Allergie

Cara Federica,
vorrei sapere se esistono rimedi (o palliativi), o meglio ancora sistemi di prevenzione naturali per le allergie da pollini e, se si', quando e in che misura vanno usati.
Grazie,
Alessandra


Cara Alessandra, le allergie rappresentano un capitolo estremamente vasto e per certi aspetti ancora abbastanza misterioso del funzionamento del sistema immunitario. La fitoterapia in questo campo offre dei rimedi discreti che possono alleviare la sintomatologia in corso e se cominciati per tempo (prima della comparsa dei pollini, un tempo avrei detto dai primi di marzo ma vista la stagione di quest’anno sarebbe stato più opportuno cominciare da febbraio)possono ridurne l’insorgenza.
Consiglierei per il trattamento in corso di allergia:
-Ribes nigrum MG1DH
-Juglans regia MG1DH
I macerati glicerici vanno presi con una posologia di 50/60 gocce ognuno prima di colazione e  verso le 15 del pomeriggio
Aggiungerei come tinture madri
-Salix alba TM
-Nigella sativa TM
50 gocce di ognuno da sciogliere in mezzo bicchiere d’acqua e da bere a fine pasto pranzo e cena
Se vi è associata anche una congiuntivite può essere d’aiuto aggiungere
Euphrasia officinalis TM 30 gocce da aggiungere alle altre tinture madri
(si può usare localmente anche un collirio a base di euphrasia)
Per una terapia preventiva da iniziare come detto verso metà febbraio:
Ribes nigrum MG 1DH 60gtt 2 volte al giorno
Rosa canina MG1DH 60gtt 2 volte al giorno
Nigella Sativa TM 60 gtt 2 volte al giorno
Attenzione a non mescolare macerati glicerici e tinture madri, vanno presi singolarmente e separatamente.
Ricordo che in ogni caso prima di iniziare una terapia farmacologica, fosse pure con fitofarmaci, è sempre opportuno parlarne con il proprio medico anche per scongiurare eventuali effetti avversi dovuti all’interazione dei fitofarmaci con altre terapie farmacologiche in corso.
Saluti, Federica

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone