Fieno greco e tisane galattogoghe


Gent.ma dott Natoni,

sono la mamma di Federico tre mesi, che ho allattato al seno quasi esclusivamente fin dalla nascita.

Avendo però introdotto fin dalla nascita il biberon a causa di un problema che ha costretto il bambino in terapia intensiva per una settimana, Federico ovviamente si è impigrito sempre più e adesso il mio seno non riesce più a "stare dietro" alle necessità alimentari del bambino.

Ormai si attacca solo per addormentarsi. In ogni caso io sto continuando a tirare il latte con un tiralatte elettrico per assicurargli almeno due poppate complete di latte materno su 5.

Ho letto su internet, che dice tutto e il contrario di tutto, che il fieno greco può essere utilizzato come galattogogo. Ha proprietà tali da stimolare la secrezione di latte.
È vero? Potrei assumerne delle compresse così come consigliano su alcuni siti sull’allattamento materno? Ci sono controindicazioni per il bambino?

La ringrazio anticipatamente per la risposta e Le porgo cordiali saluti

Giulia


Cara Giulia,

innanzi tutto le esprimo tutta la mia solidarietà perché come lei, qualche anno fa anche io mi sono trovata ad avere a che fare con un neonato che non ne voleva sapere di attaccarsi al seno, e con la necessità di utilizzare il tiralatte più e più volte al giorno.

Mi permetto di ricordarle che se è davvero intenzionata a portare avanti l’allattamento materno non è mai troppo tardi per provare a far attaccare il bimbo al seno. Sul nostro sito, ma anche nel forum, potrà trovare una miriade di consigli utili in questo senso.

Per rispondere tecnicamente al suo quesito, è vero che la trigonella (fieno greco) ha anche proprietà galattogoghe (oltre ad essere un ottimo anti astenico e ricostituente), ed esistono anche altre preparazioni fitoterapiche con questa proprietà, come ad esempio il caro vecchio finocchio delle nonne (foeniculum vulgare) o la galega officinalis.

In farmacia può trovare diverse preparazioni con le tinture madri di queste piante, può tranquillamente rivolgersi anche al suo pediatra di fiducia per un consiglio. Le ricordo che deve bere molti liquidi e che può aiutare l’efficacia della tintura madre che sceglierà anche con un infuso preparato ana parti con carum carvi semi, foeniculum vulgare semi, sambucus nigra fiori, galega sommità, anice verdi frutti. Ne beva almeno 2-3 tazze al giorno.

In bocca al lupo

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone