
La bimba è alta circa 109 cm per un peso di 15kg 600 è sottopeso e me ne rendoconto ma il mio pediatra dice che è meglio magra che grassa.
Io ho una costituzione magra perché peso 48 kg per 1metro e 58 cm mentre mio maritoanche lui è magro e quando era piccolo si vedevano addirittura le costole.
La bambina pur essendo così magra non ha nessun problema, è molto sveglia nonlamenta stanchezza, insomma è in splendida forma anche mentale.
Mi scusi se sono stata molto prolissa nel scriverle e le auguro buon lavoro.
Saluti da Katiamartina.

 

Ciao Katia,
è frequente che bambini che hanno condotto un ottimo svezzamento all’improvvisotendono a chiedere solo alcuni tipi di alimenti, buttando nello sconforto i genitori. Fa parte della loro crescita, cambiano i sapori e questo avolte condiziona le loro scelte alimentari. Da quello che mi scrivi però labambina mangia un po’di tutto. Aggiungerei i legumi, un cucchiaio di pureanascosta nel minestrone o nella pastina in brodo; poi dopo un po’ di tempo faila pasta con legumi sempre passati (a volte i bambini li rifiutano per partitopreso appena li vedono interi e poi passati sono più digeribili). Per laverdura, nascondi biete, spinaci, passato di carote ecc. nelle polpette di carnee nella frittatina. Proponi per la frutta spremute di agrumi, macedonia, melagrattugiata, o frullati freschi. Se all’asilo non mangia molto cerca diprestare tu attenzione alla cena cercando di darle questi alimenti "un po’difficili". Naturalmente ancora una volta consiglio di tenere la tv spenta, nondistrarre l’attenzione durante la cena e mangiare con mamma e papà che darannoil buon esempio.
Ciao
Vittoria

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone