Spossatezza primaverile


Gentilissima dott.ssa Federica in questo periodo dell'anno a causa dell'arrivo della primavera (penso) mi sento sempre particolarmente stanca; un senso di spossatezza che nemmeno il normale riposo notturno risolve e infatti la mattina mi sveglio ancora più stanca della sera precedente. Mi potrebbe consigliare qualche infuso "magico" in grado di tirarmi su?

Grazie. Cordiali saluti Lucia

 

 

Ciao Lucia, per questa tua fase di astenia, molto comune all'inizio della primavera dal punto di vista fitoterapico non esistono infusi magici. Ci sono alcune piante che hanno una buona azione adattogena e anti-astenica, ma il loro effetto non si esplica completamente sotto forma di infuso.

Per aumentare la qualità  del sonno notturno di consiglierei la

melatonina diet in capsule da 300mg da prendere 1 capsula la sera un'ora prima di coricarsi. La melatonina non è un ipnoinducente (cioè non induce il sonno) ma è in grado di influire sui cicli sonno-veglia, diminuendo il numero dei microrisvegli notturni (che avvengono comunque anche se non ce ne rendiamo conto) e rende il sonno più riposante.

In aggiunta alla melatonina ti consiglierei :

Equisetum arvensis E.S. 1 capsula da 500mg X 2 volte al dì (rimineralizzante)

Trigonella foenum graecum E.S. 1 capsula da 300mg X2 volte al dì (tonica, anti-astenica, ricostituente)

Eleuterococcus senticosus (è il così detto ginseng siberiano, ed + più indicato per le donne) che puoi prendere nella forma farmaceutica a te più consona:

in TM (tintura madre) 20-25 gocce al mattino a digiuno sciolte in un po' d'acqua per circa 3 settimane

oppure in ES (estratto secco) da prendere 2 opercoli al mattino (sempre per 3 settimane)

oppure se ti piace di più (ma ha anche un effetto più leggero) un infuso con 2 o 3 gr. di droga (cioè di parte attiva della pianta-radici essiccate) da prendere una volta al giorno al mattino sempre per 3 settimane)

Spero di esserti stata utile, per ulteriori informazioni sono a disposizione

Federica

 

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Lascia un commento